Dopo David Hockney, Christie’s annuncia la vendita delle “donne” di Picasso. I dettagli

Sembra che quest’anno la casa d’aste voglia fare il botto. Dopo la clamorosa aggiudicazione di “Portrait of an Artist (Pool with Two Figures)” di David Hockney, che secondo i più esperti batterà il record di 58,4 milioni di dollari, e dell’“Orange balloon dog” (1994) di Jeff Koons del 2013, Christie’s metterà all’asta anche i lavori che raffigurano le donne nude di Picasso

Pablo Picasso in La Californie, Cannes 1957 - Irving Penn
Pablo Picasso in La Californie, Cannes 1957 - Irving Penn

Abbiamo parlato a lungo dei colpi di scena che hanno anticipato la stagione autunnale delle aste newyorkesi. In primis con l’opera Portrait of an Artist (Pool with Two Figures) di David Hockney, che ha tenuto con il fiato sospeso centinaia di collezionisti interessati ad acquistarla per la cifra mostruosa di 80 milioni di dollari (circa 68,4 milioni di euro). A venderla è il magnate Joe Lewis – proprietario anche della squadra di calcio inglese del Tottenham Hotspur che, secondo il Bloomberg Billionaires Index, ha una fortuna che si aggira intorno ai 5,5 miliardi di dollari – il quale ha contattato le più importanti case d’aste specializzate in arte contemporanea come Christie’s, Sotheby’s e Phillips. Chi l’ha spuntata? La londinese Christie’s, che adesso avrà il compito di non deludere le aspettative: ovvero far diventare il lavoro di Hockney l’opera più costosa di un artista ancora in vita sbaragliando i 58,4 milioni di dollari dell’Orange balloon dog (1994) di Jeff Koons venduto nel 2013. Per sapere come andrà dobbiamo attendere fino al 15 novembre.

Pablo Picasso, Femme au béret orange et au col de fourrure
Pablo Picasso, Femme au béret orange et au col de fourrure

TUTTE LE DONNE DI PICASSO

Ma un altro poker d’assi sempre da parte di Christie’s è già in programma: l’11 novembre la casa d’aste presenterà i lavori che ritraggono le muse e mogli dell’artista Pablo Picasso (Malaga, 1881 – Mougins, 1973). Un altro colpo di scena che renderà più calde le aste newyorkesi: si tratta di quattro lotti appartenenti alla collezione di Sam Rose e di sua moglie Julie Walters, ovvero i ritratti di Marie-Thérèse Walter (Femme au béret orange et au col de fourrure; dipinto il 4 dicembre 1937), Dora Maar (Buste de femme; dipinta il 28 marzo 1939), Françoise Gilot (Portrait of Francoise Gilot; dipinta tra il 2 marzo 1947 e il 26 dicembre 1948) e Jacqueline Roque (Buste de femme nue; dipinta il 15 maggio 1963), tutte amanti, muse e mogli di Pablo Picasso. Secondo le stime, il loro valore totale dovrebbe raggiungere i 28 milioni di dollari.
Conor Jordan, vicepresidente di Impressionist and Modern Art, ha osservato: “come conoscitore di Picasso, Sam Rose ha trascorso molti anni a raccogliere questi ritratti assieme a sua moglie, Julie Walters. È un privilegio per Christie’s presentare queste quattro meravigliose opere. La potenza creativa di Picasso è stata ispirata da un elemento al di sopra di tutti gli altri: la donna. Dall’erotismo lirico degli anni di Marie-Thérèse eclissato a sua volta dalla tumultuosa era di Dora, e poi dalla rinascita primitiva della presenza di Françoise, attraverso l’aura classica di Jacqueline, questa suite di opere brilla di una luce gloriosa sull’arte di Picasso e traccia i suoi progressi in venticinque anni di innovazione”.

SOTHEBY’S ALLA CONQUISTA DELL’ORIENTE

Mentre Christie’s sta sempre di più consolidando il suo dominio in Europa e negli Stati Uniti, la rivale Sotheby’s ha deciso di espandersi verso Oriente, e già a partire da dicembre organizzerà aste regolari presso il Taj Mahal Palace Hotel in India. “È il momento giusto per Sotheby’s per espandere ulteriormente i servizi che offriamo ai nostri clienti nella regione”, ha dichiarato in una nota l’amministratore delegato Jan Prasens, che ha inoltre sottolineato l’importanza di portare le aste “direttamente a casa di molti collezionisti che vivono in quelle zone”.
Invece per la stagione autunnale è prevista l’organizzazione di una grande vendita di lavori risalenti al periodo della Prima Guerra Mondiale, con artisti quali Marsden Hartley, Ludwig Meidner e Franz Marc.

– Valentina Poli

Dati correlati
AutorePablo Picasso
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Valentina Poli
Nata a Venezia, laureata in Conservazione e Gestione dei Beni e delle Attività Culturali presso l'Università Ca' Foscari di Venezia, ha frequentato il Master of Art presso la LUISS a Roma. Da sempre amante dell'arte ha maturato più esperienze nel settore della didattica progettando e gestendo laboratori, in quello della preparazione di piccoli e grandi eventi culturali, nel settore delle gallerie d'arte e in campo giornalistico con collaborazioni con riviste del settore. Oggi vive a Roma.