Emergenza sociale, politica intervenga: i risultati dell’inchiesta di Mi Riconosci

Mi Riconosci pubblica i risultati del questionario lanciato a marzo sul lavoro culturale ai tempi del Coronavirus. Martedì 14 aprile la diretta Facebook per un’analisi più approfondita

Associazione Mi Riconosci
Associazione Mi Riconosci

All’inizio di marzo 2020 gli attivisti dell’associazione Mi Riconosci? Sono un professionista dei beni culturali, gruppo attivo dal 2015, avevano lanciato un questionario per sondare quanti lavoratori culturali avessero perso il lavoro o la propria fonte di reddito, o rischiassero di perderlo, o avessero subito qualsiasi tipo di abuso o cambiamento in peggio a partire dallo scoppio dell’emergenza Coronavirus in Italia. 

L’APPELLO DI MI RICONOSCI

Con l’intenzione dichiarata di farne azione politica, rivolgendosi quindi al Mibact per chiedere misure urgenti a sostegno di tutti, nessuno escluso. Il pensiero va in particolare a chi è sottopagato (già oggetto di una precedente inchiesta dell’associazione), ai titolari di partita iva, agli intermittenti esclusi dal Decreto Cura, arrivato pochi giorni dopo la scelta di lanciare il questionario, chiuso il 3 aprile. Mi Riconosci ha reso dunque noti i primi risultati: metà degli intervistati ha subito l’interruzione di ogni attività lavorativa e l’azzeramento delle entrate. Meno di un quarto racconta di poter resistere in queste condizioni più di un anno (spesso grazie ad aiuti familiari), ma quasi metà lamenta di non poter andare avanti più di due mesi, il 30% meno di un mese. 

LE PAURE DEL MONDO DELLA CULTURA

Solo il 22% degli intervistati ritiene adeguate le misure intraprese finora dal Governo” spiega Daniela Pietrangelo, una delle promotrici. “Gli intervistati in massima parte temono una contrazione e un crollo strutturale del settore in cui lavorano: per questo le misure pensate solo fino alla fine dell’emergenza non possono bastare“.  Tra le misure più richieste dai lavoratori del settore troviamo quindi l’estensione degli ammortizzatori sociali, più vincoli alle imprese e tutele contrattuali per i lavoratori, sgravi fiscali alle imprese del settore, investimenti pubblici. Sarà possibile seguire on line la diretta con l’analisi dei risultati martedì 14 aprile alle 18 sulla pagina Facebook di Mi Riconosci.

      Chiara Zanini

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Sono un'operatrice culturale, critica cinematografica e autrice freelance. Mi interessano particolarmente le politiche culturali, le politiche migratorie e i diritti umani.