Art Basel 2018, ecco gli artisti e gli interventi della sezione della fiera Parcours

Dopo Unlimited, Art Basel, che inaugurerà il prossimo 14 giugno, svela i nomi degli artisti che parteciperanno a Parcours, la sezione della fiera che si dispiega per tutto il centro storico della città

Thomas Struth, Animals, 2018 Courtesy of the artist and Marian Goodman Gallery
Thomas Struth, Animals, 2018 Courtesy of the artist and Marian Goodman Gallery

Si avvicina la prossima edizione di Art Basel, la regina delle fiere d’arte internazionali che si svolgerà nella città svizzera dal 14 al 17 giugno. Molte le sezioni in cui anche quest’anno si suddividerà la kermesse – Galleries, Feature, Statements, Edition, Unlimited(di cui vi abbiamo dato anticipazione in questo articolo), Film, Magazines e Parcours, segmento della fiera che si dispiega nel centro storico di Basilea, attraverso sculture, installazioni e performance che si susseguono tra le vie intorno alla cattedrale. Dopo Unlimited, la fiera svizzera ha rivelato i nomi degli artisti che con i loro interventi animerannoParcours, con 23 opere site-specific.

GLI ARTISTI E I TEMI DI PARCOURS

Silvia Bächli e Eric Hattan, Nina Beier, Stanley Brouwn, Julian Charrière, Keren Cytter, Simon Denny, Elmgreen & Dragset, Georg Herold, Pierre Huyghe, Hilary Lloyd, Mark Manders, Caroline Mesquita, Rivane Neuenschwander, Marina Pinsky, Julian Rosefeldt, Nedko Solakov, Simon Starling, Jessica Stockholder, Thomas Struth, Paloma Varga Weisz e Hannah Weinberger sono gli artisti che quest’anno parteciperanno a Parcours, sezione di Art Basel che anche per l’edizione 2018 sarà curata da Samuel Leuenberger. Parcours, che inaugurerà al pubblico l’11 giugno, quest’anno rifletterà sui potenziali politici della narrazione. Intitolata Telling Stories for the Future, la mostra includerà presentazioni in luoghi pubblici e privati, ​​che apriranno le loro porte esclusivamente per Parcours,e collaborazioni con i musei di Basilea. Concentrandosi sullo storytelling, Samuel Leuenberger, direttore e curatore di SALI a Birsfelden in Svizzera, mira a coltivare le caratteristiche comuni attraverso i confini sociali, geografici, etnici, economici ed ecologici.

GLI INTERVENTI E I SITI

Tra le opere in mostra, sospesa a mezz’aria all’interno dell’Antikenmuseum di Basilea und Sammlung Ludwig, la grande scultura Hanging Rockdi Elmgreen & Dragset fungerà da blocco, nascondendo alcuni elementi della struttura architettonica che la circonda. Giocando sulle idee della natura, della gravità e dei fenomeni naturali, l’opera esplora le visioni preconcette sulla bellezza naturale e il superamento degli ostacoli. Exomind (Deep Water) di Pierre Huyghe presenta una figura femminile accovacciata con un alveare che cresce dalla sua testa. La colonia di api che vive all’interno dell’alveare impollinerà la flora circostante nel giardino della Allgemeine Lesegesellschaft Basel. Sabato 16 giugno, Parcours Night presenterà ancora una volta un programma di spettacoli dal vivo, con gli artisti Keren Cytter, Jean-Pascal Flavien, Ad Minoliti, Venuri Perera e Luke Willis Thompson. Inoltre, Thomas Struth presenterà due spettacoli musicali di Maurizio Grandinetti e Walter Fähndrich. L’accesso a tutti i siti Parcoursè gratuito per il pubblico, e durante il Parcours NightAntikenmuseum Basel und Sammlung Ludwig, l’Historisches Museum Basel, il Kunstmuseum Basel, la Kunsthalle Basel, il Museum der Kulturen Basel e il Naturhistorisches Museum Basel avranno orari di apertura prolungati.

– Desirée Maida

Basilea // dal 14 al 17 giugno 2018
Art Basel
Messe Basel
Messeplatz 10
www.artbasel.com

Dati correlati
Autori Elmgreen & Dragset, Pierre Huyghe, Keren Cytter, Nedko Solakov
CuratoreSamuel Leuenberger
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Desirée Maida
Desirée Maida (Palermo, 1985) ha studiato presso l’Università degli Studi di Palermo, dove nel 2012 ha conseguito la laurea specialistica in Storia dell’Arte. Palermitana doc, appassionata di alchimia e cultura giapponese, approda al mondo dell’arte contemporanea dopo aver condotto studi sulla pittura del Tardo Manierismo meridionale (approfonditi durante un periodo di ricerche presso la Galleria Regionale della Sicilia di Palazzo Abatellis) e sull’architettura medievale siciliana. Ha scritto per testate siciliane e di settore, collaborato con gallerie d’arte e curato mostre di artisti emergenti presso lo Spazio Cannatella di Palermo. Oggi fa parte dello staff di direzione di Artribune e cura per realtà private la comunicazione di progetti artistici e culturali.