E anche il Salone del Mobile di Milano slitta in autunno. Si farà a settembre

Nuove date per il Salone del Mobile: l’edizione numero sessanta si farà a in autunno, dal 5 al 10 settembre, quando la situazione sanitaria complice l’arrivo del vaccino dovrebbe essere più stabile. E sarà una grande festa che coinvolgerà tutta la città.

Salone del Mobile a Rho Fiera
Salone del Mobile a Rho Fiera

Continua il balletto delle date per il Salone del Mobile di Milano. È appena arrivato l’annuncio che l’edizione 2021, quella del rilancio dopo la pausa di un anno dovuta alla pandemia, si terrà dal 5 al 10 settembre. Una scelta comprensibile – anticipata nei giorni scorsi da una fuga di notizie su alcuni siti di settore che non era stata presa del tutto seriamente dagli addetti ai lavori dal momento che molti di loro, anche quelli coinvolti in prima persona nella definizione delle proposte dei distretti, erano ancora in attesa di una comunicazione ufficiale -. La decisione si spiega con la speranza di trovare una situazione sanitaria più tranquilla in autunno, condizione necessaria anche solo per pensare di mettere in moto una macchina organizzativa pesante come quella della fiera e dei suoi annessi e connessi, e con l’impatto devastante che una nuova cancellazione avrebbe sull’intero settore.

LE NUOVE DATE DEL SALONE DEL MOBILE

Spostare la data del Salone del Mobile non è un semplice esercizio di calendarizzazione, ma deve tener conto dei molto giorno necessari per allestire e disallestire i diversi padiglioni e questo, a sua volta, deve coincidere con le esigenze di molte altre manifestazioni che utilizzano gli spazi di Fiera Milano” ha spiegato in una nota il presidente Claudio Luti Confidiamo che lo slittamento a settembre possa lasciare i giusti tempi per superare la fase ancora acuta della pandemia e rappresentare davvero una ripartenza reale a livello globale”. Che cosa troveremo a settembre, quindi, in questa edizione autunnale che coinciderà con le celebrazioni per il il 60esimo anniversario del Salone? Un grande momento di incontro e di festa per tutto il settore design, con tutti i settori merceologici riuniti per la prima volta nei padiglioni di Rho Fieramilano.

GLI ESPOSITORI NELL’EDIZIONE 2021

Oltre ad Euroluce, che illumina la fiera ad anni alterni ed era già prevista nel 2021, e alle manifestazioni che si tengono tutti gli anni (i Saloni internazionali del Mobile e del Complemento d’ArredoWorkplace 3.0, la proposta b2b S. Project e il Salone Satellite), ci saranno infatti anche EuroCucina/FTKe il Salone Internazionale del Bagno, di solito organizzati nelle annate pari. Si attendono anche altre novità, sviluppate presumibilmente in stretta relazione con il Comune di Milano e con l’altro grande player cittadino per quanto riguarda la cultura del progetto, la Triennale. “Dopo un così lungo tempo di distanziamento fisico e sociale in ogni ambito, vorremmo poter pensare al Salone dell’incontro e del confronto reale e poter tornare a emozionarci insieme con una città animata di nuovi propositi” auspica ancora Luti. Anche HOMI Milano, fiera dedicata alla casa e alle tendenze dell’abitare, si terrà nelle stesse date, dal 5 all’8 settembre, ma nel polo urbano di Fieramilanocity.

Giulia Marani

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Giulia Marani
Giornalista pubblicista, vive a Milano. Scrive per riviste italiane e straniere e si occupa della promozione di progetti editoriali e culturali. Dopo la laurea in Comunicazione alla Statale di Milano si specializza in editoria a Paris X-Nanterre. La passione per l’universo del progetto nasce proprio a Parigi, dove lavora nella redazione della rivista Architectures à vivre (dal 2007 al 2012) e partecipa al lancio di EcologiK, la prima rivista francese dedicata alla progettazione ecoresponsabile. Collabora con Artribune dal 2013 e coordina le pagine dedicate al design da gennaio 2019.