La casa d’aste Phillips torna con Gallery One e lancia i Fiduciary Services per i collezionisti

Dopo il successo dello scorso anno, la casa d’aste londinese riparte con Gallery One, un modo più semplice per acquistare e vendere le opere d’arte. In più propone un team specifico all’assistenza giuridica e fiscale rivolta ai collezionisti

La casa d’aste Phillips
La casa d’aste Phillips

Dopo l’annuncio della nuova sede a Hong Kong e visti gli ottimi risultati ottenuti nel 2021, Phillips affina la sua strategia puntando a proseguire la strada percorsa lo scorso anno. Frutto di questo intento è la nuova edizione di Gallery One, strumento già rodato nel 2021 e che mira a semplificare l’incontro tra offerta e domanda sul mercato. Ma non finisce qui, Phillips, infatti, amplia il segmento dei servizi offerti al fine di fidelizzare ancor di più la sua clientela, lanciando i Fiduciary Services, un team di esperti dedicato all’assistenza fiscale e legale ai collezionisti.

GALLERY ONE DELLA CASA D’ASTE PHILLIPS

Gallery One è la piattaforma di Phillips che facilita l’incontro tra domanda e offerta in modo agile e con un occhio particolare alla privacy. In sostanza, Phillips seleziona le opere da caricare sulla piattaforma, dove restano disponibili però solo una settimana, da giovedì a giovedì. Gli interessati all’acquisto possono formulare le proprie offerte muovendosi in questo arco di tempo limitato, dopo il quale le opere selezionate cambiano. Da un lato, quindi, Gallery One comprime – e punta a incentivare – la formulazione delle offerte in modo strategico, puntando su una disponibilità temporale ben delimitata; dall’altro, la piattaforma consente un ricambio costante delle opere proposte in vendita, aggirando, in qualche misura, il classico calendario delle aste. Nel 2021 diversi dipinti sono stati venduti attraverso questa modalità, permettendo ad artisti come George Condo, Genieve Figgis e Jammie Holmes di raggiungere risultati ragguardevoli.

PHILLIPS FIDUCIARY SERVICES

È di pochi giorni fa la notizia del nuovo servizio messo a punto da Phillips: i Fiduciary Services. Un team di avvocati e specialisti in materia fiscale aiuterà i collezionisti ad orientarsi nel complesso scenario dell’arte: dalla formulazione di accordi finanziari – come garanzie di prezzo minimo e riduzione dei rischi relativi alla vendita – alla valutazione e due diligence per collezioni e opere, fino all’interpretazione della legislazione in materia di importazione ed esportazione. Del resto, il vocabolario del mercato si nutre sempre più di novità e sfide, per questo Phillips spinge a giocare d’anticipo, offrendo ai propri clienti un’assistenza strategica. “Il team si prefigge di aiutare i clienti nella gestione di opere di alto valore e di collezioni strutturate, al fine di orientarli a cogliere nuove opportunità e sfide”, dichiara Martin Wilson, già Chief Legal Counsel di Phillips e oggi a capo dei Fiduciary Services

– Antonio Mirabelli

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Antonio Mirabelli
Antonio Mirabelli si è laureato in giurisprudenza presso la Luiss Guido Carli di Roma e nello stesso ateneo ha frequentato la Scuola di Specializzazione per un biennio. Avvocato e appassionato di arte, matura esperienza nel campo del Wealth management come consulente nella pianificazione patrimoniale e curando la gestione di prestigiose collezioni private. A Milano frequenta il Master in Arts Management presso l’Università Cattolica di Milano, dove affina le doti manageriali. Elabora progetti per l’implementazione dell’offerta culturale di soggetti pubblici e privati, si occupa di CSR (Corporate Social Responsibility) e lavora come Art Advisor.