Al via le iscrizioni per N.I.C.E, il corso per giovani curatori di Paratissima a Torino

Sesta edizione del percorso di curatela di una mostra e di un catalogo. Con una novità: il contributo di Fondazione CRT per l’assegnazione di borse di studio per la copertura parziale della quota di iscrizione

Paratissima, mettersi a nudo - Ph. Vincenzo Parlati
Paratissima, mettersi a nudo - Ph. Vincenzo Parlati

Da cinque anni Paratissima, la fiera torinese dedicata ai talenti emergenti dell’arte contemporanea, grazie al suo annuale corso per curatori, è in grado di offrire ai giovani interessati a questa materia un percorso pratico e dai costi accessibili. Stiamo parlando di N.I.C.E, il cui nome è l’acronimo in inglese di una nuova e indipendente esperienza curatoriale, che torna per la sua sesta edizione a Torino.

IL CORSO

“L’idea di fare un corso per curatori nasce da una felice intuizione nel 2013”, racconta ad Artribune Francesca Canfora, direttore artistico di Paratissima. “Cinque anni fa scarseggiavano ancora offerte didattiche in questo ambito, soprattutto in una città come Torino, nonostante il fatto che con la sua repentina trasformazione si stesse imponendo a livello nazionale come capitale dell’arte contemporanea. Possibili alternative vi erano solo in altre città come Milano, Roma o Venezia. Nel 2014, dopo un intenso anno di studio e progettazione, viene finalmente lanciato N.I.C.E.”. Con un’impostazione orientata prevalentemente al lavoro sul campo, attraverso il learning by doing, l’analisi di case study di mostre e un approccio collaborativo, il corso si configura come un percorso e un training di introduzione alla professione del curatore che si conclude con una prova finale: le esposizioni curate dai partecipanti. La sua forza risiede, quindi, nel coinvolgimento diretto degli allievi nella curatela e nell’organizzazione delle mostre principali all’interno di Paratissima.

Nicers Paratissima 2018, Ph. Vincenzo Parlati
Nicers Paratissima 2018, Ph. Vincenzo Parlati

L’EDIZIONE 2019

“Sino ad ora gli allievi che hanno frequentato il corso sono stati 65 e le mostre realizzate – con i relativi cataloghi – in tutto 38”, continua Canfora. “Attualmente, per il 2019 è prevista la VI edizione e la bella novità è che il progetto ha ottenuto il sostegno e il contributo di Fondazione CRT per l’assegnazione di borse di studio per la copertura parziale della quota di iscrizione”. Il percorso formativo inizierà nel mese di marzo e avrà la durata di 3 settimane spalmate su tre mesi (18-22 marzo, 15-19 aprile, 13-17 maggio), con 132 ore di formazione in aula e 120 ore di esperienza pratica che può sfociare in collaborazioni lavorative concrete. Come nel caso di Luca Ricci, uno dei curatori della scorsa edizione che è bolognese e collaborerà alla prossima edizione di Paratissima Bologna, in programma nei giorni di Arte Fiera dall’1 al 3 febbraio nell’inedito spazio espositivo degli ex Magazzini industriali Romagnoli. “Alcuni degli allievi che hanno frequentato il corso collaborano professionalmente con noi, sia in modo continuativo che occasionale”, conclude Canfora. “Un esempio di successo da citare di chi è passato da noi e poi è riuscito a creare e far crescere un proprio evento è sicuramente Camilla Mineo, mente creatrice di Parma360”. Scadenza per presentare la domanda di partecipazione fissata al 28 febbraio 2019.

– Claudia Giraud

http://jobs.artribune.com/competitions/n-i-c-e-2019-corso-per-curatori-di-mostre-di-arte-contemporanea-vi-edizione/2850.php

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Claudia Giraud
Nata a Torino, è laureata in storia dell’arte contemporanea presso il Dams di Torino, con una tesi sulla contaminazione culturale nella produzione pittorica degli anni '50 di Piero Ruggeri. Giornalista pubblicista, iscritta all’Albo dal 2006, svolge attività giornalistica per testate multimediali e cartacee di settore. Dal 2011 fa parte dello Staff di Direzione di Artribune (www.artribune.com ), è responsabile dell'area Musica e cura, per il magazine cartaceo, la rubrica musicale "Art Music". E’ stata Caporedattore Eventi presso Exibart (www.exibart.com). Ha maturato esperienze professionali nell'ambito della comunicazione (Ufficio stampa "Castello di Rivoli", "Palazzo Bricherasio", "Emanuela Bernascone") ed in particolare ha lavorato come addetto stampa presso la società di consulenza per l'arte contemporanea "Cantiere48" di Torino. Ha svolto attività di redazione quali coordinamento editoriale, realizzazione e relativa impaginazione degli articoli per l’agenzia di stampa specializzata in italiani all’estero “News Italia Press” di Torino. Ha scritto articoli e approfondimenti per diverse testate specializzate e non (SkyArte, Gambero Rosso, Art Weekly Report e Art Report di Monte dei Paschi di Siena, Exibart, Teknemedia, Graphicus, Espoarte, Corriere dell’Arte, La Piazza, Pagina).

LEAVE A REPLY