In wine the truth: cinema, teatro, architettura (e vino!) nelle cantine di Toscana

Dal 25 luglio al 15 ottobre le cantine della rete di Toscana Wine Architecture saranno palcoscenici d’eccezione per la proiezione di film sull’architettura.

Cantina Petra 04, Mario Botta © Cantina Petra
Cantina Petra 04, Mario Botta © Cantina Petra

Grandi firme internazionali dell’architettura come Renzo Piano, Tobia Scarpa, Mario Botta negli anni ’90 sono intervenuti nel cambiare il volto delle cantine locali, cantine che non guardano solo al vino ma anche alla valorizzazione del paesaggio e lo fanno attraverso il design e il cinema. Dal 25 luglio al 15 ottobre le cantine della rete di Toscana Wine Architecture e ProViaggiArchitettura in collaborazione con Milano Design Film Festival presentano “In wine the truth”, un cartellone di appuntamenti per unire tre passioni: vino, architettura e cinema. Un dialogo tra la prima e la settima arte, allietato dalla degustazione di vini di grande qualità, immersi in un contesto che non è neutro, ma contribuisce al significato del contenuto. 

Cantina Petra 04, Mario Botta © Cantina Petra
Cantina Petra 04, Mario Botta © Cantina Petra

IL PROGRAMMA DI IN WINE THE TRUTH

Il cartellone di In wine the truth parte il 25 luglio dalla Cantina Salcheto a Montepulciano con “Bauhaus Spirit: 100 Years of Bauhaus” di Niels Bolbrinker e Thomas Tielsch, un racconto per veri appassionati che spiega il Bauhaus e il suo modo di vivere il mondo. Si prosegue il 2 agosto a Caiarossa, a Riparbella con “Fallingwater. Frank Lloyd Wright’s Masterpiece” di Kenneth Love, un film che in Italia pochissimi conoscono e che immerge in una determinata architettura immersiva tra acqua e natura. L’8 agosto sarà la volta di Rocca di Frassinello, a Gavorrano, con il film “Il potere dell’archivio. Renzo Piano Building Workshop” di Francesca Molteni, presentato in anteprima lo scorso anno al MAXXI e racconta la nascita, l’ordinamento, la funzione e la progettualità dell’Archivio dei progetti del Renzo Piano tra sperimentazione e testimonianze. Il 22 agosto a Petra, in quel di Suvereto, verrà proiettato “My Architect: il viaggio di un figlio” di Nathaniel Kahn, candidato al premio Oscar al miglior documentario nel 2003, racconta di Louis Kahn, uno dei più celebri architetti del secondo dopoguerra. Le proiezioni del mese di agosto chiudono il 29 alla Cantina di Montalcino con “Palladio” di Giacomo Gatti, un itinerario on the road che segue la rivoluzione e la contemporaneità di questo grande architetto. Il 6 settembre continuano le attività alla Fattorie delle Ripalte all’Isola d’Elba con “Tobia Scarpa. L’anima segreta delle cose” di Elia Romanelli, documentario su uno straordinario architetto che si definisce un designer ‘poeta’ innamorato della vita e delle sue molteplici forme. Chiude il percorso cinematografico di “In wine the truth” il 15 ottobre a Colle Massari, a Cinigiano il film “Modern Tide: Midcentury Architecture on Long Island” di Jake Gorst, doc del 2012 mai uscito in sala in Italia.

Tinaia Salcheto
Tinaia Salcheto

I PROMOTORI

Toscana Wine Architecture è una rete, costituita nel 2017, che riunisce 14 cantine di design (Cantina Antinori nel Chianti Classico, Caiarossa, Cantina di Montalcino, Castello di Fonterutoli, Colle Massari, Fattoria delle Ripalte, Il Borro, Le Mortelle, Petra, Podere di Pomaio, Rocca di Frassinello, Salcheto, Tenuta Ammiraglia – Frescobaldi, Tenuta Argentiera) che hanno fatto singolarmente investimenti significativi e hanno deciso di puntare su una strategia comune, per promuovere il territorio attraverso il legame tra vino e architettura, coniugandolo con l’arte dell’accoglienza. Toscana Wine Architecture viene promosso da Regione Toscana in collaborazione con Vetrina Toscana, Federazione Strade del Vino, dell’Olio e dei sapori di Toscana in collaborazione con Fondazione Sistema Toscana.

Margherita Bordino

La quota di partecipazione è di 35,00 € e per gli architetti sono previsti 2 crediti formativi professionali. Per informazioni e prenotazioni
www.proviaggiarchitettura.com
Per ulteriori informazioni: www.winearchitecture.it

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Margherita Bordino
Classe 1989. Calabrese trapiantata a Roma, prima per il giornalismo d’inchiesta e poi per la settima arte. Vive per scrivere e scrive per vivere, se possibile di cinema o politica. Con la valigia in mano tutto l’anno, quasi sempre in giro per il Belpaese tra festival e rassegne cinematografiche o letterarie. Laureata in Letteratura, musica e spettacolo, e Produzione culturale, giornalismo e multimedialità. È giornalista pubblicista e lavora come freelance. Collabora tra gli altri con Cinematographe.it, la Rivista 8 1/2, fa parte della redazione del programma tv Splendor e coordina Cinecittà Luce Video Magazine.