Tutto il resto è noia. Piccole ossessioni in 10 gadget

“Non ho detto gioia ma noia, noia, noia”, cantava il mitico Franco Califano. In fondo però chi l’ha detto che annoiarsi non va bene? Dall’ozio alla ripetitività, dalle fissazioni alle ossessioni monomaniacali: ecco alcuni esempi – come sempre, in forma di gadget.

1. PAZZA PER I GATTI

Crazy Cat Lady

Da queste parti la chiamiamo “gattara” e ce n’è una in ogni quartiere, ma il fenomeno ha evidentemente una portata internazionale. Tanto da giustificare la produzione di una action figure dedicata: la Crazy Cat Lady. Gattini inclusi nella confezione.

www.amazon.com

2. SOLO PER CHEF OSSESSIVI

Fred The Obsessive Chef

Si chiama Fred The Obsessive Chef questo tagliere pensato per chi ama fare sempre le cose per bene, persino quando affetta le verdure. Sulla superficie sono incisi righelli e goniometri, per calibrare con esattezza ogni taglio.

www.genuinefred.com

3. FACCE DA VALIGIA

Facce da valigia prodotte da Firebox

C’è chi mette adesivi o lacci colorati sulla propria valigia, in modo da riconoscerla più facilmente al momento del ritiro in aeroporto, oppure nel bagagliaio di un pullman. E poi ci sono i narcisisti incalliti, che ci fanno direttamente stampare sopra la propria faccia…

www.firebox.com

4. APERO-MANIA

The Clos On The Go

Un set da asporto che contiene tutto quello che serve per degustare un buon vino in compagnia. The Clos On The Go è una comoda borsa con dentro una bottiglia, due bicchieri, un cavatappi, una tovaglia e persino un mazzo di carte. Per chi non sa rinunciare al rito dell’aperitivo.

www.trinaturk.com

5. VITA: ISTRUZIONI PER L’USO

Manuali per imparare a vivere meglio in vendita su Bless This Stuff

Una raccolta di manuali per imparare a vivere meglio, firmati dai maggiori esperti in circolazione. Due cofanetti, per un totale di dodici libri, aiutano ad affrontare con maggior sicurezza tutte le sfere dell’esistenza: dal lavoro al sesso, passando per i soldi e le relazioni online.

www.blessthisstuff.com

6. COSTRUZIONI 2.0

Troxes

I Lego incontrano l’antica arte dell’origami. I Troxes sono mattoncini triangolari che si incastrano tra loro permettendo di costruire infinite forme. A inventarli sono stati gli smanettoni del MIT Media Lab di Boston e sono in vendita grazie a una riuscita campagna di crowdfunding.

www.kickstarter.com

7. COLAZIONE DA CAPO A PIEDI

Breakfast Socks

Si chiama Breakfast Socks questa buffa collezione di calzini il cui packaging evoca tutte le possibili leccornie della colazione: toast, uova, dolcetti, baguette, pancake, croissant. Per i peccatori di gola con una passione per la moda.

www.thefowndry.com

8. LA LIVELLA IN TASCA

La matita livella prodotta da Suck Uk

Una matita da carpentiere: di legno, con punta piatta e livella incorporata. Utile per i patiti dei piccoli lavoretti in casa, per i galleristi in fase di allestimento, per i curatori più pignoli. L’ennesimo gadget intelligente prodotto dall’inglese Suck Uk.

www.suck.uk.com

9. PASSATEMPI SU CARTA

Atypyk, Killing Time

Ammazzare il tempo non è reato. Probabilmente perché ce n’è in abbondanza”. È questo lo slogan con cui il team francese di designer Atypyk presenta il proprio libro Killing Time. Una specie di album per colorare per adulti. Per chi ama scarabocchiare mentre parla al telefono, o semplicemente perdere tempo invece di lavorare.

http://atypyk.com/

10. BIRRE LYNCHIANE

Le birre con la consulenza di David Lynch

David Lynch è il regista dell’ossessione per eccellenza. E altrettanto ossessionati sono i suoi fan, soprattutto quando si parla di Twin Peaks. Il regista americano ha collaborato con designer e craft brewer per una serie limitata di lattine ispirate alla serie.

https://festivalofdisruption.com/

Valentina Tanni

Articolo pubblicato su Artribune Magazine #40

Abbonati ad Artribune Magazine
Acquista la tua inserzione sul prossimo Artribune

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Valentina Tanni è storica dell’arte, curatrice e docente; la sua ricerca è incentrata sul rapporto tra arte e tecnologia, con particolare attenzione alle culture del web. Insegna Digital Art al Politecnico di Milano e Culture Digitali alla Naba – Nuova Accademia di Belle Arti di Roma e Milano. Ha pubblicato “Random. Navigando contro mano, alla scoperta dell’arte in rete” (Link editions, 2011) e “Memestetica. Il settembre eterno dell’arte” (Nero, 2020).