Spilimbergo Fotografia 2014

Spilimbergo - 12/07/2014 : 28/09/2014

Torna la rassegna Spilimbergo Fotografia 2014.

Informazioni

  • Luogo: PALAZZO TADEA
  • Indirizzo: Piazza Castello 4 33097 - Spilimbergo - Friuli-Venezia Giulia
  • Quando: dal 12/07/2014 - al 28/09/2014
  • Vernissage: 12/07/2014 ore 18,30
  • Generi: fotografia, collettiva
  • Orari: giov-ven 16.00-20.00, sab-dom 10.00-30-12.30 /16.00 – 20.00
  • Sito web: http://www.craf-fvg.it
  • Email: info@craf-fvg.it

Comunicato stampa

Robert Doisneau
La Fotografia Umanista
Corte Europa, Spilimbergo
26 luglio – 7 settembre
Inaugurazione: sabato 26 luglio, ore 11.00


Robert Doisneau (Gentilly, 14 aprile 1912 – Montrouge, 1º aprile 1994) studia litografia e all'età di ventidue anni viene assunto presso le officine della Renault di Billancourt come fotografo industriale. Negli anni quaranta si impegna nella Resistenza. Dal 1945 inizia a lavorare con Pierre Betz, editore del giornale Le Point e dal 1946 diventa fotografo indipendente per l'agenzia Rapho


Il soggetto prediletto delle sue fotografie in bianco e nero sono i parigini: le donne, gli uomini, i bambini, gli innamorati, gli animali e il loro modo di vivere questa città senza tempo. Robert Doisneau e Parigi: un binomio inscindibile tra uno dei più grandi fotografi francesi e la città che ha amato e ritratto con il suo obiettivo. Doisneau amava paragonarsi ad Atget, percorreva fotograficamente le periferie di Parigi per “…impossessarsi dei tesori che i suoi contemporanei trasmettono inconsciamente…”.
Morì a Montrouge e venne seppellito a Raizeux, accanto alla tomba della moglie.
Il CRAF conserva 45 fotografie del 1945 che ritraggono le espressioni dei parigini dinanzi alla Gioconda in “Devant la Joconde” di cui Luigi Crocenzi acquisì una serie. Non si vede il ritratto della Monna Lisa, solamente chi la guarda. Di fronte alla Gioconda i parigini del ’45 hanno reazioni diverse: c’è un giovane padre con gli occhiali che spiega il quadro al figlio ma c’è anche chi, invece di guardare l’opera di Leonardo, guarda Doisneau che li immortala.
Accanto alla serie Devant la Joconde, da collezioni private e dall’Archivio personale di Roberto Salbitani, sono tratte altre 20 immagini a completare l’omaggio del CRAF a Doisneau e all’impegno delle figlie Annette e Francine che conservano e valorizzano il suo archivio fotografico: a loro - quindi all' Atelier Doisneau - viene assegnato l’International Award of Photography 2014.

(A cura di Walter Liva)



Massimo Vitali
Sempre più pallide, Towards Achrome
Palazzo Tadea, Spilimbergo
12 luglio – 31 agosto
Inaugurazione: sabato 12 luglio, ore 18.30

Massimo Vitali è nato a Como nel 1944. Si trasferisce a Londra dopo il liceo, dove studia fotografia al London College of Printing.
All'inizio degli anni Sessanta inizia a lavorare come fotogiornalista, collaborando per numerose riviste e agenzie in Italia e in Europa. Durante questo periodo Vitali incontra Simon Guttman, il fondatore dell'Agenzia Report, fondamentale alla sua crescita di "Concerned Photographer."
Ha lavorato come direttore della fotografia per la televisione e il cinema senza per questo dimenticare il suo rapporto con la fotocamera. Attualmente si dedica alla "fotografia come mezzo per la ricerca artistica. Vive e lavora a Lucca e Berlino. Il CRAF gli assegna il Premio Friuli Venezia Giulia Fotografia 2014.

