Ad Arte Fiera Bologna lo stand di Artribune è firmato da Stefano Arienti. Le immagini

Inauguriamo il nuovo anno con un progetto speciale firmato da Stefano Arienti per lo stand di Artribune ad Arte Fiera Bologna. Passate a trovarci, ritirate la vostra copia di Artribune e… abbonatevi!

Lo stand con l'immagine di Stefano Arienti
Lo stand con l'immagine di Stefano Arienti

Siete abbonati ad Artribune? Allora avrete sicuramente trovato nella buchetta delle lettere, a inizio 2018, la nostra cartolina di auguri realizzata da Stefano Arienti. Tra gli artisti più rappresentativi della sua generazione e dell’arte italiana, ha inaugurato – in un percorso curato da Arianna Rosica –  la serie delle cartoline d’artista di Artribune. E il nostro primo stand dell’anno che rompe la consuetudine dei booth firmati dai giovani designer degli scorsi anni, aprendo ad un nuovo corso di progetti speciali.  Veniteci a trovare nel padiglione 25 di Arte Fiera Bologna (stand A27) per vederlo e per ritirare la vostra copia di Artribune n.41, fresco di stampa. Grande collezionista di cartoline, Arienti, nato ad Asola nel 1961, ma residente a Milano, si appropria nelle sue opere delle immagini, le modifica con interventi minimi e poetici, alterandone la percezione. Per voi lettori, l’artista ha scelto un’immagine acquietante e familiare carica di una vena di dolce surrealismo. È l’augurio di un felice e luminoso anno nuovo. E un invito a guardare alle cose di tutti i giorni da sempre nuovi punti di vista. Se non avete trovato la cartolina nella cassetta della posta significa che non siete abbonati ad Artribune, ma niente paura, abbiamo pensato lo stesso a voi. Passate a salutarci e a ritirarla in stand. E già che ci siete, cogliete l’occasione per abbonarvi: in fiera l’abbonamento costa solo 30 euro, anziché i consueti 39.

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.