Il Dipartimento degli Affari Culturali di New York stanzia 212 milioni di dollari per le arti

La cifra stanziata dal Department of Cultural Affairs di New York sarà investita in arte pubblica, istruzione e associazioni culturali

Veduta di New York
Veduta di New York

212 milioni di dollari da investire in cultura: è questa la considerevole cifra che il DCLA – Department of Cultural Affairs di New York ha destinato per il bilancio dell’anno fiscale 2020 per le arti. L’importo, che è il più alto assegnato finora al settore culturale, è di 13 milioni in più rispetto allo scorso anno (che era già una cifra record), ed è di 57 milioni in più rispetto al budget annuale che il National Endowment for the Arts (agenzia federale indipendente che finanzia e promuove iniziative artistiche) destina a tutti gli Stati Uniti.

 IL PIANO CULTURALE CREATENYC

Una parte dei 212 milioni di dollari del DCLA saranno destinati al CreateNYC, il primo piano culturale globale di New York lanciato nel 2017 dall’attuale sindaco Bill deBlasio. Il piano fornisce un quadro a lungo termine per promuovere maggiore equità, accessibilità, varietà e opportunità di espansione a tutti i residenti per partecipare alla vita culturale della città. Adesso il DCLA ha deciso di aggiornare CreateNYC, trasformatosi in CreateNYC Action Plan, con 5 nuovi obiettivi per il settore culturale: aumentare i finanziamenti, aumentare le pratiche inclusive, consolidare i rapporti con il governo della città, affrontare la crisi economica e incrementare la programmazione dell’educazione artistica nelle scuole pubbliche. “Dal 2017, abbiamo fatto passi da gigante nella promozione di un settore culturale più equo, diversificato e vivace che offra ampio accesso a esperienze culturali trasformative”, ha affermato il Commissario per gli affari culturali Tom Finkelpearl. “Con il piano d’azione CreateNYC stiamo mettendo un nuovo strumento nelle mani dei cittadini in modo che possano capire meglio il lavoro che abbiamo svolto fino ad oggi e dove ci stiamo dirigendo. Ci impegniamo a fare investimenti che sostengano i progressi che abbiamo fatto finora e continuiamo a lavorare con i nostri partner verso una comunità culturale al servizio di tutti i newyorkesi”.

I FONDI DEL DEPARTMENT OF CULTURAL AFFAIRS 

Nello specifico, tra i progetti del piano CreateNYC che riceveranno i finanziamenti del DCLA ci sono il CulturePass, che permette ai newyorkesi aventi tessera della biblioteca di entrare gratuitamente nei musei, e il Language Access Fund, che ha come scopo quello di fornire ai locali la cui principale lingua non è l’inglese una programmazione culturale. Le 33 organizzazioni del gruppo Cultural Institutions avranno accesso a 10,6 milioni di finanziamenti in più rispetto allo scorso anno, con le organizzazioni più piccole del gruppo che potranno beneficiare di quote proporzionalmente più grandi. 4 milioni di dollari saranno invece destinati ad artisti e collettivi, mentre il budget per il Cultural Development Fund è aumentato di quasi 15 milioni di dollari.

– Desirée Maida 

www1.nyc.gov/site/dcla/index.page

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Desirée Maida
Desirée Maida (Palermo, 1985) ha studiato presso l’Università degli Studi di Palermo, dove nel 2012 ha conseguito la laurea specialistica in Storia dell’Arte. Palermitana doc, appassionata di alchimia e cultura giapponese, approda al mondo dell’arte contemporanea dopo aver condotto studi sulla pittura del Tardo Manierismo meridionale (approfonditi durante un periodo di ricerche presso la Galleria Regionale della Sicilia di Palazzo Abatellis) e sull’architettura medievale siciliana. Ha scritto per testate siciliane e di settore, collaborato con gallerie d’arte e curato mostre di artisti emergenti presso lo Spazio Cannatella di Palermo. Oggi fa parte dello staff di direzione di Artribune e cura per realtà private la comunicazione di progetti artistici e culturali.