Tilf – Origini

Cantù - 16/10/2016 : 18/11/2016

Il Teatro comunale San Teodoro di Cantù è lieto di presentare Origini, mostra personale dell’artista comasco Tilf, a cura di Elisa Fusi.

Informazioni

  • Luogo: TEATRO COMUNALE SAN TEODORO
  • Indirizzo: via Corbetta 7, 20063 - Cantù - Lombardia
  • Quando: dal 16/10/2016 - al 18/11/2016
  • Vernissage: 16/10/2016 ore 19
  • Autori: Tilf
  • Curatori: Elisa Fusi
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: La mostra è visitabile negli orari di apertura del teatro, in presenza di spettacoli teatrali e durante gli aperitivi della domenica.
  • Biglietti: ingresso libero

Comunicato stampa

Il Teatro comunale San Teodoro di Cantù è lieto di presentare Origini, mostra personale dell’artista comasco Tilf, a cura di Elisa Fusi. La mostra inaugura domenica 16 ottobre dalle ore 19 e proseguirà fino al 18 novembre 2016.
Tilf è lo pseudonimo di un giovane artista (classe 1985), la cui pittura prende forma inizialmente nell’ambito della urban art. Dai grandi dipinti murali realizzati a cielo aperto l’artista affina ulteriormente il suo stile attraverso una produzione di tele e carte


Origini porta a Cantù una ventina di opere inedite dell’artista, realizzate su tela e carta, accomunate dall’esuberante vitalità di un mondo primordiale, farsesco e allucinato che vi è ritratto. I soggetti di questi lavori sono figure zoomorfe dai tratti grotteschi e fantastici, caratterizzate da maschere iperdecorate di evidente derivazione primitiva e tribale.
Caratterizza lo stile pittorico di Tilf la scomposizione dell’immagine in una miriade di sezioni di colore dalle tonalità accese, proprie dell’acrilico, che alterano la percezione dell’osservatore. La cura meticolosa del dettaglio si moltiplica all’infinito, colmando lo spazio pittorico a disposizione con una fitta trama che ricorda la tecnica del mosaico e dell’arabesco, con un forte senso di horror vacui (lett. "terrore del vuoto”) che non lascia tregua all’occhio tra un dettaglio e l’altro. L’immagine viene così distillata in piccole dosi, corrotta e segmentata da una linea di contorno decisamente intensa e incisiva, e può ricomporsi solo in uno sguardo distante.