Ubi fracassorium ibi fuggitorium

Roma - 05/05/2017 : 19/05/2017

Articolata in tre location e due spazi espositivi mobili, la mostra presenta uno studio della macchina culturale, intesa come insieme delle pratiche umane che trasformano la natura, la quale a sua volta, cosi trasformata, influisce sulla vita dell’uomo.

Informazioni

  • Luogo: ARTQ13
  • Indirizzo: Via Nicola Coviello, 15 – 00165 - Roma - Lazio
  • Quando: dal 05/05/2017 - al 19/05/2017
  • Vernissage: 05/05/2017 ore 19
  • Generi: arte contemporanea, collettiva
  • Orari: visita su appuntamento

Comunicato stampa

Venerdì 5 maggio ore 19.00, artQ13 inaugura Ubi fracassorium, ibi fuggitorium, progetto espositivo ideato da Carlo Caloro e prodotto da artQ13, Roma. Articolata in tre location e due spazi espositivi mobili, la mostra presenta uno studio della macchina culturale, intesa come insieme delle pratiche umane che trasformano la natura, la quale a sua volta, cosi trasformata, influisce sulla vita dell’uomo. Quindici artisti internazionali riflettono su questo doppio effetto dell’agire umano, partendo dall’eccesso di attività, funzioni e relazioni che ne risulta



Parcheggi, garage, automobili, traffico - sono il risultato del fare di tutti e di ciascuno, della ordinaria organizzazione comunitaria della vita in tutti i suoi risvolti. Eppure la perpetua accelerazione dei ritmi, imposta dal proliferare dei nostri artefatti, sembra inevitabilmente portare a un disastro. L’astuto Pulcinella, invocato dal titolo della mostra, sembra prefigurare le tattiche che gli artisti del progetto adottano nei confronti di questa frenetica espansione culturale: Ubi fracassorium, ibi fuggitorium – “Dove c'è una catastrofe, là c'è sempre una via di uscita”. La Maschera di Pulcinella, cosi come descritta da Giorgio Agamben, trova la propria essenza in questa sua capacità di trovare sempre una via di uscita dall’imminente catastrofe - proprio a causa della catastrofe. «(Una) pura parabasi: uscita dalla scena, dalla storia, dalla fatua, inconsistente vicenda in cui si vorrebbe implicarlo»: interrompere, sviare, ribaltare il pericolo incombente.

artQ13 è un’iniziativa no-profit, uno spazio aperto dove idee e progetti si incontrano in una dimensione aperta. Costantemente in trasformazione, artQ13 è uno spazio di esercizio - per idee e invenzioni - un laboratorio la cui identità viene continuamente rimodellata dall’attività degli artisti partecipanti.


Artisti:

Guido ANTROPOLI Carlo CALORO Paula DOEPFNER Nezaket EKICI Thilo FOLKERTS Göran GNAUDSCHUN Hans HEMMERT Anna KUBELIK Via LEWANDOWSKY Luana LUNETTA Augustin MAURS Jonathan MONK Ciprian MURESAN Sophie WHETTNALL Thomas WOSCHITZ

come arrivare: Metro: (Linea A > Battistini) fermata “Cornelia”. Le tre location sono collegate da navetta gratuita.