Tacita Dean – Comoggardising

Como - 09/07/2014 : 09/07/2014

Conferenza di Tacita Dean dal titolo Comoggardising: the benefits of creative indolence.

Informazioni

Comunicato stampa

Tacita Dean è nata nel 1965 a Canterbury, Inghilterra. Ha studiato alla Falmouth School of Art e alla Slade School of Fine Art prima di trasferirsi a vivere e lavorare a Berlino nel 2000.

I film, i disegni e le altre opere di Tacita Dean si distinguono per la loro grande originalità. I suoi recenti ritratti cinematografici, esprimono un qualcosa che né la pittura né la fotografia sono in grado di catturare: essi sono puramente filmici. Il lavoro di Tacita Dean, che pure apprezza il passato, sfugge qualsiasi tipo di approccio accademico

La sua arte si caratterizza sia per una sensibilità per la storia, il tempo e lo spazio sia di una qualità della luce e dell'essenza del film stesso. Il suo sottile ma ambizioso lavoro si concentra sull’utilizzo della pellicola come medium per raggiungere la verità del momento e la sensibilità dei singoli.


Le mostre personali di Tacita Dean includono Tate Britain, Londra e MACBA, Barcelona (2001), Tate St Ives (2005), Schaulager, Basilea (2006), Solomon R. Guggenheim Museum, New York (2007), Fondazione Nicola Trussardi, Milano (2009), MUMOK, Vienna, Turbine Hall (Unilever Series) Tate Modern, Londra (2011) e New Museum, New New York (2012).
Tra le mostre più recenti The Fabric Workshop and Museum, Philadelphia ed il film project JG presso l’Arcadia University Art Gallery, Philadelphia (2013) e Frith Street Gallery, Londra (2013) e c/o Jolyon, 2012-2013 presso Frith Street Gallery, Londra (2013).
Ulteriori personali hanno avuto luogo nel 2013 presso: l’Instituto Moreira Salles, Rio de Janeiro; Fundación Botín, Santander; Australian Centre for Contemporary Art (ACCA), Melbourne e; Museo d'Arte Moderna di Bologna (MAMbo), Bologna e nel 2014 .
 The Hammer Museum, Los Angeles; Utah Museum of Fine Arts (UMFA), National Gallery of Denmark (SMK).
Il lavoro di Dean è stato esposto in molte manifestazioni internazionali quali la Biennale di Venezia (2003, 2005 e 2013), la Biennale di Sydney (2005 e 2014), la Biennale di San Paolo (2006 e 2010). Ha inoltre partecipato a dOCUMENTA(13) (2012) . Le sono stati assegnati l' Hugo Boss Prize nel 2006 ed il Premio Kurt Schwitters nel 2009.