Moleskine al Salone tra street art e nomadismo. Zaini e taccuini reinventati da Bradley Theodor

Uno street artist newyorchese, un designer italiano, un brand noto in tutto il mondo. Moleskine approda alla Milano Design Week e partecipa a un progetto per il Fuorisalone. Puntando sul restyling dei suoi articoli più noti.

Bradley Theodore con Moleskine alla Milano Design Week 2017
Bradley Theodore con Moleskine alla Milano Design Week 2017

Oggetti da portarsi in giro, tra passeggiate metropolitane, viaggi, momenti di svago o di concentrazione. Una borsa e un taccuino, compagni d’avventure. Li ha reinventati lo street artist newyorkese di origini caraibiche Bradley Theodore, per il mitico marchio Moleskine, che ha così risposto alla call sul Design Nomade lanciata da BASE nell’ambito del Fuorisalone 2017. L’iconico taccuino con la cover rigida nera, tascabile, resistente, conosciuto in tutto il mondo e usato per raccogliere schizzi, pensieri, idee, appunti, fa dunque il paio con lo zaino della Collezione Classic, che proprio al design della Moleskine si ispira: rettangolare, con gli angoli smussati, basic, elegante, solido, con base semirigida. Il segno pittorico di Theodore, fra tag, profili di palazzi, figurine stilizzate e forme vagamente espressioniste, trasforma i materiali in superfici cromatiche, customizzate con pennelli e bombolette. La tavolozza va dal celeste al verde acqua, dal viola al rosa, usando il bianco per i contorni rapidi e il nero per sfondi e strutture.

Bradley Theodore con Moleskine alla Milano Design Week 2017
Bradley Theodore con Moleskine alla Milano Design Week 2017

5 SEDI A MILANO. DAL DESIGN ALLA PITTURA

L’evento Moleskine – a proposito di nomadismo – si espande in 5 sedi cittadine, fra il 3 e il 5 aprile. Negli spazi di BASE l’installazione M-Box si concentra sull’elemento più innovativo delle collezione Classic, ideate dal designer Giulio Iacchetti: la shell, una base protettiva che permette alle borse di stare in piedi quando posano a terra, proteggendole. Al Moleskine Café è ambientato invece Moving Ideas, il party di apertura della Milano Design Week Moleskine, con Bradley Theodore impegnato in una performance di live painting sulle vetrate di facciata; quindi, una parte interattiva tutta digitale: nei Moleskine Store di Piazza Gae Aulenti, via Dante e corso Buenos Aires sarà il pubblico a personalizzare virtualmente le borse Moleskine, disegnando un proprio pattern con il sistema Smart Writing Set Moleskine e la app My Virtual BackPack, condividendo il risultato sui social. Infine i talk, sempre a BASE: Let’s talk about street-art (4 aprile, ore 12), in conversazione con Theodore, e From Notebook to Backpack (5 aprile, ore 17), insieme a Iacchetti.

– Helga Marsala

BASE – Via Bergognone 34, Milano

http://base.milano.it
http://www.moleskine.com

Dati correlati
Spazio espositivoBASE MILANO
IndirizzoVia Bergognone 34, 20144 - Milano - Lombardia
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Helga Marsala
Helga Marsala è critico d'arte, giornalista, notista culturale e curatore. Insegna all'Accademia di Belle Arti di Roma, dove è anche responsabile dell'ufficio comunicazione. Collaboratrice da anni di testate nazionali di settore, ha lavorato a lungo come caporedattore per la piattaforma editoriale Exibart. Nel 2011 è nel gruppo che progetta e lancia la piattaforma Artribune, dove ancora oggi lavora come autore e membro dello staff di direzione. Svolge un’attività di approfondimento teorico attraverso saggi e contributi critici all’interno di pubblicazioni e cataloghi d’arte e cultura contemporanea. Scrive di arti visive, arte pubblica e arte urbana, politica, costume, comunicazione, attualità, moda, musica e linguaggi creativi contemporanei. È stata curatore dell’Archivio SACS presso Riso Museo d'arte contemporanea della Sicilia e membro del Comitato Scientifico, collaborando a più riprese con progetti espositivi, editoriali e di ricerca del Museo. Cura mostre e progetti presso spazi pubblici e privati in Italia, seguendo il lavoro di artisti italiani ed internazionali. Dal 2018 lavora come Consulente per la Cultura del Presidente della Regione Siciliana e dell'Assessore dei Beni Culturali e dell'Identità Siciliana.