Rosy Rox – Monumento di Passaggio

Napoli - 02/06/2015 : 02/06/2015

Monumento di Passaggio è il nuovo lavoro performativo dell’artista Rosy Rox realizzato per il Quartiere Intelligente a Napoli ed evento conclusivo del Maggio dei Monumenti 2015.

Informazioni

  • Luogo: QUARTIERE INTELLIGENTE
  • Indirizzo: Scala Montesanto, 3 80135 - Napoli - Campania
  • Quando: dal 02/06/2015 - al 02/06/2015
  • Vernissage: 02/06/2015 ore 19,30
  • Autori: Rosy Rox
  • Curatori: Adriana Rispoli
  • Generi: performance – happening

Comunicato stampa

ROSY ROX
Monumento di Passaggio
a cura di Adriana Rispoli

2 giugno 2015 h 19.30
Quartiere Intelligente – Montesanto Napoli
Scala Filangieri


…nessun altro cammina come cammino io, e questo è il mio coraggio, la mia dignità, la mia integrità, la mia moralità; la mia rovina.
James Hillman

Monumento di Passaggio è il nuovo lavoro performativo dell’artista Rosy Rox realizzato per il Quartiere Intelligente a Napoli ed evento conclusivo del Maggio dei Monumenti 2015





L’opera di Rosy Rox – di forte matrice autobiografica - è caratterizzata dall’utilizzo del proprio corpo per poi estendersi ai simboli e alle metafore ad esso legati. Partendo da tematiche ascrivibili all’identità femminile, in cui il corpo diviene strumento di indagine della memoria e del vissuto, l’artista restituisce un universo frammentato, sospeso tra aggressività e seduzione, lussuria e innocenza.



La scala, simbolo universale, luogo sospeso tra il materiale e l’immateriale, tra il salire e lo scendere, tra il progresso e il regresso, tra l’evoluzione e l’involuzione, è il “palcoscenico” scelto dall’artista in un atto catartico. Una “ferita” della città, metaforica oltre che fisicamente topografica, che Rosy Rox ci invita a percorrere intimamente per poi concludere con un grande gesto collettivo. Le fragili tracce del passaggio dell’artista, che contrastano con la monumentalità semantica e semiotica della scala, divengono segni di un percorso esistenziale fatto di legami che si spezzano, distacchi necessari per vivere: perdere per ritrovare qualcosa. L’ indagine sulla condizione dell’uomo, da sempre centrale nel suo lavoro, si perpetra nel transito, nell’attraversamento, un metodo di riflessione per la lettura dei singoli frammenti il cui insieme – come nella storia - rievoca e si manifesta nel tutto. Il corpo dell’artista da corpo organico diviene corpo sociale, non solo per il valore di mimesi e strumento privilegiato di conoscenza della realtà che racchiude in sé il micro e il macro, ma piuttosto come elemento di cognizione collettiva, sociale e di esperienza esistenziale.


Sempre in bilico tra l’eroico e l’eretico, tra la morte e la rinascita, la sacralità dello spirito e la profanità del corpo, Rosy Rox affronta per la prima volta una performance nello spazio urbano, attivando una ferita cittadina e “mettendo in scena” l’incontro tra l’io e l’altro.

Rosy Rox è un’artista visiva nata a Napoli nel 1976, dove vive e lavora. Scultura, installazione e performance sono i principali linguaggi utilizzati nella sua ricerca artistica. Dal 2015 è docente di Tecniche Performative all’Accademia di Belle Arti di Napoli e dal 2011 lavora al progetto partecipativo in progress “il dono” che con il coinvolgimento di realtà sociali differenti, coniuga ed elabora il rapporto tra vissuto e arte. Nel 2012 ha vinto il premio “Un’opera per il Castello“ con cui ha realizzato l’opera permanente Tempo Interiore, riattivando nella sua personalissima visione l’antico orologio della Piazza d’Armi e restituendogli un tempo non convenzionale che cortocircuita passato, presente e futuro. I suoi lavori sono presenti in numerose collezioni pubbliche e private tra cui: Fondazione VAF-Germania; PaBAAC, Mibac-Italia; Museum Biedermann, Germania, Collection Alain Servais, Belgio, Sana Quisisarni New York, Ernesto Esposito, Napoli. Tra le ultime performance ricordiamo: Con-Tatto, Byblos Art Hotel |Villa Amistà, Verona (2015); La Robe Museo MADRE, Napoli (2012), Please return to you, CIAC Centro Internazionale per l'Arte contemporanea, Roma (2011).


