Fashioned from Nature: al Victoria and Albert Museum una mostra sul rapporto tra moda e ambiente

L’abito di Calvin Klein realizzato con bottiglie di plastica riciclata indossato da Emma Watson, il vestito di protesta di Vivienne Westwood contro il cambiamento climatico, ma anche creazioni di fine Ottocento con insetti come decorazioni. Una mostra al Victoria and Albert Museum pone l’attenzione sul rapporto tra la moda e l’ambiente. Ecco le immagini

Silk train (detail), woven with a pattern of roses, c.1890s © Victoria and Albert Museum, London
Silk train (detail), woven with a pattern of roses, c.1890s © Victoria and Albert Museum, London

La moda pone sempre maggiore attenzione alle tematiche ambientali realizzando creazioni con materiali riciclabili come l’abito di Emma Watson, indossato al Met Gala 2016, realizzato da Calvin Klein con bottiglie di plastica riciclata, o clutch-bag in fibra di ananas. Questi e altri oggetti sono esposti al Victoria and Albert Museum nella mostra Fashioned from Nature, dove si pone in evidenza l’influenza che la natura ha avuto nella realizzazione di abiti, dalla fantasia delle stoffe al decoro di un vestito di mussola del 1860 con le casse iridescenti di centinaia di coleotteri, ma soprattutto la tendenza dei designer contemporanei di guardare alla sostenibilità. Ecco quindi Salvatore Ferragamo che realizza abiti con tessuti della Orange Fiber, un’azienda italiana che ha brevettato e produce tessuti sostenibili dai sottoprodotti agrumicoli, e un abito H&M Conscious realizzato riciclando la plastica della battigia. Presenti in mostra sono anche manifesti, abiti con slogan e opere d’arte che riprendono i movimenti di protesta che hanno richiamato l’attenzione sul lato dannoso della moda. Allo stesso tempo troviamo esposto il vestito indossato da Vivienne Westwood mentre protestava contro il cambiamento climatico. Un’esposizione che mette in dialogo gli abiti appartenenti alla storia del costume con le nuove tendenze della moda verso la sostenibilità e il rispetto dell’ambiente. Le immagini.

– Ilaria Bulgarelli

Londra // fino al 27 gennaio 2019
Fashioned from Nature
Victoria and Albert Museum
Cromwell Road

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Ilaria Bulgarelli
Ilaria Bulgarelli (Roma, 1981) ha studiato presso l’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”, conseguendo la laurea triennale in Ingegneria Edile, poi presso “Sapienza Università di Roma”, per terminare i suoi studi con la laurea specialistica in Architettura. Un mix di studi scientifici e creativi che si vanno a fondere con la sua passione per l’arte. Sarà proprio questa passione a condurla verso l’arte contemporanea frequentando il Master of Art della LUISS Creative Business Center. Una formazione che le permette di curare mostre dal progetto curatoriale all’allestimento, collaborando così con artisti di arte contemporanea. È uno stage presso la redazione di “Rai Arte” e una collaborazione con l’ufficio stampa di MondoMostre, a portarla verso la comunicazione e il giornalismo.

LEAVE A REPLY