Nuova guida per il Museo civico di Sansepolcro

Sansepolcro - 29/06/2013 : 29/06/2013

Nuova guida del Museo civico di Sansepolcro realizzata dall’Istituzione Culturale Biblioteca Museo Archivi storici-Città di Sansepolcro e aggiornata con gli interventi di restauro e di riorganizzazione delle sale avvenuti in questi anni.

Informazioni

Comunicato stampa

niziativa nell’ambito del progetto ‘Capolavori in Valtiberina tra Toscana e Umbria’ promosso da
Ente Cassa di Risparmio di Firenze, Regione Toscana, Regione Umbria
(fino al 3 novembre)


Nuova guida per il Museo Civico di Sansepolcro


Alla presentazione, domani sabato 29 giugno alle ore 17.30 al museo, interviene
lo storico dell’arte e Dirigente generale del Ministero per i Beni e le Attività culturali Claudio Massimo Strinati





Nuova guida del Museo civico di Sansepolcro realizzata dall’Istituzione Culturale Biblioteca Museo Archivi storici-Città di Sansepolcro e aggiornata con gli interventi di restauro e di riorganizzazione delle sale avvenuti in questi anni. La pubblicazione (Edifir 2013, 120 pagine, 10 euro), edita anche in lingua inglese, è stata affidata allo storico dell’arte Francesca Chieli, già autrice di saggi e monografie sull’arte del Rinascimento, ed è nata nell’ambito del progetto ‘Capolavori in Valtiberina tra Toscana e Umbria. Da Piero della Francesca a Burri e La Battaglia di Anghiari’. Esso è promosso da Ente Cassa di Risparmio di Firenze, Regione Toscana, Regione Umbria col patrocinio del Ministero per i Beni e le Attività culturali, il contributo di Banca Etruria e la collaborazione della Fondazione Cassa di Risparmio di Città di Castello, di Soprintendenze, Enti locali, Istituzioni e Diocesi dei territori interessati.

La pubblicazione - che sarà presentata domani, sabato 29 giugno alle ore 17.30 al museo, dal sindaco Daniela Frullani, dal presidente dell’Istituzione Daniele Piccini e dallo storico dell’arte e Dirigente generale del Ministero per i Beni e le Attività culturali Claudio Massimo Strinati – è stata concepita come un agile strumento in grado di guidare diverse tipologie di visitatori. I vari livelli di lettura proposti consentono al turista un primo approccio, immediato e fruibile, con le opere contenute e con i percorsi museali indicati, e la possibilità di un successivo momento di riflessione attraverso la lettura delle schede di approfondimento dedicate alle opere più importanti. Il sostanzioso apparato bibliografico risponde, invece, alle esigenze degli appassionati e dei conoscitori che intendano affrontare le tematiche in forma capillare e scientifica.

La struttura del testo segue quindi, nella forma e nel contenuto, l’idea di un prodotto editoriale non di facile consumo, lontano dai tanti e diffusi modelli redatti a scopo esclusivamente turistico, spesso imprecisi e riepilogativi. La Guida, nella volontà dell’autrice e dell’Istituzione Biblioteca-Museo Archivi Storici di Sansepolcro, è dunque un’opera mirata a comunicare contenuti corretti e aggiornati e destinata a durare nel tempo. La necessità di un libro dedicato al Museo è nata infatti dal desiderio di documentare le trasformazioni architettonico-funzionali che l’edificio ha avuto negli ultimi decenni, come l’ingresso e il recupero di nuove opere e il restauro di alcune di quelle già esistenti legate ai prestigiosi nomi di Piero della Francesca, Giovan Battista Cungi e Raffaellino del Colle.

Francesca Chieli ha interpretato il Museo come luogo in costante divenire ed ha esposto gli argomenti individuando alcuni nuclei tematici fondamentali che possiamo così riassumere: ‘Il Museo civico: l’edificio, la sua storia e la collezione’, ‘Il preludio: la città, il mito e i suoi protagonisti’, Il ‘Museo di Piero’, ‘Intorno a Piero della Francesca’, ‘Il Cinquecento e il Seicento tra Classicismo, Maniera e arte riformata’, ‘La lunga stagione dell’affresco a Sansepolcro’, ‘Il Tesoro della cattedrale, le suppellettili liturgiche i materiali lapidei’, ‘Stampe, incisioni e altri manufatti: la proprietà del Museo civico’, ‘Verso l’arte contemporanea’.

Proprio nell’ambito del Progetto ‘Capolavori in Valtiberina’ (che prevede, fino al 3 novembre, mostre, itinerari, visite guidate nelle maggiori sedi museali dei due territori) l’Ente Cassa di Risparmio di Firenze ha finanziato alcuni interventi di grande rilevanza nel Museo civico. Dopo otto anni è stato ricomposto il bellissimo Polittico della Misericordia di Piero della Francesca e, per l‘occasione, è stata creata una innovativa piattaforma multimediale (a cura della società Culturanuova) che non è solo strumento di fruizione, ma anche di documentazione. Totalmente nuovo anche l’impianto di illuminazione delle sale dedicate a Piero della Francesca, con il magnifico “Cristo risorto”, e alle opere di Pontormo e Della Robbia.