In programma – tra Milano, Torino, Firenze, Verbania e Bormio – 55 appuntamenti, con oltre 140 ospiti internazionali provenienti da 19 paesi e 5 mostre

Informazioni

  • Luogo: REGGIA DI VENARIA
  • Indirizzo: Piazza Della Repubblica 4 (10078) Venaria - Venaria - Piemonte
  • Quando: dal 22/06/2017 - al 12/07/2017
  • Vernissage: 22/06/2017 ore 20
  • Generi: arte contemporanea, performance – happening, incontro – conferenza, musica, cinema, teatro, festival
  • Sito web: http://www.lamilanesiana.eu

Comunicato stampa

Il tema della Milanesiana 2017 è Paura e Coraggio.


In programma – tra Milano, Torino, Firenze, Verbania e Bormio – 55 appuntamenti, con oltre 140 ospiti internazionali provenienti da 19 paesi e 5 mostre

Tra gli ospiti: 2 Premi Nobel per la Letteratura, 3 Premi Pulitzer, 2 Man Booker Prize, 3 Premi Principessa delle Asturie, 1 Premio Pen Faulkner, 2 Premi Goncourt, 5 Premi Strega, 3 Premi Campiello, 1 Leone D’oro, 1 Palma D’oro, 4 David Di Donatello, 1 Premio Tenco, 1 Premio Courage in Journalism



La Milanesiana, giunta al suo diciottesimo anno di età, si conferma una finestra aperta sul mondo della letteratura, della musica, del cinema, della filosofia, del teatro, dell’arte figurativa, della scienza, dell’economia, confermando la propria vocazione internazionale.

La Milanesiana 2017 abiterà i seguenti spazi:

A Milano: Teatro Dal Verme, Piccolo Teatro Paolo Grassi, Teatro Franco Parenti, Spazio Teatro No’hma, Circolo dei Lettori - Fondazione Pini, Biblioteca Valvassori Peroni, Biblioteca Nazionale Braidense, Palazzo Reale - Sala Otto Colonne, Sala della Cupola Banco BPM, Palazzo Corio Casati, Gallerie di Piazza Scala Intesa Sanpaolo - Sala Mattioli, Università IULM, Chiesa di San Marco, BMW Milano Urban Store, Spazio Oberdan, Cinema Mexico, Studio Iannaccone, Galleria Jannone, Punto Enel.

A Torino: Reggia di Venaria Reale

A Firenze: Palazzo Medici Riccardi - Sale Fabiani A Verbania: Teatro Il Maggiore
A Bormio: Piazza del Kuerc


DICHIARAZIONI

“Da sempre in grado di mettere in relazione finanziatori pubblici e privati, La Milanesiana in questo 2017 fa rete fra ben tre capoluoghi – Milano, Torino, Firenze – e due piccoli centri storici attenti alla cultura: Verbania e Bormio. Un pubblico sempre più vasto potrà così accedere a decine di eventi di grande qualità.” ha affermato Maria Luisa Vanin, Presidente della Fondazione I Pomeriggi Musicali/Teatro Dal Verme.


“La Milanesiana, giunta alla sua diciottesima edizione, mi appare sempre più
– nel suo labirinto pieno di sorprese – una mano tesa a chiunque abbia a cuore la curiosità e la passione per la conoscenza e per la bellezza.” Ha affermato Elisabetta Sgarbi, Direttore artistico e ideatrice de La Milanesiana.




3

“Anche quest’anno La Milanesiana con il dialogo, gli intrecci, gli accostamenti, spesso sorprendenti e audaci, tra le varie declinazioni della vita artistica riflette e, ad un tempo, stimola la ricca vita culturale di Milano. Apre le menti e suggerisce nuove prospettive. E dai tanti luoghi di Milano che la ospitano attira e coinvolge ormai molte altre città.” ha
affermato Piergaetano Marchetti, Presidente della Fondazione Corriere della Sera.

“Il nostro paese dispone di risorse e tesori a portata di mano di cui non ci si accorge ma che il mondo ben conosce e ci invidia: per questo, malgrado tutto, risultiamo "simpatici"...Il catalogo è davvero molto grande e tra i primi posti c'è l'Accademia pianistica internazionale di Imola, una scuola di alto perfezionamento tra le più conosciute e ricercate dai migliori talenti internazionali. Siamo dunque orgogliosi della collaborazione che da quest'anno si è istituita con La Milanesiana.” Ha affermato Francesco Micheli, Presidente dell’Accademia pianistica internazionale “Incontri col Maestro”.