(A cura di Guido Cecere)









Monika Bulaj
Genti di Dio, Viaggio nell'altra Europa
Palazzo Tadea, Spilimbergo
12 luglio – 31 agosto
Inaugurazione: sabato 12 luglio, ore 18.30

Nata a Varsavia dove studia filologia all’Università, frequenta corsi di antropologia, storia, biblistica e filosofia, studia teatro e danza. Nell' '85 comincia a condurre ricerche antropologiche sulle minoranze religiose e le sette ortodosse in Polonia. Dal '93 vive in Italia e lavora come attrice, insegnante e regista per il teatro. Dal 2002 pubblica reportage sulle fedi religiose, i popoli nomadi e sui diseredati in Europa orientale, Asia occidentale e centrale, Africa, su: Il Corriere della Sera, La Repubblica D, IO Donna, Il Venerdì, Courrier International, Gazeta Wyborcza, Internazionale, East, GEO, National Geographic. Ha esposto nel mondo circa 60 mostre personali. Riceve dal CRAF il Premio Friuli Venezia Giulia Fotografia 2014.

(A cura di Guido Cecere)



Maria Mulas
Ritratti: un sessantesimo di secondo
Palazzo Altan, San Vito al Tagliamento
25 luglio – 28 settembre
Inaugurazione: venerdì 25 luglio, ore 18.30

Nata a Manerba del Garda Maria Mulas (sorella di Ugo) è una delle più illustri fotografe italiane. Attiva dalla metà degli anni Sessanta, ha esposto per la prima volta in una mostra personale alla Galleria Diaframma di Milano nel 1976. Nel 2009 ha vinto il Premio delle Arti - Premio della Cultura per la Fotografia con la motivazione seguente: "L'occhio fotografico di Maria Mulas ha trovato, nella dialettica del vissuto e nei ritratti assoluti, l'attimo di un racconto immortalato dove valore estetico e tecnica delle parti segnano il capitolo più alto della storia fotografica degli ultimi decenni". Il percorso creativo di Maria Mulas prende avvio a Milano negli anni Sessanta, con la realizzazione di fotografie che sono ispirate al mondo del teatro e al tema del ritratto, soggetto che sarà ripreso costantemente nell’itinerario espressivo dell'artista e che costituirà uno degli elementi poetici sostanziali del suo lavoro. La prima mostra personale della Mulas, dedicata ad una selezione di ritratti che rivelano uno sguardo attento alla critica sociale, viene ospitata alla Galleria Diaframma di Milano nel 1976; a questa occasione espositiva segue nel 1979 la rassegna alla Galleria Il Milione di Milano, dove sono presentati al pubblico ritratti di intellettuali e artisti (Biennale '78 – P.A.C. '79) in cui l'esperimento tecnico sull'obiettivo grandangolare 20 mm, diviene tutt'uno con la scelta del personaggio, con le sue valenze simboliche; la Mulas vi tornerà con una nuova serie di ritratti nel 1988.














Franco Fontana
I colori di Franco Fontana
Galleria Tina Modotti, Udine
4 luglio – 7 settembre
Inaugurazione: giovedì 3 luglio, ore 19.00
Incontro con Franco Fontana: domenica 7 settembre ore 18.00, Sala Ajace, Piazza Libertà, Udine

Nato a Modena nel 1933, Franco Fontana inizia a fotografare nel 1961, dedicandosi prevalentemente a un'attività amatoriale, pur svolgendo ricerche estetiche su diversi temi. Molto rilevanti saranno quelle dedicate all'espressione astratta del colore, effettuate in un periodo in cui l'astrattismo in fotografia era esclusivo del bianco e nero.
Ha collaborato anche con il Centre Georges Pompidou, con i Ministeri della Cultura di Francia e Giappone. È direttore artistico del Toscana FotoFestival. Nel 2006 ha ricevuto la laurea honoris causa in design dal Politecnico di Torino.
La mostra proposta a Udine presenta una selezione della collezione di fotografie acquisita dal CRAF.

