Al via la nuova edizione della kermesse capitolina dedicata all’universo della moda. Fra arte, musica e cinema, la rassegna consolida il suo carattere multidisciplinare.

Dal 6 al 9 luglio si snoda il fitto calendario di eventi in programma nell’ambito di Altaroma, a conferma della vocazione poliedrica del “festival romano”. Non solo moda, ma arte, musica, cinema, food & mixology nel progetto degli organizzatori sono chiamati a interagire e a fondersi, con l’intento di riflettere sul rapporto tra passato e futuro e sul passaggio generazionale nelle grandi maison. Al centro, la dichiarata, quanto vaga, aspirazione a un “nuovo Rinascimento”. Il Maxxi, l’Auditorium Parco della Musica e il Guido Reni District, ormai collaudato headquarter, disegnano il triangolo della manifestazione tra architetture contemporanee e suggestioni postindustriali. Il Flaminio è incoronato quartiere degli eventi romani.

A.I. Studiò, photo S. Olivieri, G. Palma, Luca Sorrentino
A.I. Studiò, photo S. Olivieri, G. Palma, Luca Sorrentino

IL CALENDARIO

Confermate le tre sezioni del programma, Fashion Hub, Atelier e In Town. La prima coincide sostanzialmente con il progetto di scouting, ormai consolidato, Who Is On Next? in collaborazione con Vogue Italia, che vede tra i dodici progetti selezionati, solo per citarne alcuni, Act N°1, Cora e Marco Rambaldi per l’abbigliamento, Marco Proietti e NicoGiani per gli accessori. Tra i designer consacrati dalle precedenti edizioni, presenteranno le collezioni Spring Summer 2018 Erkan Coruh, Soocha (sabato 8 mattina), Morfosis, Moi Mutilple (giovedì 6 mattina) e Greta Boldini (giovedì 6 sera). Due gli eventi ideati in collaborazione con Coin Excelsior: il talk che sigilla il passaggio di testimone fra Antonio Marras e il figlio Efisio Rocco e la sua prima sfilata ufficiale (venerdì 7 sera).
La sezione Atelier ruota, invece, attorno a tre percorsi espositivi che si snodano negli spazi dell’Ex Caserma (da giovedì 6 fino a domenica 9): la mostra Vanitas – L’Abito tra Sacro e Profano, attraverso la ricostruzione di una quadreria che mette a confronto ritratti civili ed ecclesiastici dal Settecento ai primi anni del Novecento, ispirata alla scenografia de La migliore offerta di Tornatore, indaga la storia dell’abito come segno esteriore e identificativo del ruolo sociale individuale; Drops of  Italian Glamour offre una selezione di quaranta abiti dalla collezione di Enrico Quinto e Paolo Tinarelli, già in mostra a Rio de Janeiro, Lima e al Victoria & Albert Museum. La terza mostra, A.I. – Prove Tecniche di Trasmissione, curata dal progetto internazionale A.I. Artisanal Intelligence di Clara Tosi Pamphili e Alessio de’ Navasques, approfondisce la rappresentazione dell’abito dalla televisione degli Anni Sessanta a Instagram, suggerendo una nuova forma di archiviazione: abiti digitali, dove il pixel sostituisce il tessuto.
Nella sezione In Town è in programma Clorofilìa, misteriosa performance alla Monitor Gallery, che riunisce la capsule collection Seasonless di Marco Grisolia, la serie fotografica di Marco D’Amico ed elementi botanici a cura di Antonio Panella, il tutto accompagnato dall’interpretazione sonora del musicista americano John B. Arnold (sabato 8 sera).
Attese anche le collezioni di Renato Balestra, Gianni Molaro, Sabria Persechino e Rani Zakhem, tutte in programma venerdì. E ancora, la sfilata del giovane Sylvio Giardina, per la prima volta sulla scena romana (venerdì 7 sera) e l’apertura del nuovo atelier di Antonio Grimaldi, di rientro da Parigi, presso Palazzo Besso.
Anche il cinema, però, troverà il suo spazio: il giorno di apertura della kermesse, in omaggio alla figura della direttrice di Vogue Italia Franca Sozzani, verrà proiettato in anteprima a Roma, il film Franca: Chaos and Creation di Francesco Carrozzini e, sulle pareti del Guido Reni District, scoreranno filmati d’epoca legati alle grandi maison di moda, da Gattinoni alle Sorelle Fontana, passando per Schuberth, André Laug, Capucci e Balestra.

