Parallel Stories

Trento - 01/08/2019 : 03/11/2019

Mostra d'arte contemporanea a cura di Studio d'Arte Raffaelli.

Informazioni

Comunicato stampa

ARALLEL STORIES
Mostra d'arte contemporanea a cura di Studio d'Arte Raffaelli
Fino al 3 novembre 2019

FORTE CADINE, Trento
Willie Bester
Jarmila Mitrikova & David Demjanovic
Opening 1 agosto | h 18:00

FORTE TESORO, Sant'Anna d'Alfredo (VR)
Jackson Nkumanda
Pietro Weber
Opening 2 agosto | h 18:00

Torna l'appuntamento con l'arte contemporanea all'interno dei forti ideato da Giordano Raffaelli che coinvolgerà per questa edizione di Sentinelle di Pietra il Forte Cadine di Trento e - per la prima volta dalla fondazione di ARTE FORTE - anche un forte del Veneto, il Forte Tesoro di Sant'Anna d'Alfaedo (VR).

PARALLEL STORIES è il titolo della mostra, che suggerisce il dialogo e il confronto tra narrazioni lontane, e in questo caso tra Africa ed Europa. Al Forte di Cadine le opere di Willie Bester si accostano alle pirografie su legno e sculture in ceramica del duo di artisti slovacchi Mitrikova & Demjanovic, facendo scaturire una riflessione storico-sociologica sulle tracce lasciate rispettivamente dall'Apartheid in Sudafrica e dal Regime Sovietico nell'Est Europa. Al Forte Tesoro invece le tavole tridimensionali di Jackson Nkumanda - che rappresentano la quotidianità multiculturale delle township sudafricane, si alternano alle iconiche terrecotte di Pietro Weber, attuando una contrapposizione tra l'uno e il molteplice, tra la solitudine e lo spirito di comunità.

L'evento d'inaugurazione di PARALLEL STORIES avverrà a partire da giovedì 1 agosto presso Forte Cadine e proseguirà il giorno successivo, venerdì 2 agosto, a Forte Tesoro.

La mostra sarà visitabile nei due forti fino al 3 novembre 2019.

Forti per l’arte contemporanea. In Trentino

Forte di Cadine, Trento // Forte Tesoro, Sant'Anna d'Alfaedo – fino al 3 novembre 2019. Europa e Sudafrica raccontano storie parallele grazie al lavoro di quattro artisti e a un gallerista trentino che ha “occupato” gli spazi austeri di due forti militari, innescando un avvicinamento tra luoghi lontani attraverso la memoria degli avvenimenti storici.