Marco Jaccond – Autour de Marcel Proust (1871-1922)

Aosta - 08/04/2022 : 28/08/2022

L’esposizione, realizzata dalla Struttura Attività espositive e promozione identità culturale e curata da Daria Jorioz, propone un progetto inedito dell’artista valdostano Marco Jaccond, realizzato in occasione del centenario della morte dello scrittore francese Marcel Proust.

Informazioni

  • Luogo: CHIESA DI SAN LORENZO
  • Indirizzo: Piazza Sant’Orso - Aosta - Valle d'Aosta
  • Quando: dal 08/04/2022 - al 28/08/2022
  • Vernissage: 08/04/2022 ore 18
  • Autori: Marco Jaccond
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: martedì-domenica, dalle 10 alle 13 e dalle 14 alle 18. La mostra è a ingresso gratuito e sarà aperta al pubblico fino al 28 agosto 2022.
  • Biglietti: ingresso libero

Comunicato stampa

L’Assessorato Beni culturali, Turismo, Sport e Commercio della Regione autonoma Valle d’Aosta comunica che venerdì 8 aprile 2022, alle ore 18, sarà inaugurata la mostra Marco Jaccond. Autour de Marcel Proust (1871-1922) alla Chiesa di San Lorenzo di Aosta.

L’esposizione, realizzata dalla Struttura Attività espositive e promozione identità culturale e curata da Daria Jorioz, propone un progetto inedito dell’artista valdostano Marco Jaccond, realizzato in occasione del centenario della morte dello scrittore francese Marcel Proust e in omaggio alla sua opera monumentale À la recherche du temps perdu, pubblicata in sette volumi tra il 1913 e il 1927



La mostra si compone di una ricca selezione di carte a tecnica mista, realizzate negli ultimi anni da Marco Jaccond, che così introduce questa sua nuova ricerca artistica: “Tengo subito precisare che non ho inteso illustrare la Recherche (opera per nulla idonea ad intendimenti di tal genere), bensì che ho cercato di evocare stati d’animo, situazioni poetiche, elementi narrativi riconducibili a quello spirito filosofico ed esistenziale di fondo che permea tutto il capolavoro proustiano”.


L’Assessore Jean-Pierre Guichardaz afferma: “Questa mostra alla Chiesa di San Lorenzo illustra la ricerca di un artista noto e apprezzato in Valle d’Aosta, ponendo inoltre l’attenzione su di uno scrittore di prima grandezza, di cui ricorre quest’anno il centenario della morte. Il progetto espositivo mette in relazione letteratura e arte, cinema e musica, filosofia e scienza e sarà arricchito da alcuni incontri di approfondimento a tema.”


Scrive la curatrice Daria Jorioz in catalogo: “Il lavoro artistico di Marco Jaccond è l’esito raffinatissimo di una ricerca evocativa, strutturata, immersa nella circolarità temporale che riflette il focus dell’opera proustiana. La “sottile epidermide della pittura” di cui parla Proust a proposito dei maestri del passato viene indagata da Jaccond con rinnovato vigore, attualizzata nella sua intrinseca caducità, enfatizzata nella trasparenza di ali di farfalla incollate sui fogli, ricercata nelle fotografie antiche rielaborate con interventi di geniale pregnanza, delimitata dai tratti di carboncino che incorniciano immagini di paesaggi, architetture, volti, citata nella scelta di inserire in alcune carte le copie di disegni cinquecenteschi a sanguigna. In Jaccond coesistono l’eleganza compositiva, l’arguzia delle citazioni, l’accostamento di materiali differenti, la continua sperimentazione, la serialità che nulla toglie alla comprensione della singola opera su carta.”


Durante l’inaugurazione della mostra il quintetto di ottoni Baltea Brass eseguirà un intermezzo musicale dedicato a Proust, liberamente ispirato alla Petite phrase de Vinteuil, brano musicale di fantasia ricorrente all’interno della Recherche. Per l’occasione verrà proposta una trascrizione dell’ultimo movimento del Children's Corner di Claude Debussy. Del gruppo musicale fanno parte Andrea Barsotti, Luca Buat, Alex Vignati, Marco Gaggioni, Samuele Brocco.


Il progetto espositivo è inoltre arricchito da un catalogo edito dalla Tipografia valdostana con i testi di Daria Jorioz, Maurizio Ferraris e Fabio Truc, autori provenienti da diversi ambiti disciplinari, in vendita in mostra al prezzo di 20 euro.

Orario di apertura: martedì-domenica, dalle 10 alle 13 e dalle 14 alle 18.

La mostra è a ingresso gratuito e sarà aperta al pubblico fino al 28 agosto 2022.