Tesori nascosti dalla collezione La Gaia. Fontana e Manzoni

Fossano - 30/11/2017 : 29/04/2018

Fontana e Manzoni. Tesori nascosti dalla Collezione La Gaia in mostra al Castello degli Acaja a Fossano.

Informazioni

Comunicato stampa

Giovedì 30 novembre, alle 17, presso il Castello degli Acaja avrà luogo l’inaugurazione della mostra “Tesori nascosti dalla collezione La Gaia. Fontana e Manzoni”, promossa e organizzata dalla Fondazione Artea, in collaborazione con la Regione Piemonte, il Comune di Fossano e la Collezione La Gaia e con il sostegno della Fondazione CRC. L’esposizione sarà visitabile, a ingresso libero, da venerdì 1 dicembre 2017 a domenica 29 aprile 2018 con il seguente orario: il venerdì dalle 15 alle 19 e il sabato e la domenica dalle 10 alle 19

Per informazioni contattare l’Ufficio Turistico IAT del Fossanese ai numeri 800210762 – 0172/60160 o all’indirizzo e-mail: [email protected]
“Dopo le mostre ‘Terra di Seta’ al Filatoio di Caraglio e ‘La Scelta di Giulio’ alla Castiglia di Saluzzo, un altro grande evento espositivo si appresta ad animare la programmazione culturale delle nostra provincia grazie all’intervento della Fondazione Artea, che in questo 2017 ha iniziato il suo rilancio – spiega Michela Giuggia, presidente della Fondazione Artea –. La mostra che andiamo ad inaugurare al Castello degli Acaja rappresenta il primo nostro intervento diretto sul territorio di Fossano e, attraverso opere di indiscusso prestigio e valore, intende dare al pubblico la possibilità di scoprire e apprezzare due dei più importanti artisti italiani del Novecento”.
“Questa mostra ha il sapore delle prime volte – dichiara il sindaco di Fossano Davide Sordella –: è il primo passo concreto per la realizzazione del Museo di Arte Contemporanea con la Collezione La Gaia, è la prima mostra organizzata in collaborazione con la Fondazione Artea ed è la prima volta che siamo coordinati come territorio anche grazie alla candidatura di Cuneo Capitale Italiana della Cultura 2020. Il percorso di valorizzazione del Castello come luogo espositivo, iniziato a marzo scorso con la Mostra Impossibile dedicata a Caravaggio, continua ora con questa iniziativa e proseguirà con Leonardo, la Mostra Impossibile”.
“La mostra nasce da un dialogo tra la città di Fossano e la Collezione La Gaia con Matteo Viglietta che, insieme alla sua compagna di vita Bruna, ha raccolto l’invito dell’amministrazione della sua città natale a condividere una parte significativa del suo percorso di collezionista, trovando un importante partner nella Fondazione Artea – sottolinea Eva Brioschi, curatrice della mostra –. Si tratta di tesori nascosti perché raramente esposti fuori dagli spazi per così dire istituzionali della collezione a Busca, che trovano ospitalità proprio nelle segrete del Castello degli Acaja. Le opere esposte a Fossano sono vere e proprie eccellenze distintive di due maestri dell’arte italiana, riconosciuti e apprezzati a livello mondiale, alcuni lavori di Fontana sono stati esposti di recente a New York, nella retrospettiva curata da Germano Celant, e al Castello di Rivoli, mentre i lavori di Manzoni rappresentano in pieno l’artista, tra quadri e oggetti, tra cui la celebre ‘merda d’artista’, emblematica del suo percorso creativo”.
Lucio Fontana e Piero Manzoni sono legati da un rapporto che si potrebbe definire di filiazione. Fontana (nato nel 1899) conosce Piero Manzoni (nato nel 1930) sul finire degli anni ’50 in Italia e lo prende sotto la propria ala protettrice, acquistando un’opera del giovane artista (come spesso soleva fare per sostenere i nuovi talenti), e diventando per esso una figura di riferimento nel suo percorso di liberazione dagli schemi rigidi e obsoleti della pittura informale, con cui aveva cominciato la propria carriera. Nella mostra di Fossano questo rapporto tra i due artisti viene esaltato, dando origine a un punto di vista privilegiato sulla storia dell’arte contemporanea italiana di metà Novecento.