L’Accademia di Belle Arti di Lecce riparte. Il Miur ratifica la nomina del direttore Andrea Rollo

Dopo tre mesi di stallo messicano, e a seguito di due esposti anonimi, il Miur ratifica la nomina del direttore Andrea Rollo. Ad aiutare la situazione, anche l’articolo di Artribune, primo media a rilanciare la notizia sulla stampa nazionale.

Lecce - candidata a Capitale Europea della Cultura 2019

Sono stati giorni di fuoco quelli che hanno visto studenti, docenti e amici-sostenitori impegnati nel tam-tam per far girare la notizia di un vero e proprio stallo messicano che da circa tre mesi teneva in scacco l’Accademia di Belle Arti di lecce. Una storia di ricorsi, di blocchi, di anonimato nata a seguito dell’elezione del professor Andrea Rollo a direttore dell’Accademia di Belle Arti di Lecce. Il mandato di quest’ultimo era già stato firmato a fine ottobre dal Ministro dell’Istruzione Valeria Fedeli, ma non ratificato dal MIUR, nella persona di Daniele Livon. Perché? Al Miur erano arrivati due esposti peraltro anonimi. Nel primo si insinuava un presunto legame di parentela (peraltro non incompatibile) tra Rollo e il presidente dell’Accademia, in passato direttore, Fernando De Filippi. Un secondo esposto, più recente, metteva, invece, in discussione l’eleggibilità del neo-direttore, con il risultato di bloccare tutto: lauree, Erasmus, assunzioni, permessi di soggiorno e così via.

LA DENUNCIA

Venerdì 15 dicembre 2017 un gruppo di docenti ha rilasciato una lettera aperta in cui ha comunicato di aver presentato una denuncia alla Procura di Lecce.  Molti sono artisti e critici d’arte conosciuti nel mondo dell’arte: Ester Annunziata, Giuseppe Bolognini, Marco Calogiuri, Luciano Calosso, Rossella Campana, Vittorio Comi, Franco Contini, Patrizia Dal Maso, Stefania Galegati, Michele Giangrande, Lucia Ghionna, Roberto La Carbonara, Anna Maria Lifonso, Giuseppe Lisi, Marco Mariano, Angelo Maria Monaco, Domenico Mongelli, Enrico Picinni Leopardi, Gaetano Russo, Laura Scaringi, Carla Sello, Donatella Stamer. Insieme a loro, in un atto di solidarietà docenti-alunni, anche la Consulta degli Studenti, rappresentata da Serena Leone, Doralma A. Palestra, Marco De Santis, Jonathan F. Politi.

LA RISOLUZIONE DELLO STALLO

Fino alla buona notizia. Nel pomeriggio di lunedì 18 dicembre infatti, si legge in un comunicato rilanciato dagli stessi protestatari “il Ministero dell’Università e della Ricerca ha inoltrato all’Accademia di Belle Arti di Lecce la ratifica di nomina del nuovo Direttore Prof. Andrea Rollo. A seguito di numerose comunicazioni di sollecito e di pubbliche contestazioni anche mediatiche” (tra queste l’intervento di Artribune, primo media a rilanciare la notizia sulla stampa nazionale) “a causa del ritardo di circa tre mesi dallo svolgimento delle elezioni, il Ministero ha finalmente ufficializzato l’incarico”.  Non manca qualche nota di gratitudine e di soddisfazione per una Accademia che finalmente riparte: “I docenti e gli studenti, mobilitati al fine di risolvere la gravosa vacatio amministrativa, esprimono piena gratitudine nei confronti di tutti coloro che hanno sostenuto questa battaglia, specie giornali, televisioni e cronisti che hanno reso pubblica la drammatica situazione in corso presso l’Accademia di Belle Arti, documentando l’accaduto a livello nazionale. Si rivolgono inoltre i migliori auguri per un proficuo lavoro al “finalmente“ neoeletto Direttore”. La manifestazione prevista per il 20 dicembre, che avrebbe visto docenti e studenti ammanettati al cancello dell’Accademia in segno di protesta, si trasformerà in un giorno di festa, “un’occasione per ribadire la determinazione di un’Accademia unita, nella quale i valori della trasparenza, della solidarietà e della cultura possano sostenere un nuovo corso ed una grande affermazione sul territorio”.

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.