DimoreDesign Bergamo: al via la settima edizione che apre i palazzi storici con i designer

Parte il 10 settembre la settima edizione della manifestazione che apre le porte dei palazzi storici di Bergamo e ne ridisegna gli interni con l’aiuto di designer di fama. Un modo per rendere fruibili al grande pubblico residenze splendide ma non sempre accessibili e per stimolare il dialogo tra architettura del passato e creatività di oggi.

DimoreDesign, edizione 2016
DimoreDesign, edizione 2016

La formula di DimoreDesign, la rassegna bergamasca che giunge quest’anno alla sua settima edizione, è semplicissima: si tratta di rileggere in chiave contemporanea i palazzi cittadini facendo dialogare mura secolari, stucchi e affreschi con gli allestimenti d’impatto scenico curati da alcuni designer di fama. Tutto ruoterà ancora una volta intorno a quattro residenze nobiliari – Palazzo Moroni, Palazzo Terzi, Palazzo Agliardi e Villa Grismondi Finardi – che conservano al loro interno opere d’arte di eccezionale valore, dai decori del Tiepolo ai dipinti di Moroni, Luini e Baschenis.

Palazzo Moroni, Alessandro Guerriero_2016_ph Ezio Manciucca
Palazzo Moroni, Alessandro Guerriero_2016_ph Ezio Manciucca

I DESIGNER A CONFRONTO CON LA STORIA

Dal 10 settembre al 4 ottobre questi gioielli dell’architettura cinque-seicentesca (ad eccezione di Villa Gismondi Finardi che, abitata dal ‘700 deve gran parte del suo charme al restauro ottocentesco di Giacomo Bianconi) accoglieranno gli oggetti “viaggiatori” di Paola Navone e Rosa Maria Rinaldi, sospesi tra epoche diverse e a caccia di cortocircuiti temporali che facciano scaturire nuove storie, la wunderkammer allestita da Matteo Ragni per la sua “ode alle cose” e la scenografia pensata da Marc Sadler per valorizzare le linee pulite e la flessuosità naturale della sua Twiggy. A Palazzo Agliardi, uno spazio “assopito nel tempo” come il grande salone di Apollo e Diana si risveglia grazie al “soffio” di Katrin Arens. Le residenze, così interpretate dai cinque creativi, ognuno portatore di una visione e di una sensibilità diversa, saranno eccezionalmente aperte al pubblico tutte le domeniche con una serie di visite guidate. Tanti gli eventi collaterali da non perdere, dagli incontri con i designer organizzati ogni mercoledì sera nei saloni delle dimore e moderati da Giacinto Di Pietrantonio, direttore della GAMeC, la Galleria di Arte Moderna e Contemporanea di Bergamo, al percorso di Masterclass rivolto agli studenti dello IED.

Palazzo Terzi, Atelier Biagetti_2016_ph Ezio Manciucca
Palazzo Terzi, Atelier Biagetti_2016_ph Ezio Manciucca

NON SOLO DESIGN A BERGAMO

Settembre nella città orobica non sarà un mese caldo soltanto per quanto riguarda il design. Nello stesso periodo, la Piazza Vecchia di Bergamo Alta ospiterà la monumentale installazione dell’architetto paesaggista olandese Lodewijk Balijon, opera simbolo di un’altra rassegna, I Maestri del Paesaggio (7-24 settembre), dedicata alla natura e alla bellezza e accompagnata da oltre cinquanta eventi collaterali tra mostre, concerti e laboratori.

Giulia Marani

DimoreDesign 2017, settima edizione / Dal 10 settembre al 4 ottobre 2017
Tutte le domeniche, visite guidate senza prenotazione
dalle 10.30 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 18.30
www.dimoredesign.it

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Giulia Marani
Giornalista pubblicista, vive a Milano. Scrive per riviste italiane e straniere e si occupa della promozione di progetti editoriali e culturali. Dopo la laurea in Comunicazione alla Statale di Milano si specializza in editoria a Paris X-Nanterre. La passione per l’universo del progetto nasce proprio a Parigi, dove lavora nella redazione della rivista Architectures à vivre (dal 2007 al 2012) e partecipa al lancio di EcologiK, la prima rivista francese dedicata alla progettazione ecoresponsabile. Collabora con Artribune dal 2013 e coordina le pagine dedicate al design da gennaio 2019.