Nuovo mese del progetto Pop Up Shop&Tube presso lo spazio creativo ARCI Meltin’ Pop.

Informazioni

  • Luogo: MELTINPOP
  • Indirizzo: Via Roma 78/80 - Arona - Piemonte
  • Quando: dal 07/10/2011 - al 07/10/2011
  • Vernissage: 07/10/2011 ore 18.30
  • Generi: design, performance – happening, presentazione, serata – evento
  • Email: claudia@popuptube.it

Comunicato stampa

Venerdì 7 ottobre dalle ore 18.30 l’Associazione Culturale Occhi Aperti inaugura il nuovo
mese del progetto Pop Up Shop&Tube presso lo spazio creativo ARCI Meltin’ Pop, in via
Roma 78/80 ad Arona, con ingresso riservato ai soci tesserati.
La serata sarà allietata dalla performance di un curioso e inaspettato personaggio: Lullo
Mosso è un contrabbassista che non passa inosservato, sia per la qualità della proposta
musicale sia per l’eccentricità che contraddistingue lui e il suo spettacolo. Mosso è un pilota di
Mototrabbasso, uno strumento-veicolo magico che permette di viaggiare spostandosi tra una
canzone e un'altra

Il nostro pilota vaga così nell'universo della musica raccontando storie e
personaggi sotto forma di canzoni, improbabili danze e spericolate evoluzioni, esprimendosi in
una sorta di grammelot (www.myspace.com/ilmototrabbasso).
Naturalmente, come accade ormai da tempo, la proposta culturale di Pop Up Shop&Tube sarà
ricca di novità e di nuovi talenti emergenti che dominano la scena contemporanea italiana.
Elena Salmistraro, milanese di nascita e di formazione, è una giovane product e fashion
designer che si rifà a un tema da lei particolarmente sentito: quello dell' eco design. Utilizzando
materiali poveri o ecologici come appunto la carta, il cartone, jacroki, la ceramica, gli scarti in
feltro e di vario genere, persegue l’obiettivo di conciliare la tendenza moderna del design con il
calore di materiali inconsueti rievocando così un ritorno al passato, il tutto in modo
estremamente innovativo. Ha fondato Alko_Studio e ha registrato un marchio di moda e design
dal nome Alla's.
L’atelier di Nina Tauro, a Torino, è una bottega artigiana che nasce dall’amore per la manualità
e la passione per i cappelli. Da una tradizione acquisita in famiglia, nascono copricapo di varia
foggia, pezzi unici, creati assecondando le naturali caratteristiche della materia prima utilizzata.
Molta cura è dedicata alla scelta dei materiali e degli inserti: merletti, fibbie e bottoni che sono
spesso vintage. Oltre a pezzi di uso quotidiano, Nina realizza collezioni per le varie stagioni,
anche su misura, e un settore è appositamente dedicato ai cappelli da sposa e da cerimonia.
Andrea Brembati e Irene Roghi sono due giovani creativi che vivono e
lavorano a Milano. Insieme hanno ideato il marchio Play-Shirt, con la
caratteristica di essere sempre in divenire. Play-Shirt ha per simbolo una
t-shirt “manifesto” su cui è possibile scrivere quello che si vuole e
modificare in qualunque momento la scritta attraverso delle lettere stampate
su velcro da applicare a loro volta alla striscia, sempre in velcro, cucita sulla
t-shirt. Nelle loro ultime creazioni il jersey delle t-shirt, tagliato a mano,
viene scomposto e assemblato nuovamente in capi sempre diversi. E
sempre personalizzabili all'infinito da chi li sceglie.
COMUNICATO STAMPA
2
Giorgia Palmirani, architetto di Bologna, è l’ideatrice e creatrice del marchio Esercizidistile.
Utilizzando materiali tessili di recupero e rifacendosi alla tradizione tessile locale, a cui si ispira
per valorizzarla, produce accessori decor per la casa e per la persona: ne sono nate borse,
tovaglie, tovagliette americane, runner, presine, grembiuli, copri-sedie, portabiancheria, decori
per tavola in canapa e tela grezza sui quali sono stati applicati decori o frasi di celebri maestri di
cucina. La ricerca dei materiali per l’arredo l’ha portata all'elaborazione di soluzioni in grado di
contaminare la tradizione con lo stile essenziale contemporaneo.
Bolognese, Giulia Boccafogli è un altro architetto che da più di dieci anni porta avanti la sua
passione: creare gioielli e accessori. Affinando sempre di più gli studi sui materiali e le
lavorazioni alternative, senza mai rinunciare alla realizzazione manuale che è per lei una fase
fondamentale nel processo creativo, progetta e realizza personalmente pezzi unici dal design
esclusivo, che danno vita a esemplari singoli o a mini collezioni a tema volutamente evocativo.
Collane, bracciali e orecchini sono le creazioni che danno vita a una linea a volte delicata e
femminile, a volte originale e accattivante.
Giada Desirèe Cappelletti è una giovane designer di Milano che si dedica particolarmente allo
studio e alla realizzazione di gioielli. Per lei progettare è passione, fantasia, emozione,
comunicazione, gioco; queste sono le parole chiave e di lettura di ogni sua creazione, che
nasce dalla combinazione di metalli come bronzo, argento, oro con smalti e gemme che brillano
con eleganti giochi di luce. Presenterà alcuni pezzi, significativi per spiegare la linea classica ed
elegante che contraddistingue il suo stile.
Valentina Belloni, Mattia Cerato, Beatrice Costamagna, Irene Fratta, Francesca Morici,
Elisa Patrissi, Alessandra Sartoris, Gabriele Tafuni sono otto giovani illustratori con base a
Torino, dove hanno dato vita al collettivo [email protected] A partire dal 2005 le loro strade si
incrociano allo IED di Torino, dove nasce la loro amicizia creativa, mentre i loro percorsi
professionali si sviluppano in varie direzioni: editoria per l’infanzia, grafica, animazione,
pubblicità e illustrazione. Per Pop Up Shop&Tube hanno ideato una mostra a tema dal titolo
“Il posto delle cose perdute”: in una serata dimenticata nasce un progetto che non andrà perso,
un viaggio alla ricerca dei luoghi in cui potremmo ritrovarle.
Daniele Zennaro, skater proveniente da Milano, è un video maker già molto
conosciuto e apprezzato nell’ambiente. Gli anni passati su una tavola gli
hanno regalato una visione particolare, che l’ha aiutato nella produzione di
alcuni dei più innovativi video della scena italiana, tanto che il suo
“Campominato”, girato per la band Amari, ha inaugurato la programmazione
del canale Qoob Italy. Ha lavorato con vari nomi del pop italiano, ma
mantenendo fede alla sua natura di skater continua a preferire produzioni
indipendenti che gli concedono più libertà creativa.