Arte accessibile e design democratico: presentata la nuova collezione IKEA Art Event 2021

IKEA Art Event giunge alla sesta edizione e chiama a raccolta sei artisti e designers da tutto il mondo commissionando oggetti che abbiano in sé una valenza sia artistica che funzionale. La collezione sarà disponibile in tutti i negozi e online da aprile 2021, a prezzi democratici. 

Arte e design, funzionalità e estetica: non si tratta di elementi antitetici tra loro, bensì di ambiti che spesso si trovano interconnessi nelle ricerche dei creativi contemporanei. Partendo dalla domanda “può un’opera d’arte essere anche un oggetto d’uso quotidiano?” la multinazionale svedese di arredamento lancia la nuova collezione IKEA Art Event 2021, commissionando a cinque designers e artisti provenienti da diverse parti del mondo 10 prodotti per la casa in edizione limitata. Loro sono Daniel Arsham (New York), Gelchop (Tokyo), Humans since 1982 (Stoccolma), Sabine Marcelis (Rotterdam) e Stefan Marx (Berlino), figure eterogenee e protagonisti di una collezione che sarà disponibile nei negozi IKEA di tutto il mondo e online a partire da aprile 2021. IKEA Art Event giunge così alla sua sesta edizione: dal 2015 lo scopo dell’azienda è mettere in dialogo il mondo dell’arredamento di interni con l’arte in tutte le sue forme: dai tappeti tessuti a mano fino ai soprammobili in cristallo, passando per fotografia, street art e poster. Con un obiettivo principale: dar vita a un’arte democratica e accessibile, con opere a basso costo pronte a entrare nelle case di un altissimo numero di persone, stimolandone la creatività quotidiana. “Ogni articolo della collezione ha una funzione pratica ma è al tempo stesso un oggetto d’arte”, ha spiegato Henrik Most, Creative Leader di IKEA Art Event. “L’idea tradizionale per cui l’arte è privilegio di pochi mentre il design è appannaggio delle masse non ha più senso, ormai. I due campi si fondono e da qui nasce la magia”. Ecco i prodotti che saranno presto messi in commercio.

– Giulia Ronchi

https://www.ikea.com/it

1. DANIEL ARSHAM, NEW YORK

L’orologio da tavolo di Daniel Arsham, Ikea Art Event 2021

Daniel Arsham è un artista multidisciplinare americano la cui ricerca tocca i campi di arte, architettura e performance. Ha lavorato come scenografo teatrale (con la creazione di set per il coreografo Merce Cunningham) e le sue opere più recenti trattano i temi delle civiltà future e della decadenza archeologica. Costantemente affascinato dal concetto di tempo e di movimento, ha creato per Ikea Art Event 2021 un orologio da tavolo che pare volare via leggero e armonioso: per lui questo oggetto è un chiaro esempio di come si possa unire una funzione pratica alla risonanza emotiva che si prova davanti a una grande opera d’arte.

2. GELCHOP, TOKYO

La lampada di Gelchop, Ikea Art Event 2021

Prendere la forma di un oggetto di uso comune e trasformarne radicalmente la funzionalità: è quello che ha fatto il collettivo giapponese Gelchop per Ikea Art Event 2021, ispirandosi alla classica chiave a brugola per dar vita a una lampada da tavolo e una torcia, disponibili in blu metallizzato e argento. Secondo gli artisti, l’umile brugola non aveva mai avuto l’attenzione che meritava e quindi hanno deciso di renderla protagonista, sovradimensionandola e elevandola a oggetto d’arte.

3. HUMANS SINCE 1982, STOCCOLMA

I droni di Humans since 1982, Ike Art Event 2021

Il duo fondato nel 2009 dal tedesco Bastian Bischoff e dallo svedese Per Emanuelsson, allora studenti all’HDK di Göteborg, mette al centro della sua opera il drone, moderno strumento tecnologico associato alla sorveglianza; per Ikea Art Event 2021 questo diventa un oggetto da collezione incorniciato in una minivetrina di alluminio. Al centro della ricerca di Humans Since 1982 è costante la volontà di sollevare domande sull’accelerazione e sulla sua natura dualistica della tecnologia nella contemporaneità.

4. SABINE MARCELIS, ROTTERDAM

La lampada di Sabine Marcelis, Ikea Art Event 2021

Di origini neozelandesi ma con base a Rotterdam, la designer Sabine Marcelis lavora sulla possibilità di offrire esperienze sensoriali coinvolgenti e cambiare la percezione dell’ambiente attraverso prodotti, installazioni e spatial design. Per Ikea Art Event 2021 ha lavorato su forme minimaliste e elementi essenziali, come la luce e il colore. Si è inoltre ispirata a uno degli artisti più noti del Novecento italiano, Lucio Fontana con i suoi Tagli. Il risultato è una lampada circolare – progettata provando a piegare e tagliare la carta – in cui la luce filtra attraverso un’unica fenditura, regolabile in varie cromie.

5. STEFAN MARX, BERLINO

Il vaso di Stefan Marx, Ikea Art Event 2021

Una nota romantica e sentimentale accomuna i lavori presentati per Ikea Art Event 2021 dall’artista e illustratore tedesco Stefan Marx, un vaso e un plaid in cui anche la parola diventa elemento decorativo e messaggio al tempo stesso. “I’m so so so sorrryyyy” è la frase che compare sul vaso, mentre “I wait here for you forever as long as it takes” è il messaggio che l’artista ha annotato sul suo bloc-notes dopo averlo letto su un muro di Londra, e riportandolo sulla coperta. Due oggetti di forte impatto emotivo che secondo Marx riusciranno a portare calore e affetto nelle case delle persone.

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Giulia Ronchi
Giulia Ronchi è nata a Pesaro nel 1991. È laureata in Scienze dei Beni Culturali all’Università Cattolica di Milano e in Visual Cultures e Pratiche curatoriali presso l’Accademia di Brera. È stata tra i fondatori del gruppo curatoriale OUT44, organizzando mostre e workshop con artisti emergenti del panorama milanese. Ha curato il progetto Dissuasori Mobili, presso il festival di video arte “XXXFuoriFestival” di Pesaro. Ha collaborato con le riviste Exibart e Artslife, recensendo mostre e intervistando personalità di spicco dell’arte. Ha collaborato con le testate femminili Elle, Elle Decor, Marie Claire e il maschile Esquire scrivendo di arte, cultura, lifestyle, femminismo e storie di donne.