Talenti per il Fundraising, il corso della Fondazione CRT per diventare esperti del settore

La Fondazione CRT di Torino lancia un bando rivolto a giovani aspiranti fundraiser promuovendo un corso di formazione gratuito per diventare professionisti della raccolta fondi. Ecco come partecipare

Fondazione CRT Torino. Courtesy Fondazione CRT
Fondazione CRT Torino. Courtesy Fondazione CRT

C’è tempo fino al 12 febbraio per partecipare a Talenti per il Fundraising, il bando promosso dalla Fondazione CRT e rivolto a 60 giovani aspiranti esperti nella raccolta fondi che potranno usufruire di un corso di formazione di 140 ore con costi completamente coperti dalla Fondazione CRT. Possono partecipare al bando giovani di tutta Italia, laureati negli atenei del Piemonte e della Valle d’Aosta.

IL FUNDRAISING OGGI: ECCO I NUMERI DI UN SETTORE IN CRESCITA

Fundraising, crowdfunding, campagne di comunicazione: il mondo della raccolta fondi oggi è ampio e in continua crescita, e interessa tutti quegli ambiti disciplinari e professionali in cui il sostegno e il contributo del pubblico si rivelano determinanti per la realizzazione di progetti. Giusto per dare qualche dato, nel 2016 gli italiani hanno donato 5 miliardi di euro, con un incremento dell’11% rispetto al 2015, secondo i dati della terza edizione del Report Giving Italy. Una crescita spinta dall’entrata in vigore di alcune norme fiscali: dalla Legge di Stabilità 2015, che ha innalzato l’importo massimo delle erogazioni liberali a favore delle Onlus, all’Art Bonus – misura fino ad oggi utilizzata da 6.345 mecenati per 200 milioni di euro –, fino allo School Bonus introdotto nel 2015 (Legge 107) e operativo dal maggio successivo (da gennaio 2018 entrerà in vigore, contestualmente alla Riforma del terzo Settore, il Social Bonus). In Italia i professionisti del fundraising sono circa 2mila; hanno un’età media di 41 anni e il 65% sono donne. Oltre la metà dei fundraiser lavora tra la Lombardia e il Lazio. Il Piemonte è al quarto posto, con circa il 6,5% dei professionisti del settore.

LE COMPETENZE DEL FUNDRAISER E I TEMI TRATTATI NEL CORSO

Da queste premesse nasce, da parte della Fondazione CRT, l’iniziativa di promuovere un corso fornisca le competenze per affrontare il mondo della raccolta fondi, a partire dai concetti base fino ai più innovativi strumenti applicati al fundraising: si spazierà dalle nuove frontiere del crowdfunding ai lasciti solidali, dal mercato delle grandi donazioni alla gestione dei volontari, dai Big Data alla virtual reality, con l’obiettivo di creare una disruptive donor experience, in cui le innovazioni tecnologiche e altri elementi non convenzionali coinvolgono il potenziale donatore in un’esperienza “immersiva” fuori dal comune. Focus specifici riguarderanno anche le tendenze della raccolta fondi per musei, biblioteche, enti ecclesiastici, enti di ricerca scientifica, scuole e università, in aggiunta a temi quali la “miniera d’oro” del fundraiser – ovvero il database –, le emotions necessarie a coinvolgere il donatore, gli strumenti per scalare la piramide di corporate e fondazioni. “Il nostro obiettivo è formare veri e propri professionisti del fundraising”, spiega il Segretario Generale della Fondazione CRT Massimo Lapucci, “offrendo ai giovani una high skill ancora poco diffusa nel nostro Paese, ma sempre più richiesta dalle organizzazioni non profit in Italia e all’estero: la capacità di mettere in campo strategie, azioni e strumenti realmente efficaci per attrarre nuove risorse e differenziare le entrate, in aggiunta alle tradizionali fonti di finanziamento pubbliche o private”.

PER PARTECIPARE AL BANDO

Possono partecipare al bando giovani nati in data non anteriore al 1° gennaio 1985 e almeno in possesso di una laurea di primo livello conseguita presso enti universitari del Piemonte e della Valle d’Aosta. Tra i requisiti richiesti, inoltre, è indispensabile essere residenti in Italia e avere una buona conoscenza della lingua italiana e della lingua inglese. Le domande di partecipazione dovranno essere presentate mediante la compilazione dell’apposito modulo online reperibile sul sito www.fondazionecrt.it alla sezione dedicata al progetto Talenti per il Fundraising, e dovranno essere presentate entro il 12 febbraio 2018. Qui il link per scaricare il bando.

– Desirée Maida

www.fondazionecrt.it

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Desirée Maida
Desirée Maida (Palermo, 1985) ha studiato presso l’Università degli Studi di Palermo, dove nel 2012 ha conseguito la laurea specialistica in Storia dell’Arte. Palermitana doc, appassionata di alchimia e cultura giapponese, approda al mondo dell’arte contemporanea dopo aver condotto studi sulla pittura del Tardo Manierismo meridionale (approfonditi durante un periodo di ricerche presso la Galleria Regionale della Sicilia di Palazzo Abatellis) e sull’architettura medievale siciliana. Ha scritto per testate siciliane e di settore, collaborato con gallerie d’arte e curato mostre di artisti emergenti presso lo Spazio Cannatella di Palermo. Oggi fa parte dello staff di direzione di Artribune e cura per realtà private la comunicazione di progetti artistici e culturali.