“Presterò la mia voce a un'orchestra per l'Europa. Ottanta ragazzi di 15 Paesi per un viaggio dedicato ai “cammini”, contro il ritorno dei muri. European Spirit of Youth Orchestra diretta da Igor Kuret: unica a rinascere ogni anno da zero, stavolta anche con giovani del Medio Oriente. Un modo per dire che unità è sinfonia e narrazione, in un destino mediterraneo. Una delle più belle avventure della mia vita.” ha affermato Paolo Rumiz.


"La Milanesiana è un grande evento che Regione Lombardia ha sempre apprezzato per la qualità e la varietà dell'offerta culturale, caratteristiche che lo rendono uno dei momenti più interessanti nel panorama delle attività culturali della città e oltre, grazie al coinvolgimento anche di territori e realtà significative che superano i confini metropolitani e addirittura regionali." ha affermato Cristina Cappellini, Assessore alle Culture, Identità e Autonomie di Regione Lombardia.




SINTESI DEL PROGRAMMA

La XVIII edizione de La Milanesiana sarà più che mai policentrica e diffusa nello spazio e nel tempo. Ci si era lasciati, lo scorso ottobre, al Teatro Franco Parenti con Yanis Varoufakis, ci ritroveremo – in una sorta di anticipazione della Milanesiana, in collaborazione con il Salone Internazionale del Libro di Torino – il 21 maggio a Torino e il 23 maggio a Milano, nel segno di un grande scrittore americano, Jonathan Lethem. E La Milanesiana non ci lascerà se non il 13 agosto, a Camerino, un paese toccato dal terremoto del 2016, con il concerto a favore delle zone terremotate “Tamburi di Pace 2.1”, che La Milanesiana, la Fondazione Elisabetta Sgarbi e lo Studio Notarile Marchetti hanno contribuito economicamente a produrre insieme a Parmaconcerti. Protagonisti di questo concerto saranno lo scrittore Paolo Rumiz e la European Spirit of Youth Orchestra, che conta oltre ottanta giovani musicisti provenienti da venti Paesi europei, diretti e selezionati dal Maestro Igor Coretti-Kuret.



4

Tra queste due date, si svolgerà la "consueta" Milanesiana, dal 20 giugno al 12 luglio. Un programma aperto, multidisciplinare, diffuso tra Milano, Firenze, Torino, Verbania e Bormio, che si arricchisce, quest'anno, di collaborazioni con istituzioni culturali di primo piano: l’Accademia Pianistica Internazionale “Incontri col Maestro”, Les Rencontres Philosophiques de Monaco, ideati da Charlotte Casiraghi e Robert Maggiori, e la European Spirit of Youth Orchestra.


Quattro le anteprime:


• Il 20 giugno, a Palazzo Medici Riccardi di Firenze, si terrà l’inaugurazione della prima delle cinque mostre de La Milanesiana 2017, intitolata Il rumore del mare, dedicata ai migranti, di Giovanni Iudice, in collaborazione con il Centro Studi-Fondazione Meyer.

• Il 22 giugno, a Torino, presso la Citroniera della Reggia della Venaria Reale – che rinnova la collaborazione con La Milanesiana
– avrà luogo la mostra in anteprima mondiale Images Were Introduced di Michael Nyman e la mostra Opere su carta di Fleur Jaeggy. Entrambi gli artisti saranno presenti all’inaugurazione. La Venaria Reale ospiterà anche la chiusura dell’edizione di quest’anno, il 12 luglio, con le voci di Paola Turci ed Ermal Meta, che dialogheranno anche con Grazia Verasani.

• Il 23 giugno la contemporanea apertura della Milanesiana a Milano e, per la prima volta, a Verbania con la lectio di Michael Nyman che per la prima volta apre al pubblico i suoi diari, e il concerto di Uri Caine.

• A Milano, sempre il 23 giugno, alla Chiesa di San Marco, in collaborazione con l’associazione Quartieri tranquilli di Lina Sotis, con Maylis de Kerangal, Susanna Tamaro, Pietro Bartolo, Giuseppe Guzzetti, Gianpaolo Donzelli. Un incontro dedicato al tema dell’accoglienza. Concerto di Antonio Ballista.

