Omaggio a Marcello Avenali 1912-1981

Roma - 10/07/2013 : 03/11/2013

Roma Capitale dedica alla figura di Marcello Avenali, artista romano del ‘900 che della capitale fece il centro della sua lunga attività, un’esposizione al terzo piano del museo che mette in mostra i tre dipinti donati nel 2012 dall’Archivio Marcello Avenali alla Galleria d’Arte Moderna di Roma Capitale.

Informazioni

  • Luogo: GALLERIA D’ARTE MODERNA DI ROMA CAPITALE
  • Indirizzo: Via Francesco Crispi 24 - 00187 - Roma - Lazio
  • Quando: dal 10/07/2013 - al 03/11/2013
  • Vernissage: 10/07/2013 ore 18
  • Curatori: Maria Catalano, Federica Pirani
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: Da martedì a domenica ore 10.00 - 18.00; La biglietteria chiude alle ore 17.30; Lunedì chiuso
  • Biglietti: Biglietto unico comprensivo di ingresso alla Galleria d’Arte Moderna di Roma Capitale e alla Mostra per l’importo di € 6,50 intero e di € 5,50 ridotto. Riduzioni e gratuità per le categorie previste dalla tariffazione vigente.
  • Patrocini: Enti promotori Roma Capitale Assessorato alla Cultura, Creatività e Promozione Artistica Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali Archivio Marcello Avenali Fondazione La Quadriennale di Roma Organizzazione Zètema Progetto Cultura Con il contributo di Acea; Banche Tesoriere di Roma Capitale: BNL - Gruppo BNP Paribas, UniCredit Banca di Roma, Monte dei Paschi di Siena; Finmeccanica; Il Gioco del Lotto; Vodafone. Con il contributo tecnico di Atac; La Repubblica.
  • Uffici stampa: ZETEMA

Comunicato stampa

E’ prorogata fino al 3 novembre 2013 (la chiusura era inizialmente prevista per il 15 settembre 2013) la mostra OMAGGIO A MARCELLO AVENALI 1912-1981, a cura di Maria Catalano e Federica Pirani, che si svolge presso la Galleria d’Arte Moderna di Roma Capitale, in via Francesco Crispi. La mostra è promossa da Roma Capitale in collaborazione con l’Archivio Marcello Avenali e la Fondazione La Quadriennale di Roma



Roma Capitale dedica alla figura di Marcello Avenali, artista romano del ‘900 che della capitale fece il centro della sua lunga attività, un’esposizione al terzo piano del museo che mette in mostra i tre dipinti donati nel 2012 dall’Archivio Marcello Avenali alla Galleria d’Arte Moderna di Roma Capitale: Ritratto di Anna (1933), olio su tavola e immagine di assorta contemplazione interiore che rimanda alla cultura artistica del Novecento; Villa Borghese (1938), veduta romana di intensa tensione lirica ed espressiva che denota la successiva adesione dell’artista alla Scuola Romana; Angelina (1953), olio su tela che introduce un rinnovamento profondo del suo linguaggio espressivo, essendo già presente, pur nella forza del colore, quel delicato momento di transizione dalla figurazione all’astrazione che interessa il percorso artistico di Avenali, e in genere la pittura italiana, alla metà del secolo XX.

I tre lavori oggetto della recente donazione vengono esposti accanto a quelli già esistenti nella collezione storica del museo, risultato di precedenti acquisizioni presso le occasioni espositive romane e ad alcuni altri attentamente selezionati dal ricco Archivio di famiglia, come il Ritratto di Renata, la moglie dell’artista in un’intensa immagine degli anni Quaranta, Sinfonia notturna, arazzo degli anni Settanta rappresentativo del periodo astratto, Struttura, scultura in ferro esemplificativa della ricerca tridimensionale che integra l’attività.
Un totale di diciassette preziose opere che saranno mostrate al pubblico dall’11 luglio al 15 settembre e che costituiscono senza dubbio una testimonianza significativa dell’intera produzione di Marcello Avenali, consentendo di leggere con assoluta coerenza il percorso dell’artista tra gli anni Trenta e gli anni Cinquanta del Novecento.

Nato il 16 novembre 1912 in un contesto familiare dove il padre scultore, il nonno materno pittore, il nonno paterno architetto lo avvicinano al mondo dell’arte, Marcello Avenali è stato inesauribile sperimentatore di vie espressive e di soluzioni tecniche, artista presente nelle principali occasioni espositive nazionali e con interessanti esperienze a livello internazionale, insegnante appassionato al suo mestiere così da farne ragione di vita nell’insegnamento presso l’Accademia di Belle Arti di Roma dove, al pari degli allievi, mise a disposizione la grande esperienza maturata.

Un apparato documentario, messo a disposizione dall’Archivio Marcello Avenali e dalla Fondazione La Quadriennale di Roma, completa l’esposizione fornendo - con fotografie, lettere, ricordi, disegni e bozzetti, e altro ancora - il quadro di un artista e di un’epoca.