Richard Kostelanetz – More Wordship

Milano - 27/11/2013 : 18/01/2014

Famoso per la sua prosa pungente, la sua narrativa breve, la poesia visiva, Richard Kostelanetz utilizza dispositivi come connessioni linguistiche, sequenze dei numeri, giochi di parole, allitterazioni, parallelismi, costruttivismo e minimalismo mettendo alla prova il lettore.

Informazioni

Comunicato stampa

Kunstverein (Milano) è lieta di ospitare in anteprima assoluta la tappa italiana del progetto “More Wordship” di Richard Kostelanetz.
Poeta, scrittore, artista d’avanguardia americano, critico e curatore, Richard Kostelanetz è nato a New York nel 1940. Con la sua produzione letteraria e la sua poesia visiva introduce nuove grammatiche e codici espressivi che negli anni Sessanta vennero definiti “radicali e intolleranti”. Famoso per la sua prosa pungente, la sua narrativa breve, la poesia visiva, Richard Kostelanetz utilizza dispositivi come connessioni linguistiche, sequenze dei numeri, giochi di parole, allitterazioni, parallelismi, costruttivismo e minimalismo mettendo alla prova il lettore

Con “The End of Intelligent Writing: Literary Politics in America” (1974) l'artista cambia la scena letteraria newyorkesese, promuovendo opere di giovani e innovativi autori.
A questa personalità complessa ed affascinate, ma ancora poco nota in Europa, Kunstverein dedica un evento unico, “More Wordship” che include un raro patrimonio di libri, film, audio, disegni, poesie visive e opere a disposizione del pubblico che insieme funzionano come un vero e proprio bookstore, dove tutto sarà acquistabile a prezzi accessibili.
“More Wordship” è una valida alternativa ad una mostra retrospettiva sull'autore e una scelta coerente rispetto alla sua pratica artistica.
Il progetto prosegue e amplia la prima tappa europea, “Openings & Closings. The Richard Kostelanetz Bookstore” presentato nel 2011 dalla 'sister organisation' di Amsterdam. A Milano il progetto cambia titolo in “More Wordship” che nasce da un gioco di parole tra il nome del suo studio, “Earl of Wordship”, “worship” e “lordship”. Ed oltre al materiale proveniente dalla selezione di Kunstverein Amsterdam, si arricchisce di nuovi lavori come manufatti rari, edizioni, opere d'arte di piccolo formato, lavori audio e opere visive, come il 'set' completo di Assembling 1-13, fondato da Kostelanetz tra il 1970 e il 1982.
"More Wordship" si propone, inoltre, come luogo di incontro e scambio culturale da cui si attiverà un programma parallelo:
*18 dicembre 2013. Presentazione del volume “The Nervous System” (edito da Kunstverein Publishing & JRP Ringier & tranzit, 2013) con gli autori Jiri Kovanda e Zbynek Baladran.
*Gennaio 2014. Presentazione dei libri di Ivan Moudov (edito da Kunstverien Publishing & Vulcano edizioni) e Italo Zuffi (edito da Kunstverien Publishing & Fortino Editions)
Il programma aggiornato sul sito www.kunstverein.it
"More Wordship" partecipa a “SPRINT”, Salone di Editoria Indipendente e d’artista, un progetto di O’ a cura di Dafne Boggeri contesto in cui il lavoro di Kostelanetz trova una perfetta sinergia e confronto generazionale.
Dal 29.11.2013 al 1.12 2013. www.sprintmilano.org
MORE WORDSHIP è un progetto in collaborazione con
Spazio O’
FARE
Vulcano, unità di produzione contemporanea
Istituto culturale Ceco a Milano
Un ringraziamento speciale a Richard Kostelanetz, Alexis Bhagat, Luca Poncellini, Sara Serighelli, Maxine Kopsa, Nathan Smithe
Si ringrazia, inoltre, Riet Wijnen, Hyo Kwon, Goda Budvytyte