Specchi Riflessi

Roma - 23/02/2012 : 15/03/2012

In mostra le personali di 4 artisti italiani, all’interno dell’evento “Specchi Riflessi”.

Informazioni

  • Luogo: ACCADEMIA D'EGITTO
  • Indirizzo: Via Omero 4 - Roma - Lazio
  • Quando: dal 23/02/2012 - al 15/03/2012
  • Vernissage: 23/02/2012 ore 18
  • Generi: arte contemporanea, collettiva

Comunicato stampa

Il direttore dell’Accademia d’Egitto di Roma, prof. Ahmed Mito, è lieto di invitare la S.V. il 23 febbraio 2012 all’evento “Specchi Riflessi” ed all’inaugurazione delle quattro personali di artisti italiani legati all’Egitto: “Piramide di pace e di luce” di Ottavio Fabbri, “In Linea d’Ombra Frammenti fotografici dell’Egitto” di Nicolò Tassoni Estense, “Il mio Egitto” di Biagio Landi e “Pietra Quadrangolare” di Carmine Perito.


Il 23 febbraio alle 18.00 presso l’Accademia d’Egitto di Roma in Via Omero 4 verranno inaugurate le personali di 4 artisti italiani, all’interno dell’evento “Specchi Riflessi”


Elemento catalizzatore della serata sarà la piramide di specchi,”Piramide di pace e di luce” di Ottavio Fabbri che illuminerà l’intera Galleria di una luce iridescente e policroma capace di trasportare metaforicamente gli invitati nella luce di questa antica civiltà millenaria. Ottavio Fabbri, figlio dell’editore Dino Fabbri è un artista a 360°: regista, pittore, gallerista e musicista, fa parte di quella categoria di persone per le quali sognare è vivere.
Per lui, oltrepassare la linea infinita che divide il mondo dei sogni dalla realtà, non è un’utopia. Basta pensare al suo progetto ambizioso e affascinante di costruire una quarta piramide nella Valle di Giza, al Cairo, per completare la sequenza delle stelle di Orione. Una piramide di luce, immateriale e simbolica, per replicare la posizione delle due stelle più esterne alla costellazione. L’Accademia d’Egitto rappresenta dunque la sede privilegiata per ospitare sia la riproduzione di questa grande piramide che i quadri e le opere di questo artista “stellare”.
Lo stesso giorno verranno inaugurate le personali di altri tre artisti italiani, ognuno con un proprio vissuto e caratteristiche specifiche.
“In Linea d’Ombra Frammenti fotografici dell’Egitto” di Nicolò Tassoni Estense è una mostra fotografica e un viaggio allo stesso tempo, un percorso attraverso il dedalo di strade del vecchio Cairo, alla ricerca di luci ed ombre che caratterizzano questo paese affascinante e misterioso.
Biagio Landi presenta “Il mio Egitto”, una serie di sculture fortemente evocative che ci trasportano metaforicamente nel mondo dell’antico Egitto attraverso figure emblematiche e profondamente significative.
Carmine Perito inaugura la mostra fotografica “Pietra Quadrangolare”. Con il suo occhio esperto di archeologia ed arte, Carmine Perito ci riporta il suo personale viaggio tra gli obelischi di Roma rivelandoci la forte presenza di queste magnifiche opere allo’interno della nostra realtà.