L’evento, curato da Antonella Cedro, nasce con l’obiettivo di riunire artisti emergenti e affermati attorno a un progetto nel quale le arti vengono osservate attraverso il vetro di una bottiglia o di un bicchiere.

Informazioni

  • Luogo: EX CHIESA DELLA MADONNA DEL DUOMO
  • Indirizzo: Via Oberdan, 61 Arezzo - Arezzo - Toscana
  • Quando: dal 01/09/2013 - al 29/09/2013
  • Vernissage: 01/09/2013 ore 18
  • Curatori: Antonella Cedro
  • Generi: fotografia, arte contemporanea, collettiva, disegno e grafica
  • Orari: dal giovedì alla domenica con orario 16-20.
  • Patrocini: L’iniziativa è stata resa possibile grazie al contributo e al sostegno di Associazione Culturale Madonna del Duomo, Autoscuola Start, Copyservice, Enoteca Wine S. Agostino e Rossella C

Comunicato stampa

Domenica 1° settembre, dalle ore 18, la ex chiesa della Madonna del Duomo di via Oberdan 61, ad Arezzo, ospita il vernissage della mostra collettiva di fotografia, grafica e scultura dal titolo Message in a bottle. Antonella Cedro & friends.
L’evento, curato da Antonella Cedro, nasce con l’obiettivo di riunire artisti emergenti e affermati attorno a un progetto nel quale le arti vengono osservate attraverso il vetro di una bottiglia o di un bicchiere


Presenti undici autori: Andrea Andreoni, Antonella Cedro, Fabio Civitelli, Claudia Di Bernardo, Elisa Girelloni e Chiara Vagnuzzi (fotografia), Chiara Bigiarini, Herman Isdead e Giulio Testi (grafica), Giacobbe Giusti e Alessandro Marrone (scultura).
Ospiti fissi dell’esposizione saranno i libri della scrittrice aretina Laura Bondi, di cui Antonella Cedro cura da tempo le copertine.
La mostra, a ingresso gratuito, proseguirà fino a domenica 29 settembre 2013 e sarà visitabile dal giovedì alla domenica con orario 16-20.
L’iniziativa è stata resa possibile grazie al contributo e al sostegno di Associazione Culturale Madonna del Duomo, Autoscuola Start, Copyservice, Enoteca Wine S. Agostino e Rossella C.

Eventi collaterali:

Ogni giovedì, per tutto il mese di settembre, la mostra Message in a bottle sarà accompagnata da eventi collaterali e apericene con inizio alle ore 18, curate da Enoteca Wine S. Agostino.
Si comincia giovedì 5 settembre con il balletto Between the lines, scritto da Cinzia Cincinelli ed eseguito da Elettra Remilli della Dance Academy. A seguire la presentazione dei libri della scrittrice Laura Bondi Il diario di una cameriera e Il posto segreto del cuore.
Giovedì 12 settembre sarà la volta del concerto degli Sciapò, duo musicale formato da Andrea Ciri e Laura Giannini. Verranno proposte rivisitazioni di brani degli anni Cinquanta/Sessanta.
Giovedì 19 settembre sarà caratterizzato da una dimostrazione di Angela Giuntini, insegnante della Tai Chi Chuan Arezzo (stile Yang Tradizionale).
Giovedì 26 settembre, per concludere, la cantautrice e scrittrice Elen si esibirà dal vivo in un set acustico con alcuni brani scritti da lei e presenterà il suo ultimo libro Bambole e draghi.

Gli artisti:

Andrea Andreoni
Nasce a Carrara nel 1960. Dopo aver frequentato gli studi artistici, si avvicina con passione al mondo della fotografia. Per anni ha frequentato il gruppo fotografico aretino La Pieve, partecipando a diverse edizioni del progetto espositivo collettivo Itinerari. Andreoni ama rimanere in equilibrio tra forme e colori, cercando di stare quanto più lontano possibile dall'idea di soggetto, in modo quasi astratto. Dell’ottava arte il suo momento preferito è quello che precede lo scatto, quando l’autore immagina “ciò che potrà essere”.

Chiara Bigiarini
Nasce ad Arezzo, dove si diploma al Liceo Classico. Negli anni Ottanta frequenta un corso di Comunicazione e Grafica pubblicitaria a Firenze, patrocinato dalla Regione Toscana, e in seguito lavora nella comunicazione visiva a vario titolo, specializzandosi nella progettazione grafica dell'evento nell'ambito culturale. Negli anni Novanta è art director in un'agenzia di Roma e si occupa di progettazione grafica visual di eventi congressuali nazionali. Dopo una breve trasferimento negli Stati Uniti torna a lavorare in Italia. Da dieci anni collabora con le Officine della Cultura di Arezzo per importanti festival, eventi e progetti culturali.

Antonella Cedro
Nasce ad Arezzo nel 1962. Dopo l’Istituto d’Arte, consegue il diploma di specializzazione in Grafica pubblicitaria a Firenze. Nel 1994, insieme ad altre due pittrici, crea il gruppo “Eva Eva Eva”, con cui fino al 2000 espone in varie parti d’Italia. In seguito Antonella prosegue da sola nel suo percorso di ricerca artistica, continuando a esporre in personali e collettive con opere di pittura, grafica e fotografia. Nel 2013 ha pubblicato in formato ebook la sua prima raccolta dal titolo Forme e colori fuori dall’Area 51.

