Il progetto grafico di Maurizio Ceccato vincitore del Premio ADI Design 2021

L’ex illustratore delle copertine del nostro inserto cartaceo “Grandi Mostre” si è aggiudicato per la terza volta il Premio ADI Design con il progetto grafico della collana di saggi “Altreforme” di Del Vecchio Editore. Un mix di rimandi alla tipografia delle origini e ai manifesti dell’Ottocento e Novecento

Il design di Maurizio Ceccato per Del Vecchio Editore
Il design di Maurizio Ceccato per Del Vecchio Editore

È un tuffo nella storia della tipografia quello offerto da Maurizio Ceccato (Roma, 1970) ai lettori dei saggi della collana Altreforme pubblicata da Del Vecchio Editore. Grazie a un impianto grafico che evoca il fascino dei caratteri a stampa tradizionali, alternati a forme più innovative, la veste del volume colpisce nel segno. L’“involucro” del saggio diventa quasi un soggetto autonomo, racchiudendo tanto la storia del medium quanto una serie di efficaci rimandi al contenuto del volume. La scelta di posizionare in copertina la fotografia dell’autore e la sua biografia ragionata è un invito ad andare oltre la superficie e ad addentrarsi fra le pagine del libro, accompagnati da un’estetica che regala nuova linfa visiva ai caratteri e, di rimando, alle parole.

Il design di Maurizio Ceccato per Del Vecchio Editore
Il design di Maurizio Ceccato per Del Vecchio Editore

IL PREMIO ADI DESIGN 2021 A MAURIZIO CECCATO

L’esito grafico che ne deriva è stato selezionato dall’Osservatorio permanente del Design nell’ADI Design Index, e il Premio ADI Design 2021 è stato assegnato a Maurizio Ceccato – già vincitore di altre due edizioni – nella categoria Design per la comunicazione. È lo stesso autore del progetto a chiarirne i contorni: “Lo studio per la collana editoriale di saggi ‘Altreforme’ di Del Vecchio Editore, parte dall’idea di affascinare il lettore con un uso primordiale della tipografia, data dai caratteri a stampa e decorazioni; l’intenzione è di ricreare le specificità di grafia iconica degli stessi, eliminando quasi del tutto l’iconografia. Si intrecciano vecchi modus operandi della tipografia con nuovi caratteri, uso di letterpress e retini con richiami a manifesti e volantini otto/novecenteschi, scevra da elementi cute che addolciscano l’impatto con il parallelepipedo di carta. L’uso della foto dell’autore in copertina, con una biografia ragionata e narrata, come richiamo sul volto di chi compie la scrittura, come fosse una promocard o una pagina di un quotidiano. Stampato a 4 colori di tonalità pastello, caratteri in nero e piatto di copertina punzonato, embossato in bassorilievo”.

Il design di Maurizio Ceccato per Del Vecchio Editore
Il design di Maurizio Ceccato per Del Vecchio Editore

LA STORIA DI MAURIZIO CECCATO

Prosegue dunque la lunga serie di successi ottenuti da Ceccato nell’ambito della grafica e dell’illustrazione insieme al suo studio IFIX, specializzato in progettazione grafica, comunicazione visiva, art direction e publishing, avviato nel 2007. Oltre ad aver realizzato le copertine per Grandi Mostre, l’inserto cartaceo di Artribune Magazine, Ceccato ha collaborato con realtà giornalistiche come Il manifesto e L’Espresso, aggiudicandosi nel 2019 e nel 2020 il Premio Buona la Prima! per la migliore copertina italiana di libri.

Arianna Testino

www.adi-design.org/2021
www.maurizioceccato.it
www.delvecchioeditore.it

Dati correlati
AutoreMaurizio Ceccato
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Arianna Testino
Nata a Genova nel 1983, Arianna Testino si è formata tra Bologna e Venezia, laureandosi al DAMS in Storia dell’arte medievale-moderna e specializzandosi allo IUAV in Progettazione e produzione delle arti visive. Dal 2015 lavora nella redazione di Artribune. Attualmente dirige l’inserto cartaceo Grandi Mostre ed è content manager per il sito di Sky Arte, curato da Artribune. Nel 2012 ha pubblicato il saggio "Michelangelo Pistoletto. L'unione di vita, parole e opera" e nel 2016 "Un regard sur l’art contemporain italien du XXIe siècle" (con Marco Enrico Giacomelli).