Artissima 2020 insiste con l’offerta digitale: visite guidate e virtual tour in 3D

La fiera torinese – quest’anno annullata a causa della pandemia – propone nuove attività fruibili sul web, come i Digital Walkies Talkies, un’edizione speciale dello storico format di tour guidati della fiera che si focalizza oggi sulla scoperta delle mostre di “Stasi Frenetica”

Artissima 2019 - ph Irene Fanizza. Mazzoleni
Artissima 2019 - ph Irene Fanizza. Mazzoleni

Non smette di sperimentare Artissima, fiera d’arte torinese che quest’anno a causa della pandemia ha dovuto rivisitare il proprio format proponendo una serie di mostre diffuse nel capoluogo piemontese e soprattutto un’edizione digitale della rassegna. Vi avevamo già parlato del progetto Artissima XYZ, una piattaforma cross-mediale nata per la 27esima edizione, in cui una parte della fiera è confluita il 3 novembre scorso e che rimarrà attiva sino al 9 gennaio 2021; a questo progetto si aggiungono inoltre il catalogo digitale lanciato nel 2017 e il più recente progetto Fondamenta: “la vocazione culturale e l’anima istituzionale della fiera hanno spinto Artissima a reinventarsi per continuare a essere un’occasione di scoperta, di sperimentazione e di approfondimento dell’arte contemporanea, confermandosi come riferimento per il sistema dell’arte”, spiega la direttrice della fiera Ilaria Bonacossa. “Crediamo che l’arte, da sempre catalizzatrice delle visioni più innovative, possa rappresentare la guida in grado di aprire scenari inaspettati testimoni di un profondo e meditato cambiamento”.

TOUR IN 3D E “WALKIE TALKIES” PER LE MOSTRE DI STASI FRENETICA

Le mostre di Stasi Frenetica, realizzate con Fondazione Torino Musei ed esposte nelle sale della GAM – Galleria Civica d’Arte Moderna e Contemporanea, di Palazzo Madama – Museo Civico d’Arte Antica e del MAO – Museo d’Arte Orientale, attendono di riaprire e, nel frattempo, si spostano sul web. Lo scorso 14 novembre si è tenuto il primo appuntamento di una serie di virtual tour fruibili direttamente dal sito di Artissima, iniziativa questa resa possibile grazie alla collaborazione instaurata con Artland che permette di visitare in realtà virtuale le tre sedi museali e di approfondire la conoscenza di tutte le 158 opere esposte, sia in italiano sia in inglese. Dal prossimo 25 novembre, una serie di video tour saranno disponibili sia sui canali social sia sul canale YouTube della fiera, dando la possibilità a tutti di fruire le mostre attraverso lo sguardo di Bernardo Follini, Samuele Piazza, Ramona Ponzini ed Elisa Troiano, giovani curatori che entreranno in dialogo con la direttrice di Artissima Ilaria Bonacossa in quattro diversi appuntamenti (dal 25 novembre al 4 dicembre 2020). Torna anche Walkie Talkies, storico format di visite guidate della fiera, in versione digitale, attraverso video che guidano il pubblico alla scoperta di alcune opere esposte alla GAM, a Palazzo Madama e al MAO offrendo una overview originale e curata dei tre progetti espositivi.

VISITE GUIDATE PER ARTISSIMA XYZ SU ZOOM

Sulla piattaforma Zoom, Artissima propone un calendario di speciali visite guidate, ogni giovedì alle 18.30 fino al 3 dicembre 2020: in questo modo si potrà esplorare l’innovativa Artissima XYZ che ospita – fino al 9 gennaio 2021 – le tre sezioni curate della fiera, ovvero Present Future (a cura di Ilaria Gianni e Fernanda Brenner), Back to the Future (a cura di Lorenzo Giusti e Mouna Mekouar) e Disegni (a cura di Letizia Ragaglia e Bettina Steinbrügge). Fino al primo dicembre sono invece in programma tour tematici condotti da Ilaria Bonacossa che, insieme a un diverso gallerista, presenterà le opere del catalogo digitale di Artissima 2020.

FOLLE, UNA MOSTRA FOTOGRAFICA ONLINE DALL’ARCHIVIO PUBLIFOTO DI INTESA SANPAOLO

FOLLE nasce come progetto di riscoperta e valorizzazione dell’Archivio Publifoto di Intesa Sanpaolo che riunisce, all’interno di una piattaforma online dedicata, 26 fotografie datate tra il 1930 e il 1980, raccontando le trasformazioni sociali e politiche del Paese. Ogni opera “esposta” sul muro virtuale è il risultato di un lavoro di selezione che vede la firma di Ilaria Bonacossa e di Barbara Costa, responsabile dell’Archivio Storico di Intesa Sanpaolo; inoltre ciascuna foto è accompagnata da un approfondimento specifico che analizza il contesto socio-politico in cui è stata scattata.

 

– Valentina Muzi

I virtual tour sono fruibili a questi link:
https://www.artissima.art/mao/
https://www.artissima.art/palazzo-madama/
https://www.artissima.art/gam/

Ulteriori iniziative visibili su:

https://www.artissima.art/
https://www.artissima.art/agenda/
https://xyz.artissima.art/
https://www.artissima.art/folle/

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Valentina Muzi
Valentina Muzi (Roma, 1991) è diplomata in lingue presso il liceo G.V. Catullo, matura esperienze all’estero e si specializza in lingua francese e spagnola con corsi di approfondimento DELF e DELE. La passione per l’arte l’ha portata a iscriversi alla Facoltà di Studi Storico-Artistici dell’Università di Roma La Sapienza, laureandosi in Storia dell’Arte Contemporanea e svolgendo il tirocinio formativo presso il MLAC - Museo e Laboratorio di Arte Contemporanea dell’Ateneo, parallelamente ha frequentato un Executive Master in Management dei Beni Culturali presso la Business School del Sole24Ore di Roma. Dal 2016 svolge attività di PR, traduzione di cataloghi, stesura di testi critici e curatela indipendente. Dal 2017 svolge l’attività di giornalista di taglio critico e finanziario per riviste di settore. Attualmente è membro del Board Strategico presso l’Associazione culturale Arteprima noprofit, nella stessa ha svolto il ruolo di Social Media Manager ed è Responsabile organizzativa della piattaforma Arteprima Academy.