100 anni di Ettore Sottsass. Una grande mostra al Vitra celebra il grande designer

La mostra nella nuova ala del Vitra Design Museum celebra il centenario del famoso designer con 30 opere chiave della sua produzione, accanto ai suoi testi poetici e ai disegni di mobili per il gruppo Memphis

Links Tahiti Tischlampe, 1981. Mitte Nr. 20084 Don Tischlampe Rechts Halo Click Tischlampe, ca. 1988. Foto Jürgen Hans
Links Tahiti Tischlampe, 1981. Mitte Nr. 20084 Don Tischlampe Rechts Halo Click Tischlampe, ca. 1988. Foto Jürgen Hans

Quest’anno avrebbe festeggiato il suo centesimo compleanno il designer austriaco-italiano Ettore Sottsass (Innsbruck, 1917 – Milano, 2007) tra i massimi esponenti del disegno industriale del XX secolo.  Celebrerà questa importante ricorrenza la mostra dal titolo Ettore Sottsass, rebel and poet, organizzata dal Vitra Design Museum e ospitata al Vitra Schaudepot, il nuovo edificio progettato dallo studio Herzog & de Meuron vicino a Basilea e inaugurato un anno fa per ospitare parte della collezione del museo ed esposizioni temporanee. Considerata una delle figure più significative e anticonformiste del design del XX secolo, Sottsass diventa noto con i suoi progetti per l’azienda Olivetti, come la leggendaria macchina da scrivere Valentine (1969), e con le sue sculture poetiche e minimaliste. Negli anni ‘80 diventa la mente del collettivo di design Memphis con mobili iconici e dalle forme accese come la libreria Carlton (1981) le lampade Ashoka (1981) e Tahiti (1981) e la scrivania Tartar (1985): oggetti svincolati dal concetto di forma-funzione. La mostra illustra questo sviluppo con una trentina di opere chiave della sua produzione, accompagnate da estratti dal vasto complesso di suoi testi poetici e letterari e dai suoi famosi disegni di mobili per il gruppo Memphis. Ecco le immagini.

– Claudia Giraud

Ettore Sottsass – Rebel and Poet
14.07. – 24.09.2017
Vitra Schaudepot, Temporary Space
http://www.design-museum.de/en/

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Claudia Giraud
Nata a Torino, è laureata in storia dell’arte contemporanea presso il Dams di Torino, con una tesi sulla contaminazione culturale nella produzione pittorica degli anni '50 di Piero Ruggeri. Giornalista pubblicista, iscritta all’Albo dal 2006, svolge attività giornalistica per testate multimediali e cartacee di settore. Dal 2011 fa parte dello Staff di Direzione di Artribune (www.artribune.com ), è Caporedattore Musica e cura, per il magazine cartaceo, la rubrica "Art Music" dedicata a tutti quei progetti dove il linguaggio musicale si interseca con quello delle arti visive. E’ stata Caporedattore Eventi presso Exibart (www.exibart.com). Ha maturato esperienze professionali nell'ambito della comunicazione (Ufficio stampa "Castello di Rivoli", "Palazzo Bricherasio", "Emanuela Bernascone") ed in particolare ha lavorato come addetto stampa presso la società di consulenza per l'arte contemporanea "Cantiere48" di Torino. Ha svolto attività di redazione quali coordinamento editoriale, realizzazione e relativa impaginazione degli articoli per l’agenzia di stampa specializzata in italiani all’estero “News Italia Press” di Torino. Ha scritto articoli e approfondimenti per diverse testate specializzate e non (SkyArte, Gambero Rosso, Art Weekly Report e Art Report di Monte dei Paschi di Siena, Exibart, Teknemedia, Graphicus, Espoarte, Corriere dell’Arte, La Piazza, Pagina).