Il 25 giugno alle 21, al Teatro Dal Verme, il grande concerto inaugurale del trio Gino Paoli, Sergio Cammariere e Danilo Rea.

Dal 26 giugno iniziano le tradizionali serate della Milanesiana al Piccolo Teatro Grassi, nel Sala della cupola – Banco BPM, a Palazzo Corio Casati e infine al Teatro Franco Parenti con ospiti nazionali e internazionali, tra gli altri: Ismail Kadare, Claudio Magris, Patrick McGrath, Charles Simić, Michael Cunningham, Paolo Giordano, Claudio Baglioni, Tahar Ben Jelloun, Wole Soyinka, John Coetzee, Lav Diaz, Luc Dardenne, Sandro Veronesi, Edoardo Nesi, Camilla Läckberg, Paolo Rumiz, Banana Yoshimoto e molti altri (per l’elenco completo degli ospiti, si veda in fondo al comunicato).

Sabato 24 giugno inizia anche la sezione Orariocontinuato, che prevede incontri alle 12 e alle 18.





5

INCONTRI DELLE ORE 12

Si comincia con gli appuntamenti mattutini di Viaggio in Italia e nel tempo.

• Quest’anno, verrà approfondita la conoscenza di Lampedusa (24 giugno) al Circolo dei Lettori – Fondazione Pini con Pietro Bartolo, Lidia Tilotta, Pietrangelo Buttafuoco e Silvana La Spina;

• Si conferma la collaborazione con le Gallerie d’Italia di Banca Intesa, che ospiteranno La Milanesiana nelle mattine del 27, 29 e 30 giugno. I temi saranno: il meteo (27 giugno) nell'arte, la letteratura, la televisione, con il colonnello Guido Guidi, Carlo Arturo Quintavalle, Duccio Forzano, Olivier Rolin e Sabrina Colle; la Basilicata e Matera (29 giugno) con Vittorio Sgarbi e Tahar Ben Jelloun; la Valle D’Aosta (30 giugno) con Jean-Christophe Bailly, Vincenzo Trione, Roberto Mussapi, Achille Mauri e tre canzoni di Giovanni Caccamo.

• Tornano anche gli Aperitivi in Biblioteca, in questa edizione presso la Sala Maria Teresa della Biblioteca Nazionale Braidense e alla Biblioteca Valvassori Peroni. Sabato 1 e domenica 2 luglio due speciali lezioni sui classici alla Biblioteca Nazionale Braidense con Nuccio Ordine ed Elena Stancanelli. L’ultimo aperitivo, in programma lunedì 3 luglio, sarà invece dedicato alla cantante messicana Chavela Vargas e alla pittrice Frida Kahlo, attraverso le voci di Antonio Dimartino, Fabrizio Cammarata, Vincenzo Trione e Silvana La Spina, alla Biblioteca Valvassori Peroni.


• Il 4 luglio prenderanno il via gli appuntamenti mattutini con Il Respiro della Musica e della Poesia, da un’idea di Paolo Terni. Quattro incontri dal 4 al 7 luglio, a Palazzo Reale, dedicati alla musica classica, introdotti e coordinati da Stefano Jacini. Ad aprire gli appuntamenti un prologo in poesia affidato a Ocean Vuong – accompagnato da Sergio Claudio Perroni nell’ultima giornata – seguito dal concerto di due amici del Festival: Francesco Corti al clavicembalo e Michele Sganga al pianoforte.



INCONTRI DELLE ORE 18

Dal 26 al 29 giugno, tornano i Pomeriggi in città, gli appuntamenti pomeridiani della sezione Orariocontinuato, alle 18.

• Lunedì 26 giugno, presso il Punto Enel di via Broletto si terrà un incontro dedicato al Codex Seraphinianus di Luigi Serafini e ai suoi effetti, con un concerto di Antonio Ballista, affezionato del Festival.

• Da martedì 27 a giovedì 29 giugno, invece, presso il BMW Milano Urban Store, tre appuntamenti dedicati al tema della Milanesiana


6

2017. Tra gli ospiti Piergiorgio Odifreddi, Lamberto Curtoni, Francesco Tricarico, Gene Gnocchi, Vittorio Feltri, Nicola Porro, Andrés Arce Maldonado, Roberta Castoldi.

