TEFAF diventa TEFAF Online. Arriva a novembre l’edizione digitale della fiera a New York

La nota fiera di arte internazionale con base a Maastricht risponde alla crisi trasferendosi sulla nuova piattaforma digitale con un’offerta che coprirà più di 7000 anni di storia dell’arte. E con 270 espositori

TEFAF New York, 2019
TEFAF New York, 2019

A quanto pare il digitale continua ad essere il miglior antidoto per salvaguardare le fiere dell’arte. A ripiegarvi, infatti, – dopo l’errore di apertura a Maastricht – è la nota fiera d’arte internazionale  TEFAF, annunciando il lancio della nuova piattaforma TEFAF Online, in sostituzione del tanto atteso appuntamento newyorkese del 2020. La fiera aprirà dall’1 al 4 novembre 2020, precedendo di soli pochi giorni Artissima, con tanto di anteprima prevista nelle date del 30 e 31 ottobre 2020. “In un momento in cui la comunità globale dell’arte è sottoposta a una mobilità limitata a causa delle restrizioni di viaggio e del distanziamento sociale, siamo orgogliosi di offrire questa alternativa a lungo pianificata e destinata a permanere, nella speranza di rendere l’arte più accessibile in tutte le sue forme grazie all’innovazione digitale”, ha dichiarato Hidde van Seggelen, Presidente di TEFAF. “La nuova piattaforma permette ai rinomati espositori di TEFAF di essere a portata di click per i collezionisti, sia consolidati che nuovi, e vorremmo renderla una funzionalità permanente che affianchi le future Fiere TEFAF”. Insomma, questo si preannuncia solo la prima di una lunga serie di edizioni di TEFAF Online, supportata negli intenti, e nella capillare diffusione dell’arte e della sua comprensione, dallo sponsor Bank of America.

TEFAF ONLINE: IL PROGRAMMA

TEFAF Online rappresenta una svolta storica nell’organizzazione della manifestazione. Ciascun espositore potrà presentare solo un’opera, quella che meglio rappresenta la propria galleria. Inoltre, nel rispetto dei rigidi standard della Fiera, ogni capolavoro sarà esaminato attraverso mezzi digitali dal comitato indipendente di valutazione di TEFAF. A far da cornice all’opera presentata ci sarà anche una documentazione di immagini, testi e video che accompagneranno e spiegheranno la scelta, la storia, e la passione di ogni espositore, in connessione diretta con il collezionista. Diciamo anche che, questa nuova modalità di acquisto, intende evocare la stessa intensità e ispirazione che si prova durante una visita reale in galleria.

TEFAF ONLINE: GLI ESPOSITORI ITALIANI

Nell’ampio ventaglio degli espositori ci sono anche molte eccellenze italiane che ricoprono il grande arco temporale storico-artistico tipico di TEFAF, come: Altomani & Sons, Riccardo Bacarelli, Bottegantica, Botticelli Antichità, Enrico Ceci Cornici Antiche, Alessandro Cesati, Massimo De Carlo, Alberto Di Castro, Alessandra Di Castro, Fondantico di Tiziana Sassoli, Frascione Arte, Walter Padovani, Porcini e Tornabuoni Arte.

– Valentina Muzi

www.tefaf.com

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Valentina Muzi
Valentina Muzi (Roma, 1991) è diplomata in lingue presso il liceo G.V. Catullo, matura esperienze all’estero e si specializza in lingua francese e spagnola con corsi di approfondimento DELF e DELE. La passione per l’arte l’ha portata a iscriversi alla Facoltà di Studi Storico-Artistici dell’Università di Roma La Sapienza, laureandosi in Storia dell’Arte Contemporanea e svolgendo il tirocinio formativo presso il MLAC - Museo e Laboratorio di Arte Contemporanea dell’Ateneo, parallelamente ha frequentato un Executive Master in Management dei Beni Culturali presso la Business School del Sole24Ore di Roma. Dal 2016 svolge attività di PR, traduzione di cataloghi, stesura di testi critici e curatela indipendente. Dal 2017 svolge l’attività di giornalista di taglio critico e finanziario per riviste di settore. Attualmente è membro del Board Strategico presso l’Associazione culturale Arteprima noprofit, nella stessa ha svolto il ruolo di Social Media Manager ed è Responsabile organizzativa della piattaforma Arteprima Academy.