Greta Boldini, photo S. Dragone, G. Palma, Luca Sorrentino
Greta Boldini, photo S. Dragone, G. Palma, Luca Sorrentino

PROMOZIONE E FORMAZIONE

Anche per l’edizione estiva, oltre al progetto WION? sono diversi gli appuntamenti dedicati alla promozione della formazione, allo scouting di nuovi talenti, che costituiscono ormai la vera mission di Altaroma, grazie anche al sostegno del Ministero dello Sviluppo Economico e dell’ICE. In tale contesto, si rafforzano i rapporti con le principali Accademie di moda e di Belle Arti italiane (Accademia Costume & Moda, Accademia Altieri, Accademie di Belle Arti di Napoli e di Frosinone, Accademia Koefia, Accademia Moda Maiani, IED e Scuola di Moda Ida Ferri), dando la possibilità agli studenti di concorrere al XXVII CNA Federmoda (domenica 9) e al Fashion From the World by RMI-Ricerca Moda Innovazione (sabato 8 sera).
A tale prospettiva è orientata anche la quarta edizione del progetto Portfolio Review, che riserva agli studenti under 40 la possibilità di sottoporre il proprio portfolio a Sara Sozzani Maino, vice direttore di Vogue Italia (Progetti Speciali) e a Simonetta Gianfelici, talent scout di WION?. Tra i premi speciali si rinnova la partnership con Tomorrow, piattaforma internazionale di showroom con sede a Londra, Milano, Parigi e New York; saranno anche assegnati nuovi premi, assegnati da Sugar, concept store di Arezzo, e da Roberta Valentini, fondatrice dello store Penelope, cui è intitolato il premio destinato a uno dei finalisti di WION?. Appare meritoria, infine, anche l’attenzione riservata alla fotografia, nell’ottica della valorizzazione e compenetrazione tra le varie arti, che si concretizza con la Lectio magistralis di Fotografia, tenuta da Gian Paolo Barbieri in dialogo con Maurizio Rebuzzini e Settimio Benedusi venerdì 7 luglio, nella cornice del Maxxi.

Fabio Massimo Pellicano

www.altaroma.it

Roma // dal 6 al 9 luglio 2017

GUIDO RENI DISTRICT
Via Guido Reni 7
http://guidorenidistrict.com/

MAXXI – MUSEO NAZIONALE DELLE ARTI DEL XXI SECOLO
Via Guido Reni 4/a
www.maxxi.art

ACCADEMIA COSTUME & MODA
Via della Rondinella 2
www.accademiacostumeemoda.it

GALLERIA MUCCIACCIA
Largo della Fontanella di Borghese 89
www.galleriamucciaccia.com

MONITOR GALLERY
Via Sforza Cesarini 43
www.monitoronline.org

GALLERIA CENTRO REGIONALE SANT’ALESSIO
Via Margutta 51/a
www.santalessio.org

ATELIER MOLARO
Via del Babuino 125

CASA DELLE ARMI
Viale delle Olimpiadi

COIN EXCELSIOR
Via Cola di Rienzo 173
www.coinexcelsior.com

ATELIER RENATO BALESTRA
Via Cola di Rienzo 11
www.renatobalestra.it/maisons/

CHIOSTRO DELL’ANGELICUM
Largo Angelicum 1

FONDACO
Via della Frezza
http://fondacoroma.com/

WESTIN EXCELSIOR
Via Veneto 125
www.westinrome.com/it

ATELIER ANTONIO GRIMALDI
Largo di Torre Argentina 11
http://antoniogrimaldi.com

PASTICCIO
Lungotevere Portuense 200
http://pasticcioroma.it/

Evento correlato
Nome eventoAltaroma 2017
Vernissage26/01/2017 ore 15
Duratadal 26/01/2017 al 29/01/2017
Generefashion
Spazio espositivoGUIDO RENI DISTRICT
Indirizzovia Guido Reni, 7 - Roma - Lazio
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Fabio Massimo Pellicano
Fabio Massimo Pellicano (Roma, 1984). Pittore da sempre, o quasi. Avvocato da circa metà decade, ovvero la metà del tempo da cui scrivo come pubblicista. Arte, antiquariato, diritto: se inverti l’ordine delle parole il risultato non muta. Ho collaborato con l’agenzia di stampa DIRE, scrivo per riviste specializzate di diritto pubblico (Giustamm.it) e di arte per la Gazzetta Regionale.

2 COMMENTS

Comments are closed.