La performance Monumento di Passaggio è inserita nel programma del Maggio dei Monumenti promosso dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Napoli, è realizzata in collaborazione con l’Accademia di Belle Arti di Napoli e gode del matronato della Fondazione DonnaRegina per le Arti Contemporanee.

La performance è stata resa possibile grazie

al contributo di

Goethe Institut e Metropolitana di Napoli

e al supporto tecnico di

Chimpex Industriale Spa
A.Re.N
TULINO
Digigraf


ROSY ROX
Monumento di Passaggio
curated by Adriana Rispoli


June 2nd 2015 7.30 pm
Quartiere Intelligente - Montesanto Naples
Scala Filangieri




…No one walks like I do, and this is my bravery, my dignity, my integrity, my morality; my ruin.

James Hillman



Monumento di Passaggio is artist Rosy Rox’s new performance, realized for Quartiere Intelligente in Naples and final event of the Maggio dei Monumenti festival.



The deeply autobiographical work is characterized by the use of the body and then spreads to the symbols and metaphors related to it.

Moving from issues related to the female identity where the body becomes a tool of analysis of memory and experience, the artist restores a fragmented universe, suspended between aggression and seduction, lust and innocence.



The stairway, universal symbol suspended between matter and transcendence, between rising and descending, progress and decline, is the stage chosen by the artist in a cathartic mean. A metaphorical and topographic “scar” of the city that Rosy Rox invites us to intimately walk through to then engage in a grand collective gesture. The artist’s fragile traces, in contrast with the semantic and semiotic monumentality of the stairs, become a sign of an existential path made of bonds that are broken in order to survive: loose to find. The study on man’s condition, that has always been a central in her work, continues through transit, crossing, a method of reflection for the reading of the single fragments that together - like in history - evoke and arise as a whole.



Always balancing between heroic and heretic, between death and renaissance, the sacrality of the spirit and the profanity of the flesh, Rosy Rox engages for the fist time in a performance that takes place in a urban space, activating one of the city’s scars and turning the attention to the encounter between the I and the other.





Rosy Rox is a visual artist born in Naples in 1976, where she lives and works.

Sculpture, installation and performance are the main languages used in her works.

From 2015 she teaches Performing Techniques at the Accademia di Belle Arti di Napoli and from 2011 she works at the collective project “Il dono” which, through the engagement of different social realities, combines and develops the relationship between life and art.

In 2012 she won the prize “Un’opera per il castello” with the project Tempo Interiore, which reactivates with her very personal vision the ancient clock of Piazza d’Armi returning a non conventional time that sends past, present and future in short. Her works are part of numerous public and private collections like VAF-Germania; PaBAAC, Mibac-Italia; Museum Biedermann, Germania, Collection Alain Servais, Belgio, Sana Quisisarni New York, Ernesto Esposito, Napoli. between her last performances: Con-Tatto, Byblos Art Hotel |Villa Amistà, Verona (2015); La Robe Museo MADRE, Napoli (2012), Please return to you, CIAC Centro Internazionale per l'Arte contemporanea, Roma (2011).



The performance Monumento di Passaggio is part of the Maggio dei Monumenti program, promoted by the Assessorato alla Cultura del Comune di Napoli, and realized with the collaboration of the Accademia di Belle Arti di Napoli is patronized by the Fondazione DonnaRegina per le Arti Contemporanee.



The performance is supported by

Goethe Institut and Metropolitana di Napoli

With the technical support of

Chimpex Industriale Spa
A.Re.N
TULINO
Digigraf