Waiting room 2019 – Carolina Ciuccio

Trento - 04/05/2019 : 31/05/2019

Inaugura la mostra di Carolina Ciuccio, primo appuntamento del 2019 di Waiting room, un’iniziativa indipendente iniziata nel 2014, un ciclo di mostre personali di artiste e artisti negli spazi d’attesa e di passaggio del Centro di psicoanalisi Jonas di Trento in via Madruzzo 68, realizzata in collaborazione con Tiring house.

Informazioni

Comunicato stampa

Sabato 4 maggio alle 18,30 inaugura la mostra di Carolina Ciuccio, primo appuntamento del 2019 di Waiting room, un’iniziativa indipendente iniziata nel 2014, un ciclo di mostre personali di artiste e artisti negli spazi d’attesa e di passaggio del Centro di psicoanalisi Jonas di Trento in via Madruzzo 68, realizzata in collaborazione con Tiring house.
Waiting room sostiene la sensibilità critica, la capacità di mettersi in relazione con le questioni del mondo attuale e l’importanza della ricerca dell’arte contemporanea

Attraverso la programmazione di mostre e incontri pubblici con artisti e artiste e interlocutori selezionati per la loro capacità di attivare e costruire sguardi diversi sui luoghi, Waiting room si prefigge di attivare un dibattito aprendo al pubblico la sede Jonas per stimolare idee e sensibilità attorno ai temi del legame sociale contemporaneo modificando la percezione sulla cura del disagio.
Carolina Ciuccio (Napoli, 1984) si diploma nel 2008 all’Accademia di Belle Arti di Napoli, nei suoi progetti utilizza l’installazione, la scultura, il segno, il video, la fotografia e il suono.
I suoi lavori sono caratterizzati da una ricerca che si snoda tra lo spazio intimo e quello sociale, tra le dinamiche personali e quelle relazionali, tra l’individualità e la collettività, con particolare attenzione agli aspetti identitari e culturali dei popoli.

Ha esposto presso la Galleria Lia Rumma (Napoli, 2004), la Biennale dei Giovani Artisti d’Europa e del Mediterraneo (Napoli, 2004), il Festival Arborescence (Aix en Provence, 2006), il Museo Madre (Napoli, 2008), la Galleria Obraz (Milano, 2009), il Museo MACRO (Roma, 2016), le Case Romane del Celio (Roma, 2017), il Museo Hermann Nitsch (Napoli, 2017).
All’apertura della mostra l’artista sarà in dialogo con Cristina Mattiucci, che insegna e fa ricerca nell'ambito degli Studi Urbani presso l'Università degli Studi di Trento.
Tra i suoi temi d'interesse ci sono la relazione tra arte, attivismo e retoriche urbane, nonché il ruolo dell'arte nei processi di trasformazione urbana, rispetto ai quali ha prodotto indagini in forma di progetti e pubblicazioni.

A questa edizione di Waiting room partecipano le artiste Carolina Ciuccio (4 maggio) e Stefania Mazzola (1 giugno) e gli artisti Fran Bobadilla (4 ottobre) e Fabrizio Perghem (8 novembre) rispettivamente in dialogo con Cristina Mattiucci, Camilla Nacci, Sara D’Alessandro Manozzo e Gabriele Lorenzoni.


Jonas Trento
Il Centro di Clinica Psicoanalitica Jonas di Trento, operante in città dal 2007, si propone come un luogo di ascolto che consenta a tutti coloro che vi si rivolgono di parlare del proprio disagio e di individuare i nodi problematici la cui trasformazione consente di interrompere la ripetizione di ciò che viene vissuto come doloroso.