Young Talent Architecture Award 2020. Educating together

Venezia - 20/05/2021 : 21/11/2021

Evento Collaterale Biennale Architettura 2021.

Informazioni

  • Luogo: PALAZZO MORA
  • Indirizzo: Strada Nova, 3659 - Venezia - Veneto
  • Quando: dal 20/05/2021 - al 21/11/2021
  • Vernissage: 20/05/2021 e 21 Maggio dalle 10:00 alle 16:00 a Palazzo Mora anteprima stampa
  • Generi: architettura
  • Orari: 10.00 a 18.00 aperto tutti i giorni, tranne il martedì

Comunicato stampa

Una mostra che aprirà il 22 maggio ed un evento il 28 settembre 2021 sono Evento Collaterale della 17a Mostra Internazionale di Architettura - La Biennale di Venezia.
I risultati della terza edizione dello Young Talent Architecture Award, a cui nel 2020 si è aggiunto un premio parallelo in Asia, saranno presentati in una mostra che sarà inaugurata il 22 maggio presso Palazzo Mora (European Cultural Centre). L'esposizione esibirà tutti i progetti che hanno partecipato al premio, con modelli e pubblicazioni dei progetti vincitori e foto, disegni, video e immagini di tutti i lavori selezionati, finalisti e vincitori


Il 28 settembre 2021 avrà luogo un evento che riunirà i sette vincitori e i dieci membri della giuria, insieme a rappresentanti degli enti organizzatori, sponsor e sostenitori.
I partecipanti prenderanno parte a diverse conversazioni riguardanti alcuni degli argomenti attualmente più dibattuti nel campo dell'architettura.

Lo YTAA fa parte del Premio di Architettura Contemporanea dell'Unione europea – Premio Mies van der Rohe Award (EU Mies Award), organizzato dalla Fundació Mies van der Rohe con il supporto del programma Creative Europe dell'Unione Europea, in collaborazione con l'European Association for Architectural Education (EAAE) e l'Architects’ Council of Europe (ACE-CAE); World Architects come partner fondatore; l'European Cultural Centre come partner a Venezia; sponsorizzato da Jung, Jansen e Regent Lighting; e con il sostegno di USM.

Non solo Biennale. 5 mostre di architettura da vedere a Venezia

Un itinerario “fuori Biennale” alla scoperta di una serie di mostre che hanno saputo interpretare la domanda posta da Hashim Sarkis: how will we live together?