Mirella Brugnerotto – Mouh Taìss e gli altri

San Pietro di Feletto - 19/06/2016 : 23/06/2016

L’artista trevigiana presenta opere appartenenti alla sua produzione più recente, sviluppata in cicli pittorici, che riprende e approfondisce attraverso percorsi diversi la relazione tra l’oggetto e lo spazio.

Informazioni

  • Luogo: ANTICO EREMO CAMALDOLESE
  • Indirizzo: Rua di Feletto - San Pietro di Feletto - Veneto
  • Quando: dal 19/06/2016 - al 23/06/2016
  • Vernissage: 19/06/2016 ore 11
  • Autori: Mirella Brugnerotto
  • Curatori: Claudia Meneghin
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: dal lunedì al venerdì 9.00-13.00; martedì e giovedì anche 14.00-18.30; sabato 9.00-12.00.
  • Biglietti: ingresso libero

Comunicato stampa

“Mouh, Taìss e gli altri”

Comune di San Pietro di Feletto
Comitato Biblioteca
A cura di Claudia Meneghin
Presentazione di Corrado Castellani

Antico Eremo Camaldolese di Rua di Feletto – Sede municipale

Inaugurazione alla presenza dell’autrice: domenica 19 giugno 2016 alle ore 11,00.
La mostra resterà aperta fino al 23 luglio 2016.
Orario di apertura: dal lunedì al venerdì 9.00-13.00; martedì e giovedì anche 14.00-18.30; sabato 9.00-12.00.
Ingresso libero



Domenica 19 giugno alle ore 11,00 a Rua di Feletto, nella sede municipale presso l’Antico Eremo, sarà inaugurata la mostra personale di dipinti di Mirella Brugnerotto, intitolata “Mouh, Taìss e gli altri”.
L’artista trevigiana presenta opere appartenenti alla sua produzione più recente, sviluppata in cicli pittorici, che riprende e approfondisce attraverso percorsi diversi la relazione tra l’oggetto e lo spazio. Troviamo il presentarsi dell’oggetto attraverso la deformazione prospettica che ne accentua la struttura geometrica, la dinamica di una fluttuazione evanescente su un campo omogeneo, l’articolazione di volumi e superfici in configurazioni di matrice architettonico/urbanistica o il comporsi di riferimenti iconici dall’enigmatica valenza simbolica.
Rigorosamente fedele alla pittura, che interpreta alternativamente, e in modo equanime, con linguaggio informale o contenuti figurativi, Mirella Brugnerotto si avvale di un repertorio di risorse espressive sapientemente variato, ma sempre accompagnato e guidato dalla riflessione. Una pittura consapevole e controllata, coltissima e padrona di sé in ogni occasione, anche nei momenti in cui lascia affiorare il potenziale evocativo di un’immagine o si concede la pulsione del gesto, come confermano il rigore stilistico di ogni realizzazione, la sobrietà della tavolozza, tendenzialmente monocroma, la raffinata selezione degli accostamenti tonali.
Mirella Brugnerotto, dopo aver insegnato pittura nelle Accademie di Belle Arti di Bologna e Torino, è docente di prima fascia nel Dipartimento delle Arti dell’Accademia di Venezia. Nel 1978 vince la borsa di studio del Premio “Lubiam” di Mantova. Dal 1977 al 1985 è presente nei cataloghi della Fondazione Bevilacqua La Masa di Venezia per mostre personali, borse di studio, premi, rassegne nazionali e internazionali; attualmente è componente del Consiglio di Amministrazione di questa istituzione. Nel 1986 espone su invito alla 42°edizione della Biennale Internazionale d’Arte di Venezia un ciclo costituito da numerosi dipinti sul tema del luogo e del tempo. A partire dal 1977 è invitata a partecipare a simposi d’arte contemporanea e residenze d’artista internazionali e a realizzare le sue mostre personali in contesti privatie pubblici in Italia e all’estero. Nel 2011 è ancora invitata a partecipare alla Biennale Internazionale d’Arte di Venezia, 54° edizione, Padiglione Italia, Villa Contarini.. Numerose sue tele sono state acquisite dal Museo Ca’ Pesaro di Venezia. Altre opere si trovano presso: il Germanisches Nationalmuseum, Kunsthalle, Nurnberg; Pilonova Galerija, Ajdovščina; Collezione "Una storia a regola d'arte 1965-2015", Galleria Sagittaria, Pordenone; “Collezione Museo Lubiam”, Mantova; Museo S. Caterina, Treviso; “Collezione grafica”, Fondazione Bevilacqua La Masa, Venezia; Collezione Kunstforum Millsttatt, Università di Salzburg; Museo Civico, Bevagna, Perugia.
Lavora a Venezia e a Treviso.