Manuel Felisi

Roma - 18/10/2014 : 08/11/2014

L’artista milanese, già noto al grande pubblico per la sua abilità nel riuscire ad integrare paesaggio urbano e paesaggio naturale, esporrà per l’occasione i suoi ultimi lavori: quadri di grandi dimensioni composti a loro volta da tante piccole tele affiancate fra loro.

Informazioni

  • Luogo: GALLERIA F. RUSSO
  • Indirizzo: Via Alibert 20 - Roma - Lazio
  • Quando: dal 18/10/2014 - al 08/11/2014
  • Vernissage: 18/10/2014 ore 18
  • Autori: Manuel Felisi
  • Curatori: Marco di Capua
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: lunedì 16.30-19.30; da martedì a sabato 10.00-19.30
  • Editori: PALOMBI

Comunicato stampa

Si inaugura sabato 18 ottobre, negli spazi della Galleria Russo di Roma la prima personale romana di Manuel Felisi, a cura di Marco Di Capua.
L’iniziativa conferma la sempre crescente attenzione della Galleria verso la ricerca contemporanea, ulteriormente rafforzata dall’imminente apertura della nuova sede ad Istanbul, città che negli ultimi anni si sta rivelando una delle capitali internazionali più attenta alle nuove evoluzioni dell’arte



L’artista milanese, già noto al grande pubblico per la sua abilità nel riuscire ad integrare paesaggio urbano e paesaggio naturale, esporrà per l’occasione i suoi ultimi lavori: quadri di grandi dimensioni composti a loro volta da tante piccole tele affiancate fra loro.

Queste opere raccontano perfettamente la tecnica di Manuel Felisi che - come spiega il curatore della mostra Marco di Capua - “lavora con l’acrilico e la resina, vecchi rulli da decorazione d’interni diventano sfondi sui quali stampa le sue foto di alberi, trattenendo del mondo vegetale uno spettro speciale, una sagoma, un’ombra unghiuta che si protende e chiede spazio, imprigionandolo”. Quello di Felisi è meticciato operativo – continua di Capua - disinvolto rally tra le opzioni stilistiche e tecniche, montaggio di più esperienze nell’incorporamento, senza fare una piega e come fatto in sé naturalissimo, della Babele linguistica contemporanea. Il tutto come stretto in un solo gesto, indissolubile”.

Felisi, con un linguaggio moderno e contemporaneo, riesce, infatti, in maniera originale e innovativa a far dialogare all’ interno dei suoi lavori la pittura tradizionale con le più recenti tecniche di elaborazione delle immagini, creando un’atmosfera suggestiva e incantata, nella quale i colori delicati vibrano di soffusa armonia.

La mostra rimarrà aperta al pubblico fino all’8 novembre.
Il catalogo, con un saggio critico di Marco di Capua, è edito da Palombi Editori (Roma)