Roberto Cuoghi – Perla Pollina 1996–2016

Napoli - 26/05/2017 : 18/09/2017

Prima mostra retrospettiva di metà carriera dedicata a Roberto Cuoghi (Modena, 1973), uno dei più enigmatici, misteriosi e affascinanti artisti italiani della sua generazione.

Informazioni

  • Luogo: MADRE - MUSEO D'ARTE CONTEMPORANEA DONNAREGINA
  • Indirizzo: Via Settembrini 79, 80139 - Napoli - Campania
  • Quando: dal 26/05/2017 - al 18/09/2017
  • Vernissage: 26/05/2017 ore 19
  • Autori: Roberto Cuoghi
  • Curatori: Andrea Viliani, Andrea Bellini
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: Lunedì, Mercoledì, Giovedì, Venerdì, Sabato 10.00 ⋅ 19.30 — Domenica 10.00 ⋅ 20.00 La biglietteria chiude un'ora prima / Martedì chiuso / Lunedì ingresso gratuito
  • Biglietti: Intero: € 7.00 Ridotto: € 3.50 Ridotto gruppi prenotati: € 4.00 Gratuito il lunedì Il museo rientra nel circuito CampaniaArtecard

Comunicato stampa

Venerdì 26 maggio (ore 19.00) il museo MADRE inaugura, quale unica sede italiana, PERLA POLLINA, 1996–2016, la prima mostra retrospettiva di metà carriera dedicata a Roberto Cuoghi (Modena, 1973), uno dei più enigmatici, misteriosi e affascinanti artisti italiani della sua generazione. La mostra – organizzata dal Centre d’Art Contemporain, Ginevra in collaborazione con MADRE, Napoli e Koelnischer Kunstverein, Colonia – inaugurerà venerdì 26 maggio (ore 19.00) comprendendo circa settanta opere che ripercorrono i venti anni della ricerca dell’artista documentandone e analizzandone i diversi aspetti

Cuoghi esplora nuovi formati di esperienza, di comportamento, di conoscenza al limite della riconoscibilità e caratterizzati da un'ascetica ossessività. Realizzate anche con tecniche e materiali non convenzionali, le opere pittoriche, scultoree, fotografiche, installative, video-filmiche, sonore e performative dell'artista sondano le nozioni di simulacro e simbolo, memoria e immanenza, devozione e superstizione, trasformazione e metamorfosi, con richiami all’antichità e alla storia dell’umanità. La mostra presenta e interconnette per la prima volta i principali cicli di opere dell’artista, interpretandoli quali veri e propri universi indipendenti e autonomi, oscuri e febbricitanti sistemi che valgono solo per se stessi, come una lingua che, paradossalmente, fosse parlata da una sola persona al mondo, come se ogni opera fosse sempre la prima, o l'ultima.

Di carne e d’ombra. Roberto Cuoghi a Napoli

Dark senza essere gotico, romantico al di fuori dei citazionismi, rischiarante speranza pur immerso nella cupezza. Già protagonista alla Biennale di Venezia, Roberto Cuoghi è in mostra al Madre di Napoli.