• A chiudere la sezione, a Palazzo Corio Casati, lunedì 3 luglio, parleranno infine di scienza Giovanni Zamorani, Giovanni Bignami, Antonio Gnoli, Giacomo Rizzolatti, con un concerto di Feodor Amirov.



La rosa della Milanesiana sboccia quest'anno anche a Bormio. Il 29 giugno Vittorio Sgarbi e Tahar Ben Jelloun saranno ospiti nella Piazza del Kuerc, dove saranno protagonisti di due lectio magistralis e riceveranno il Premio Contea di Bormio, in collaborazione con il Rotary Bormio Contea. A concludere la serata, un concerto di Serena Brancale.




IL CINEMA

Particolarmente ricco il programma di Cinema della Milanesiana, con significative presenze internazionali protagoniste con i loro film e con le selezioni di registi amati dedicate al Festival. Ospiteremo Lav Diaz, Leone d'Oro a Venezia, Luc Dardenne, Palma d'oro a Cannes e Roberto Andò, in una giornata omaggio al suo cinema nella quale interverranno, tra gli altri, anche alcune delle sue attrici.
La Milanesiana ripropone la sezione Carta Bianca a uno scrittore; protagonisti quest’anno i Premi Nobel Wole Soyinka e John Coetzee, che sceglieranno e introdurranno una selezione di tre film a testa, per loro particolarmente significativi, alla luce della loro sensibilità, della loro letteratura, della loro personale storia del cinema.

Il Cinema della Milanesiana si conclude con un omaggio a Patricia Highsmith, una grande scrittrice che ha ispirato tanti registi. In particolare, sarà nostra ospite Liliana Cavani, regista di Il gioco di Ripley, film ispirato al romanzo L’amico americano.




LA FILOSOFIA

Anche la Filosofia avrà un ruolo centrale, con una nuova collaborazione, quella con Les Rencontres Philosophiques de Monaco, ideati da Charlotte Casiraghi e Robert Maggiori, e una riflessione su violenza e paura nelle società contemporanee.
Istituito nel 2016, questo Festival filosofico nato nel Principato di Monaco, attraverso una giuria composta dalle maggiori personalità della filosofia europea contemporanea, seleziona il libro di Filosofia più significativo pubblicato in Francia nel corso dell’anno. La Milanesiana ospiterà quest’anno il vincitore dell’edizione 2017 del Festival – che verrà designato a giugno



7

- che dialogherà con Robert Maggiori, Remo Bodei, Marc Crépon e
Salvatore Veca il 9 luglio al Piccolo Teatro Grassi.




L’ARTE

L’Arte della Milanesiana si snoda in questa edizione lungo cinque mostre:

• Il rumore del mare di Giovanni Iudice; Palazzo Medici Riccardi dal 20 giugno al 12 luglio. Inaugurazione il 20 giugno alle ore 18.
• Images Were Introduced di Michael Nyman e Opere su carta di Fleur Jaeggy; Reggia di Venaria Reale dal 22 giugno al 12 luglio. Inaugurazione il 22 giugno alle ore 20.
• La mia Matera di Tahar Ben Jelloun (in anteprima mondiale Tahar Ben Jelloun presenterà le sue opere dedicate alla città dei Sassi); Galleria Iannone dal 28 giugno al 12 luglio. Nella stessa Galleria Jannone, la Milanesiana esporrà il quadro di Liu Xiaodong Guardian of Mars.
Inaugurazione il 28 giugno alle ore 12.
• Abbandoni: Ignazio Stern / Italo Mus, a cura di Vittorio Sgarbi presso Sala della Cupola, Banco BPM dal 29 giugno al 12 luglio. Inaugurazione il 29 giugno alle ore 16.
La mostra è in collaborazione con l’Assessorato Istruzione e Cultura della Regione autonoma Valle d’Aosta.

• La collezione Iannaccone, Visita guidata con Giuseppe Iannaccone e Vittorio Sgarbi, Corso Matteotti 11, 9 luglio. Visite su prenotazione alle ore 11 e alle ore 13.

Allestimenti di Luca Volpatti.