(A cura di Silvia Bianco)



Bruno Cattani
Memorie
Villa Ciani, Lestans
12 luglio – 31 agosto
Inaugurazione: domenica 13 luglio, ore 11.00

Bruno Cattani nasce a Reggio Emilia nel 1964. Inizia a fotografare nel 1982 ed è fotogiornalista dall’ '88. L’esposizione, composta di 60 opere, documenta il percorso di ricerca dell’artista reggiano. La serie delle “Memorie” si è sviluppata a partire dal 2004 quando il Comune di Reggio Emilia commissionò ad alcuni fotografi del territorio un lavoro legato a questo argomento.
Le fotografie di Cattani evocano ricordi del passato, i soggetti immortalati nei suoi scatti, siano essi strade deserte o popolate soltanto da una panchina, altalene che si mischiano a nebbiosi paesaggi padani, interni spogli di fabbriche abbandonate, vecchie foto ingiallite, immagini di giocattoli di legno, hanno il potere di rendere vive queste reminiscenze ricostruendo, attraverso il dettaglio, piccoli frammenti di vicende private mai banali.

(A cura di Sandro Parmiggiani)


Michele Mattiello e Uma Kinoshita
Conseguenze. Vajont - Fukushima
Mulino di Ampiano, Pinzano al Tagliamento
19 luglio – 17 agosto
Inaugurazione: sabato 19 luglio, ore 17.00

I due fotografi si sono conosciuti nel 2012 ad Arles (Francia), in occasione di una rassegna fotografica. Parlando dei loro progetti, hanno trovato un lavoro che li accomunava. Lo stesso Mattiello afferma: “l’assordante silenzio di ciò che rimane dopo una tragedia che lascia dietro di sé morte, distruzione, smarrimento. Come sono state le tragedie del Vajont o Fukushima. Sarebbe la prima mostra fotografica su Fukushima fatta da una fotografa giapponese, in Italia. In assoluto, la prima mostra che racconta, contemporaneamente, cosa rimane dopo le tragedie del Vajont e di Fukushima”.

(A cura di Michele Mattiello)


Burkhardt Kiegeland e Willie Osterman
Salzstrasse
Centro Civico, Lignano Sabbiadoro
16 luglio - 12 settembre
Inaugurazione: 16 luglio, ore 18.30

Nel 1999 il C.R.A.F. ha incaricato Burkhardt Kiegeland e Willie Osterman di realizzare un lavoro di rilevamento fotografico che seguisse l’antica Via del Sale dalla Carinzia fino al confine tra Austria e Germania. Di quel pregevole lavoro, realizzato da due autori noti per la loro capacità di rappresentare il paesaggio naturale e l’ambiente, il CRAF conserva le opere.

Willie Osterman (1956) è stato con Liliane De Cock, tra gli ultimi assistenti in camera oscura di Ansel Adams. Ha quindi realizzato campagne fotografiche sui Parchi Nazionali degli Stati Uniti per la Kodak e da allora insegna al Dipartimento di Fotografia del Rochester Institute of Tecnology.
Burkhardt Kiegeland (1945), ispiratosi anch’esso ad Ansel Adams, è un fotografo, stampatore fine art austriaco e autore di vari articoli sulla fotografia che ha pubblicato in SchwarzWeiss, PhotoVision e di numerosi libri che hanno avuto grande diffusione in particolare tra i fotoamatori.