Fabio Civitelli
Nasce a Lucignano (Ar) nel 1955. Disegnatore e fumettista, è riconosciuto come uno dei più autorevoli disegnatori di Tex degli ultimi tre decenni. Inizia la carriera del 1974 e negli anni collabora a riviste come Il Monello, Intrepido e SuperGulp! Nel 1979 approda alla Sergio Bonelli Editore e dal 1984 diviene disegnatore di Tex. Il suo stile è caratterizzato da una meticolosa cura dei particolari, da un uso peculiare dei "neri" e da un'assoluta pulizia del tratto. Appassionato anche di foto, Civitelli fa parte del gruppo fotografico La Pieve.

Claudia Di Bernardo
Nasce ad Arezzo nel 1981. Il nonno le trasferisce fin da piccola l’amore per la fotografia. Nel 2005 si è avvicina al digitale e nel 2010, dopo aver frequentato un corso di fotografia di Imago Arezzo, entra a far parte dell’associazione. Per Claudia fotografare è una passione che le permette di avere il ricordo di tutto quello che condivide con le persone che ama. La sua artista preferita è Francesca Woodman. Tra i temi preferiti la street photography, i ritratti e i concerti rock.

Elisa Girelloni
Nasce a Brescia nel 1983 e mostra fin da piccola una predisposizione per il disegno. Dal 2003 al 2008 vive a Roma, dove conosce un fotografo che la inizia all’ottava arte. Tornata a Brescia, si iscrive a un biennio di Marketing & Fotografia. Elisa trova nell’autoritratto una sorta di autoterapia con la quale indaga il suo inconscio. Dal 2009 ho esposto e partecipato con successo di pubblico e critica a concorsi internazionali a Milano, Roma, Brescia, Reggio Emilia e Gaeta (Lt).

Giacobbe Giusti
Nasce a Subbiano (Ar) nel 1961 ed è laureato in Economia e Commercio presso l’Università degli Studi di Perugia. I suoi interessi spaziano dal cinema al teatro, dalla moda alla scultura. Alla fine degli anni Novanta sperimenta nuove lavorazioni dei metalli e mette a punto una tecnica di saldatura dell’alluminio, effettuata con ossigeno e acetilene. Negli ultimi dieci anni ha realizzato varie sculture in alluminio rivettato o saldato, acciaio inox saldato e poliuretano. Tra le sue opere più note quelle per il nuovo cimitero e per piazza Martiri della Libertà a Capolona (Ar), e quella per Palazzo Albizzini a Città di Castello (Pg).

Herman Isdead
Vero nome Gabriele Nicolotti, nasce a Novara nel 1981 dove frequenta il Liceo artistico prima di approdare a Milano alla NABA (indirizzo Media and Product Design). Successivamente lavora come cameraman e montatore. Parallelamente coltiva le passioni per la pittura, i graffiti e la grafica digitale. Ha partecipato nel 2010 e 2011 a collettive presso X-LAB di Berlino e a sperimentazioni sul territorio con performance di writing di strada. Nell’ultimo biennio ha tenuto personali a Roma e Novara.

Alessandro Marrone
Nasce a Sursee in Svizzera nel 1966. Scultore, pittore, ceramista, orafo, scenografo, dopo l’Accademia delle Belle Arti a Firenze lavora come designer e realizzatore nel settore dell’oreficeria. Dal 2002 si è dedicato esclusivamente alla carriera artistica, aprendo nel contempo una scuola di pittura e ceramica. Tra le sue opere scultoree più conosciute si ricordano a New York La fiaccola della libertà per la sede di “Order Sons of Italy” e ad Arezzo il Monumento ai caduti di Nassiriya e il Monumento alle vittime della strada. È stato definito artista futuro-cubista surrealista.

Giulio Testi
Nasce ad Arezzo nel 1977. Si è avvicinato all’artigianato artistico e al disegno da autodidatta, trovando negli anni un linguaggio distintivo. Per Giulio creare significare dare libero sfogo alla fantasia, divertirsi. È così che nascono pezzi unici che da artigianato si trasformano in vere e proprie opere d’arte fatte con i materiali più disparati, soprattutto di recupero. Eclettico disegnatore e fumettista, definisce le sue creazioni “demenziali con un intento sensibilizzatore”.

Chiara Vagnuzzi
Nasce ad Arezzo nel 1981. Storica dell’arte, è appassionata di cinema e fotografia. Dal 2010 si dedica all’insegnamento della Storia dell’arte presso istituti privati e centri culturali ad Arezzo e in Valdarno. Ama cimentarsi nella street photography, fare scatti immersa nella natura o ambientati nei Luna Park. Tra i personaggi che la ispirano di più ci sono le fotografe Julia Margareth Cameron e Yelena Yemchuk, l'attrice Lyda Borelli e i registi Bernardo Bertolucci e Sofia Coppola.