LA MUSICA

La Musica della Milanesiana si arricchisce quest’anno di due importanti collaborazioni. La prima, con l’Accademia Pianistica Internazionale “Incontri col Maestro”, una scuola di alto perfezionamento, presieduta da Francesco Micheli, che permetterà al pubblico de La Milanesiana di seguire, durante lo svolgersi del programma, le esibizioni di Fedor Amirov, Leonora Armellini e Gile Bae. La seconda, quella con il progetto Tamburi di Pace 2.1, il concerto a favore delle aree terremotate che si terrà a Camerino il prossimo 13 agosto, con protagonisti lo scrittore Paolo Rumiz e la European Spirit of Youth Orchestra.

Oltre a queste novità, La Milanesiana, come ogni anno, offrirà al suo pubblico numerosi concerti. Si comincia a Torino, con la Michael Nyman Band. Si prosegue a Milano, al Teatro Dal Verme, con l’esibizione di Gino Paoli, Danilo Rea e Sergio Cammariere. E poi Aheam Ahmad, Al Bano, Ramin Bahrami, Antonio Ballista, Serena Brancale, Giovanni Caccamo, Uri Caine, Francesco Corti, Lamberto Curtoni, Paolo Fresu, Ute Lemper, Ermal Meta, Michele Sganga, Paola Turci, e altri ancora



8

E ascolteremo anche grandi protagonisti della musica – come Claudio Baglioni e Francesco Bianconi dei Baustelle - sul palco del Festival non come voci musicali, ma letterarie.



IL TEATRO

Il Teatro della Milanesiana presenta quest’anno, l’8 luglio allo Spazio Teatro Noh’ma, l’anteprima italiana dello spettacolo Disgraced, testo di Ayad Akhtar vincitore del premio Pulitzer per il teatro 2013, diretto da Jacopo Gassman, in collaborazione con il Teatro della Tosse e il Teatro di Roma.
Inoltre, il 3 luglio alle 21, Ferruccio Soleri si esibirà sul palco del Piccolo Teatro Grassi, in un breve omaggio all’arlecchino di Giorgio Strehler, che celebra quest’anno il suo settantesimo anniversario, insieme a quello della fondazione del Piccolo Teatro di Milano.




I PREMI DELLA MILANESIANA

I premi della Milanesiana 2017 saranno conferiti a Ferruccio Soleri, (Premio Rosa d’oro della Milanesiana), Liliana Cavani e Luc Dardenne (Premio Omaggio al Maestro), Patrick McGrath (Premio Montblanc – Protagonisti del cambiamento), Dana Spiotta (Premio Fernanda Pivano), Wole Soyinka (Premio Leonardo “Artisti dell’Innovazione”), Tahar Ben Jelloun e Vittorio Sgarbi (Premio Rotary Bormio Contea), Federico Rampini (Premio Bellavista).




LA MILANESIANA E IL SALONE INTERNAZIONALE DEL LIBRO DI TORINO

La Milanesiana e il Salone Internazionale del Libro di Torino per la prima volta insieme per 2 appuntamenti + 1. Il Festival, infatti, anticipa quest’anno il suo ricco programma con tre appuntamenti tra Torino e a Milano.
Domenica 21 maggio al Salone Internazionale del Libro di Torino Jonathan Lethem presenterà in anteprima il suo nuovo romanzo pubblicato dalla Nave di Teseo Anatomia di un giocatore d’azzardo, dialogando con Giorgio Vasta e Tiziana Lo Porto.

Jonathan Lethem dialogherà poi martedì 23 maggio a Milano, alle 18.30, al Teatro Franco Parenti, con Nicola Lagioia, Direttore del Salone del Libro di Torino 2017. A seguire un concerto al pianoforte di Michele di Toro, introdotto da Francesco Micheli, Presidente dell’Accademia pianistica internazionale “Incontri col Maestro”.

Infine, mercoledì 28 giugno al Piccolo Teatro Grassi ascolteremo le letture di Ismail Kadare, Tahar Ben Jelloun e Janine Di Giovanni e il



9

concerto di Aeham Ahmad, sempre in collaborazione con il Salone Internazionale del Libro di Torino.