(A cura di Margit Zuckriegl)







Capolavori di storia della fotografia - Dall'archivio di Charles Henri Favrod
Sale Espositive della Provincia, Pordenone
18 luglio – 31 agosto
Inaugurazione: venerdì 18 luglio, ore 18.00

Nel 1997 Charles Hernri Favrod, fondatore del Musée de l’Elisée di Losanna ha donato al CRAF una raccolta di opere, tratta dalla sua collezione personale e rappresentativa degli autori che hanno marcato la storia della fotografia sin dalle sue origini.
Oggi, a distanza di 17 anni, il CRAF propone al pubblico quelle immagini privilegiando il ‘900 ed ampliando la presenza ad Autori che hanno caratterizzato con la loro attività il secolo appena trascorso. Infatti, ad integrazione del corpus di immagini dell’archivio di Charles Henri Favrod, viene esposto un gruppo di immagini tratte dall’archivio di Roberto Salbitani e da altre collezioni.
In occasione della tappa presso le gallerie della Provincia di Pordenone, verrà stampato un catalogo contenente le immagini, la prefazione di Charles Henri Favrod, anche curatore, e due brevi testi redatto allora da Cornell Capa, fondatore dell’International Center of Photography, e da Walter Liva.

(A cura di Charles Henri Favrod)












PREMI 2014
INTERNATIONAL AWARD OF PHOTOGRAPHY
XIX EDIZIONE
Patrocinato da: Banca Mediocredito del FVG Spa
Atelier Robert Doisneau – Annette e Francine Doisneau

PREMIO FRIULI VENEZIA GIULIA
XXVIII EDIZIONE
Patrocinato da: Fondazione CRUP
Massimo Vitali

PREMIO FRIULI VENEZIA GIULIA
XXVIII EDIZIONE
Patrocinato da: Fondazione CRUP
Monika Bulaj

PREMIO AMICI DEL CRAF
X EDIZIONE
Francesca Krivec per il conferimento al CRAF dell'Archivio Krivec


INCONTRI CON L'AUTORE

Domenica 13 luglio, ore 16.30 - Villa Ciani, Lestans
Bruno Cattani e Massimo Vitali

Sabato 19 luglio, ore 17.00 - Mulino di Ampiano, Pinzano al Tagliamento
Michele Mattiello e Uma Kinoshita

Sabato 19 luglio, ore 21.00 - Villa Ciani, Lestans (in collaborazione con Biblioteche in Cortile, Sebico)
Debora Vrizzi - Alovaf: favole allo specchio (Letture di Sergio Vrizzi e Miranda Noacco)

Venerdì 25 luglio, ore 17.00 - Antico Teatro Sociale G. Arrigoni, San Vito al Tagliamento
Maria Mulas

Domenica 7 settembre, ore 18.00, Sala Ajace, Piazza Libertà, Udine
Franco Fontana


CORSI

Corsi di fotografia di Roberto Salbitani
Villa Ciani, Lestans

19 - 20 luglio: L’ acqua, il corpo, il rito
26 - 27 luglio: Sviluppo di un progetto fotografico
2 - 3 - 4 agosto: Corso avanzato di stampa bianco/nero
9 - 10 agosto: Fotografo vedente e fotografo cieco

Corso di fotografia per architetti e ingegneri
Progetto e Fotografia - Contributo all’uso consapevole dell’immagine fotografica nella prassi professionale (15 crediti formativi - Ordine degli Architetti)
Casa dello Studente, Spilimbergo

20 settembre: L’Architettura e il suo doppio / Gianantonio Battistella
27 settembre: Fotografia e documentazione / Gianantonio Battistella e Vaclav Sedy
4 ottobre: Fotografia e riproduzione/Gianantonio Battistella e Claudio Franzini
11 ottobre: Interior Photography / Gianantonio Battistella e Studio De Rosa
18 ottobre: L’immagine fotografica nell’epoca della post-fotografia / Gianantonio Battistella e HDemo


ALTRE MOSTRE

Arkady Shaikhet. Un maestro della fotografia russa degli anni Venti e Trenta
Centro Informazione Documentazione CID, Torviscosa
8 marzo – 30 ottobre
aperto sabato e domenica, 10.00 – 20.00

