Ad Hong Kong si punta sui giovani artisti. Il report dell’asta Sotheby’s nel mercato asiatico

L’asta tenutasi da Sotheby’s a Hong Kong lo scorso 9 ottobre ha presentato un catalogo contemporaneo di grande interesse anche grazie ai record raggiunti da molti giovani artisti

Roy Lichtenstein Reflections Mystical Painting (1989) Courtesy of Sotheby's
Roy Lichtenstein Reflections Mystical Painting (1989) Courtesy of Sotheby's

Hong Kong si conferma il polo maggiormente sensibile al fascino del contemporaneo, questo è quanto emerge dalla Contemporary Art Evening Sale di Sotheby’s che lo scorso 9 ottobre ha presentato le sue proposte al mercato asiatico, raggiungendo risultati ragguardevoli dovuti anche ai record registrati da diversi giovani artisti presenti in catalogo.

SOTHEBY’S HONG KONG: I TOP LOT

Tra i top lot spicca Untitled (Red Warrior) (1982) di Jean-Michel Basquiat, artista che gode di grande ammirazione sul mercato asiatico, soprattutto a seguito del risultato ottenuto lo scorso marzo 2021 all’asta di Christie’s dedicata esclusivamente all’opera Warrior (1982), venduta per HK$ 326.600.000, circa 35 milioni di euro. Untitled (Red Warrior) si ferma poco sopra la stima bassa e trova un nuovo proprietario per HK$ 162.926.000 (circa 18 milioni di euro).
Altro grande nome che figura tra i top lot è quello di Joan Mitchell presente con un Untitled (1967) che supera la stima alta, assestandosi a HK$ 65.261.000 (circa € 7.227.000). Oltre la stima alta anche Reflection: Mystical Painting (1989) di Roy Lichtenstein che passa di mano per HK$ 48.026.000 (circa € 5.337.000), mentre – e dati i risultati ottenuti il 14 ottobre da Love is in the Bin a Londra, sembrerebbe sconvolgente – rimane invenduta l’opera Kate Moss (2005) di Banksy, deludendo le aspettative. Conferma il successo ottenuto nel primo semestre 2021 l’artista giapponese Yoshitomo Nara. La sua Under The Hazy Sky (2012) raggiunge i HK$ 68.708.000 (circa € 7.700.000).

I RECORD PER I GIOVANI ARTISTI

Saltano all’occhio i record raggiunti da molti artisti giovanissimi come Louis Fratino, classe 1993, presente con l’opera Tristan Dancing. Venus (2017) che doppia la stima bassa, assestandosi a HK$ 1.197.000 (circa € 133.300), così come Jadé Fadojutimi, nome già noto sul mercato nonostante la giovane età, che con il suo lavoro Under the Weather (2017) straccia la stima di partenza per passare di mano alla cifra di HK$ 6.225.000 (circa € 691.000). Il risultato raggiunto da Loie Hollowell (classe 1983) conferma il crescente interesse del mercato per la sua arte, Portrait of a Woman with Green Hair (2015) trova un nuovo proprietario per HK$ 8.040.000 (circa € 890.000) lasciandosi alle spalle la stima di partenza di HK$ 1.800.000.  Ottimo risultato anche quello ottenuto dall’opera Pink Morning (2016) di Shara Hughes che da HK$ 800.000 di partenza, schizza a HK$ 5.015.000 (circa € 555.000), cosi come degna di nota è la vendita di Rutina Fluor (diptych) (2019) dell’artista spagnolo Rafa Macarròn che si assesta a HK$ 4.284.000 (circa € 476.000), sette volte la stima di partenza. Sotheby’s Hong Kong chiude la Contemporary Art Evenng Sale del 9 ottobre con totale di HK$ 586.862.000 (circa 65 milioni di euro), segno di un mercato in salute, pronto a rispondere ai nuovi linguaggi dei giovani artisti, senza dimenticare i capisaldi del contemporaneo.

Antonio Mirabelli

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Antonio Mirabelli
Antonio Mirabelli si è laureato in giurisprudenza presso la Luiss Guido Carli di Roma e nello stesso ateneo ha frequentato la Scuola di Specializzazione per un biennio. Avvocato e appassionato di arte, matura esperienza nel campo del Wealth management come consulente nella pianificazione patrimoniale e curando la gestione di prestigiose collezioni private. A Milano frequenta il Master in Arts Management presso l’Università Cattolica di Milano, dove affina le doti manageriali. Elabora progetti per l’implementazione dell’offerta culturale di soggetti pubblici e privati, si occupa di CSR (Corporate Social Responsibility) e lavora come Art Advisor.