Al via Investec Cape Town Art Fair 2019, fiera d’arte sudafricana all’insegna dell’italianità

Curata da Laura Vincenti, la fiera quest’anno si accinge ad inaugurare la sua settima edizione, confermandosi tra gli appuntamenti più interessanti dell’agenda fieristica internazionali

Cape Town
Cape Town

Sta per inaugurare la sua settima edizione Investec Cape Town Art Fair, la fiera d’arte contemporanea più importante del Sud Africa che negli ultimi anni è riuscita a trovare un suo posto di riguardo nell’agenda degli appuntamenti fieristici internazionali. Un’occasione, questa, per promuovere e presentare l’arte africana agli attori dell’art system mondiale che dal 15 al 17 febbraio accoreranno a Cape Town: “fornendo una piattaforma per mostrare le opere di artisti africani affermati ed emergenti ed esporre questi artisti a nuovi pubblici e collezionisti locali e internazionali, Investec Cape Town Art Fair ha la capacità di promuovere un mercato sostenibile per le arti nel continente”, spiega Laura Vincenti, direttrice di Investec Cape Town Art Fair.

L’EDIZIONE 2019

Sono otto le sezioni in cui è articolata la fiera: Main Section (con le gallerie internazionali established), Tomorrows /Today (dedicata agli artisti emergenti e curata da Tumelo Mosaka); Solo (con focus dedicati a singoli artisti, sia emergenti sia mid-career); Past/Modern (in cui vengono esposte opere di artisti storicizzati); Unframed (sezione dedicata alle sculture di grandi dimensioni, installazioni, performance e nuovi media che “sfidano” i limiti del tradizionale stand fieristico e invitano il pubblico a interagire con esse); Editions (qui sono esposte stampe e multipli d’artista); Cultural Platform (piattaforma per le istituzioni culturali che promuovono l’arte attraverso mostre e residenze per artisti); Magazines & Publications (spazio riservato alle pubblicazione d’arte).

Investec Cape Town Art
Alcune immagini dalla preview a Cape Town. Studio Raffaelli, il Booth

LE GALLERIE

Tra le gallerie partecipanti, molte e importanti sono le presenze italiane – a sottolineare l’“italianità” di una fiera che è prodotta da Fiera Milano Exhibitions Africa (FMEA), del Gruppo Fiera Milano, creatrice della fiera d’arte italiana miart – a Investec Cape Town Art Fair: Galleria Minini (Brescia), Galleria Continua (San Gimignano), Officine dell’Immagine (Milano), Galleria Giovanni Bonelli (Milano); e alla loro prima volta, LOOM Gallery (Milano), Lia Rumma (Milano), Galleria Montoro12 (Roma), Eduardo Secci Contemporary (Firenze), Galleria Apalazzo (Brescia), Barbara Paci Galleria d’Arte (Pietrasanta), Cellar Contemporary (Trento). E naturalmente sarà riservato spazio alle gallerie sudafricane, Goodman Gallery, Everard Read CIRCA, Stevenson, SMAC Gallery, WHATIFTHEWORLD, Gallery MOMO, SMITH e Blank Projects, tutte realtà centrali nella scena artistica di Cape Town e del Sud Africa, che inoltre daranno vita a un programma di aperture ed eventi in concomitanza con la fiera. Qui l’elenco completo delle gallerie partecipanti.

-Desirée Maida

 

Cape Town // dal 15 al 17 febbraio 2019
Investec Cape Town Art Fair
77 Hout Street
Fourth Floor
Cape Town City Centre

www.investeccapetownartfair.co.za

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Desirée Maida
Desirée Maida (Palermo, 1985) ha studiato presso l’Università degli Studi di Palermo, dove nel 2012 ha conseguito la laurea specialistica in Storia dell’Arte. Palermitana doc, appassionata di alchimia e cultura giapponese, approda al mondo dell’arte contemporanea dopo aver condotto studi sulla pittura del Tardo Manierismo meridionale (approfonditi durante un periodo di ricerche presso la Galleria Regionale della Sicilia di Palazzo Abatellis) e sull’architettura medievale siciliana. Ha scritto per testate siciliane e di settore, collaborato con gallerie d’arte e curato mostre di artisti emergenti presso lo Spazio Cannatella di Palermo. Oggi fa parte dello staff di direzione di Artribune e cura per realtà private la comunicazione di progetti artistici e culturali.