La Comunità regionale 1964 - 1968
Consiglio Regionale, Piazza Oberdan,Trieste
26 maggio – 26 settembre
aperto dal lunedì al venerdì, 10.00 - 12.00 / 15.00 – 18.00

La cartolina delle Dolomiti
Museo Carnia Libera 1944 – Palazzo Unfer, Ampezzo
30 maggio – 27 luglio
aperto tutti i giorni, 9.30 / 12.30 – 15.00 / 18.00

Il Paesaggio Italiano. Fotografie 1950 – 2010
Galerija Klovićevi dvori, Zagabria
2 giugno – 10 luglio
aperto dal martedì alla domenica, 11.00 - 19.00

Il Novecento contadino in Friuli Venezia Giulia
Centro Informazione Documentazione CID, Torviscosa
15 giugno – 21 settembre
aperto sabato e domenica, 10.00 – 20.00

Toccando il Cielo
Sala consiliare, Comune di Forni di Sotto
7 luglio-31 agosto
aperto tutte le mattine dal lunedì al venerdì, 10.00 alle 12.00

Beno Fignon. La Natura Interpretata
11 luglio – 21 settembre
Centro visite, Parco Naturale Dolomiti Friulane, Cimolais
aperto sabato e domenica, 9.00 12.00 / 14.00 18.30 (dal 1 settembre 14.00 – 17.00)

L'Emigrazione friulana verso gli Imperi Centrali
Palazzo Toppo Wasserman, Toppo di Travesio
25 luglio – 31 agosto
aperto tutti i giorni, 9.00-12.00 / 15.00 -18.30, chiuso lunedì (tutto il giorno) e venerdì pomeriggio

Gianenrico Vendramin. I ritmi, i lavori, i frutti della terra
Palazzo Toffoli, Sala Roveredo, Montereale Valcellina
2 - 29 agosto
aperto lunedì 20.00-22.00, martedì-mercoledì-giovedì 17.00-19.00, venerdì 9.00-12.00

















(mettere i loghi)

Evento realizzato in collaborazione con:
Regione FVG
Spilimbergo Gioiello d'Italia
Turismo FVG
Provincia di Pn (con la dicitura con il patrocinio della....)


Con il sostegno di:
Fondazione CRUP

Con il contributo di:
Friulovest Banca
Comunità Montana Friuli Occidentale
Perle di Mosaico


Patrocinano i premi:
Banca Medio Credito
Fondazione CRUP
Scuola Mosaicisti del Friuli

Si ringraziano :
I Comuni di Barcis, Forni di Sotto, Lignano Sabbiadoro, Montereale Valcellina, Pinzano al Tagliamento, San Vito al Tagliamento, Sequals, Udine, Torviscosa; Consiglio Regionale FVG; Pro Spilimbergo; le Biblioteche di Lignano Sabbiadoro e Spilimbergo; Sebico; CID, Torviscosa; Civici Musei di Udine; EFASCE; Galerija Klovićevi dvori, Zagabria; Laba, Firenze; Museo Carnia Libera 1944, Ampezzo; Photosoyuz/Agenzy–Mosca; Parco Naturale Dolomiti Friulane, Cimolais; Scuola di Fotografia nella Natura; Graphistudio – Arba.

Orari sedi espositive:
Spilimbergo, Lestans,Pinzano al Tagliamento: giov-ven 16.00-20.00, sab-dom 10.00-30-12.30 /16.00 – 20.00
Lignano Sabbiadoro: dal lun al ven 14.30-19.00
San Vito al Tagliamento: ven 16.00 – 19.30, sab-dom 10.30-12.30 / 16.00 – 19.30
Udine: ven-sab-dom 17.00-20.00
Pordenone: da martedì a venerdì 15.00 – 19.00, sab-dom 19.00 – 19.00. Venerdì 15 agosto 10.00 – 19.00