LA MILANESIANA A FIRENZE
In collaborazione con Centro Studi – Fondazione Meyer

A Palazzo Medici Riccardi un’anteprima del Festival a Firenze il 20 giugno. Inaugura la prima delle mostre della Milanesiana 2017: Il rumore del mare di Giovanni Iudice, a cura di Giuseppe Iannaccone. Interviene il critico d’arte Vittorio Sgarbi. La mostra resterà aperta fino al 12 luglio.



LA MILANESIANA A TORINO
In collaborazione con La Venaria Reale

Il 22 giugno alle 20, alla Reggia di Venaria Reale inaugurerà La Milanesiana 2017 con due mostre: in anteprima mondiale Images Were Introduced di Michael Nyman, e Opere su carta di Fleur Jaeggy. Intervengono con gli artisti anche il Direttore della Reggia, Mario Turetta, e Bruno Ventavoli. Le mostre saranno visitabili fino al 12 luglio.
Alle 21, sempre nella Reggia di Venaria Reale, il concerto della Michael Nyman Band.

La Venaria Reale sarà la cornice, inoltre, della serata di chiusura della Milanesiana. Ospiti sul palco Ermal Meta e Paola Turci, dopo un dialogo con Grazia Verasani.



LA MILANESIANA A VERBANIA
In collaborazione con Comune di Verbania

In contemporanea con la prima serata milanese, La Milanesiana sboccia anche al Teatro Il Maggiore di Verbania: il 23 giugno con una lectio illustrata di Michael Nyman, seguita dal concerto di Uri Caine. Sempre qui, il 24 giugno andrà in scena Due volte beffa, due spettacoli, rispettivamente di Moni Ovadia e di Gene Gnocchi. E cinque canzoni di Ermal Meta. A introdurre le serate, Paolo di Paolo.

LA MILANESIANA E L’ACCADEMIA PIANISTICA INTERNAZIONALE “INCONTRI COL MAESTRO”
Gli appuntamenti con i pianisti dell’Accademia

La Milanesiana si arricchisce della collaborazione con l’Accademia pianistica internazionale “Incontri col Maestro”, scuola di alto perfezionamento musicale, presieduta da Francesco Micheli, che introdurrà i tre concerti in cui i talenti dell’Accademia si esibiranno alla Milaneisana: lunedì 3 luglio alle 18 a Palazzo Corio Casati si esibirà Feodor Amirov. Sempre il 3 luglio alle 21, sentiremo Leonora Armellini al Teatro Grassi. Venerdì 7 luglio, invece, ancora una volta a Palazzo Corio Casati, si terrà un concerto di Gile Bae.



10

LA MILANESIANA A BORMIO
In collaborazione con Rotary Bormio Contea
Giovedì 29 giugno, in collaborazione con Rotary Bormio Contea, La Milanesiana approda nella sede inedita di Piazza del Kuerc a Bormio. Introdotti da Pierluigi Panza, Vittorio Sgarbi e Tahar Ben Jelloun saranno protagonisti di due lectio magistralis e riceveranno il Premio Contea di Bormio. A chiudere la serata il concerto di Serena Brancale SoulA, featuring Domenico Sanna.



LA MILANESIANA, LA FONDAZIONE ELISABETTA SGARBI E LO STUDIO NOTARILE MARCHETTI
A TAMBURI DI PACE 2.1
VIE D’EUROPA, APPIA E LE ALTRE
con Paolo Rumiz & European Spirit of Youth Orchestra in concerto a favore delle aree terremotate
organizzato da Parmaconcerti

La XVIII edizione de La Milanesiana si conclude definitivamente il 13 agosto, ancora una volta lontano da Milano: una data speciale, che esce dal programma, per il concerto “Tamburi di Pace 2.1” a favore delle aree terremotate. Protagonisti lo scrittore Paolo Rumiz e la European Spirit of Youth Orchestra, che conta oltre ottanta giovani musicisti di venti Paesi, diretti da Igor Coretti-Kuret. L’Orchestra dei Giovani Musicisti Europei eseguirà brani di Gustav Holz, Hans Zimmer, Ludwig van Beethoven e Georges Bizet.


