Proiezioni 2013

San Giovanni Valdarno - 07/09/2013 : 06/10/2013

Otto giovani artisti - alcuni provenienti da Paesi lontani – saranno ospiti per un mese di uno dei più apprezzati centri di arte contemporanea della Toscana.

Informazioni

Comunicato stampa

Otto giovani artisti - alcuni provenienti da Paesi lontani – saranno ospiti per un mese di uno dei più apprezzati centri di arte contemporanea della Toscana.
Si inaugura sabato 7 settembre alle ore 18, presso Casa Masaccio di San Giovanni Valdarno l’esposizione “Proiezioni 2013” organizzata dall’Accademia di Belle Arti di Firenze e co-prodotta dal Comune di San Giovanni Valdarno nell’ambito della rassegna StARTpoint 2012/2013.

Fotografia, video, pittura, performance e installazioni sono i media espressivi e compostivi degli otto artisti, tutti provenienti dall’Accademia Fiorentina. Le loro opere occupano discretamente lo spazio dell’arte, con minime interferenze reciproche

Come in ogni proiezione richiedono un apparato tecnico, uno spazio vuoto, uno schermo, reale o metaforico, su cui apparirà la loro fabula picta.

Gli artisti selezionati sono Alessandro Benedetti, Giulia Bilardo, Veronica Billi, Rika Fujimoto, Lek M. Gjeloshi, Gabriele Germano Gaburro, Kim Jisun e Joela Laghi. “Proiezioni 2013” continua fino al 6 ottobre, ingresso gratuito, orario 15/19, festivi 10/12-15/19, lunedì chiuso.

“In una delle capitali mondiali dell’arte – spiega il direttore dell’Accademia di Belle Arti di Firenze, Giuseppe Andreani - l’Accademia firma la sua presenza sul territorio nel modo più consono alle sue finalità: attraverso l’esercizio della creatività dei suoi più interessanti allievi”.

Il progetto StARTpoint 2013 si articola in una serie di mostre, eventi e spettacoli in programma fino ad autunno ed è realizzato con il contributo della Regione Toscana nell’ambito del progetto Toscanaincontemporanea 2012, con il sostegno della Provincia di Firenze e con il patrocinio del Ministero dell’Università e della Ricerca. A cura di Giovanna Fezzi, Massimo Mattioli, Angela Nocentini, Giandomenico Semeraro, Pier Luigi Tazzi.