La Milanesiana ringrazia I Pomeriggi Musicali, Piccolo Teatro, Teatro Franco Parenti, Fondazione Corriere della Sera, Cinema Mexico, Fondazione Cineteca italiana, Galleria Ceribelli, Fondazione Elisabetta Sgarbi, Betty Wrong, Circolo dei Lettori di Milano-Fondazione Adolfo Pini, Antonia Jannone Disegni di architettura, Spazio Teatro No’hma, Biblioteca Nazionale Braidense, Accademia Pianistica Internazionale "Incontri col Maestro", Aeronautica Militare, CiaccioArte, B.A. Film Festival, Andrée Ruth Shammah, A+G Studio Achilli Ghizzardi Associati, Erre Stampa, Premio Pivano, Giacomo Ristorante, Lubrina Editore, Libreria Popolare di Via Tadino, Libreria di quartiere, Menabò Creazioni D’Arte, AT Video, Audio-visual Advanced Art, LumenWatt, Studio Volpatti e associati, Studio Notarile Marchetti, Avvocato Franco Toffoletto, Collezione Giuseppe Iannaccone, Guidobaldi Allestimenti, Magoni, Gerardo Sacco.














11

Tutti gli ospiti della Milanesiana 2017 in ordine alfabetico:

Aeham Ahmad Feodor Amirov Roberto Andò Mario Andreose Adriano Aprà Leonora Armellini Gile Bae
Claudio Baglioni Ramin Bahrami
Jean-Christophe Bailly Antonio Ballista Pietro Bartolo Cristina Battocletti Yanis Ben Jelloun Tahar Ben Jelloun Armando Besio Francesco Bianconi Giovanni Bignami Remo Bodei
Anna Bonaiuto Serena Brancale Guido Maria Brera
Pietrangelo Buttafuoco Giovanni Caccamo Roberto Cacciapaglia Pino Cacucci
Uri Caine
Fabrizio Cammarata Sergio Cammariere Gianni Canova Marisa Caramella Gianrico Carofiglio Albano Carrisi Roberta Castoldi Liliana Cavani Michela Cescon John Coetzee Arnaldo Colasanti Sabrina Colle Davide Corritore Francesco Corti Mauro Covacich Marc Crépon Michael Cunningham Lamberto Curtoni Luc Dardenne Ferruccio de Bortoli Maylis de Kerangal Steve Della Casa Janine Di Giovanni Antonio Di Martino Paolo Di Paolo


12

Michele Di Toro Lav Diaz Gianpaolo Donzelli Vittorio Feltri Duccio Forzano Dario Franceschini Paolo Fresu Jacopo Gassman enrico ghezzi Paolo Giordano Gene Gnocchi Antonio Gnoli
Giordano Bruno Guerri Guido Guidi
Giuseppe Guzzetti Giuseppe Iannaccone Giovanni Iudice Stefano Jacini
Fleur Jaeggy Ismail Kadare
Elena Kostioukovitch Silvana La Spina Camilla Läckberg Nicola Lagioia
Ute Lemper Laura Lepri Jonathan Lethem Robert Maggiori Claudio Magris
Andrés Arce Maldonado Piergaetano Marchetti Luigi Mascheroni Armando Massarenti Achille Mauri
Patrick McGrath Ermal Meta Francesco Micheli Andrea Moro Roberto Mussapi Edoardo Nesi
Viet Thanh Nguyen Michael Nyman Michael Nyman Band Piergiorgio Odifreddi Nuccio Ordine
Moni Ovadia Pierluigi Panza Gino Paoli
Sergio Claudio Perroni Alberto Pezzotta
Ospiti dell’Aeronautica Militare Ranieri Polese
Nicola Porro Giovanni Puglisi


13

Carlo Arturo Quintavalle Federico Rampini
Danilo Rea Giacomo Rizzolatti Olivier Rolin
Paolo Rumiz Stefano Salis Luigi Serafini Michele Sganga Vittorio Sgarbi Charles Simić Ferruccio Soleri Lina Sotis
Wole Soyinka Dana Spiotta Elena Stancanelli Susanna Tamaro Lidia Tilotta Franco Toffoletto Amor Towles
Francesco Tricarico Vincenzo Trione Paola Turci
Mario Turetta Giorgio Vasta Salvatore Veca Bruno Ventavoli Grazia Verasani Pierluigi Vercesi Sandro Veronesi Theo Volpatti Ocean Vuong Guzel Yakhina Banana Yoshimoto Giovanni Zamorani