Madeinfilandia 2014

Pieve a Presciano - 08/06/2014 : 15/06/2014

Il consueto progetto di condivisione e lavoro degli artisti presenti sarà accompagnato da un ricco calendario di eventi, performance, spettacoli, proiezioni, dj-set ed esperienze culinarie, fruibili da chiunque desideri prenderne parte.

Informazioni

  • Luogo: FILANDA
  • Indirizzo: via Migliari - Pieve a Presciano - Toscana
  • Quando: dal 08/06/2014 - al 15/06/2014
  • Vernissage: 08/06/2014
  • Generi: performance – happening, serata – evento

Comunicato stampa

MADEINFILANDIA2014

Il consueto progetto di condivisione e lavoro degli artisti presenti sarà accompagnato da un ricco calendario di eventi, performance, spettacoli, proiezioni, dj-set ed esperienze culinarie, fruibili da chiunque desideri prenderne parte.


Da domenica 8 a domenica 15 giugno Madeinfilandia vi aspetta alla Filanda di Pieve a Presciano (AR) per partecipare giorno dopo giorno a questa festa dell'arte e seguire l'evoluzione del lavoro degli artisti invitati Stefano Arienti, Bianco Valente, Sergio Breviario, Luca Caccioni, Mirko Canesi, Andrea Contin, Francesco De Grandi, Giovanni De Lazzari, Giulia Di Lenarda, Elisabetta Di Maggio, Giulio Lacchini, H.H

Lim, Marco Andrea Magni, Luca Scarabelli, Adriano Nasuti Wood e con la partecipazione speciale di Adalberto Abbate, Davide Bertocchi, Canedicoda, Degal, Paola Gaggiotti, Kinkaleri, Elisa Macellari, Sonia Marcacci, Andrea Marescalchi, Concetta Modica, Francesco Oliveto, Cristiana Palandri, Luca Pancrazzi, Luigi Presicce, Luca Pucci, Giacomo Ricci, Cristina Rizzo, Keno Tang, Dolce Vivì, un omaggio a Les Levine e la 'Fiera del Libro d'Arte, Improvviso e d'Artista'.

Quest'anno la settimana si aprirà con un appuntamento ad Arezzo al Museo dei Mezzi di Comunicazione dove, alle 11.30 di domenica 8 giugno, Luca Pancrazzi inaugurerà la mostra Autovelox curata da Michela Eremita. La prima giornata prosegue con l'apertura, nel pomeriggio, alla Filanda di Pieve a Presciano, con l'esercizio personale di Andrea Marescalchi e l'omaggio diffuso all'artista Les Levine. Nei giorni successivi gli artisti realizzeranno le proprie opere, che inaugureranno via via, intrecciandosi con performance ed eventi speciali. Michela Eremita preparerà un incontro con l'Istituto Andreij Tarkovskij e Pietro Gaglianò presenterà due conversazioni, una con Cristina Rizzo e una con Luca Pucci, entrambe sul tema della pornografia.
Più mostre parallele tra cui Natura Preziosa di Sonia Marcacci, poi Titolo, l'Edito Inedito che riguarda opere che agiscono intorno all'editoria e una Fiera del Libro d'Arte, Improvviso e d'Artista faranno da sfondo agli eventi principali e collaterali del fine settimana conclusivo.
Interventi musicali saranno firmati da Canedicoda, Loudtone/YokoKono e Francesco Oliveto, mentre i Kinkaleri porteranno una loro performance. Ogni giorno Gaetano Cunsolo, Claudio Maccari ed altri artisti si esibiranno ai fornelli, mentre Dolce Vivì ci delizierà nel suo laboratorio di pasticceria francese.
La Fiera del Libro d'Arte, Improvviso e d'Artista è a cura di Madeinfilandia, di Amedeo Martegani (A+M Edizioni) ed Emanuele De Donno (Viaindustriae). Vi saranno inoltre una selezione dei libri d'artista de Gli Ori Editori, le pubblicazioni di Zona Archives e Recorthings e le produzioni editoriali di Luca Scarabelli&C, insieme ai contributi diretti degli artisti.

MADEINFILANDIA è un progetto di micro residenza artistica che ha luogo presso la Filanda di Pieve a Presciano (AR), un esempio di archeologia industriale del XIX secolo, che vede tra i suoi fondatori Luca Pancrazzi, Claudio Maccari, Elena El Asmar e Loris Cecchini in collaborazione con Arturo Ghezzi.
Il progetto nasce dal desiderio di ampliare il naturale spazio di confronto tra i suoi ideatori aprendo ad altri autori un luogo con forti specificità architettoniche e paesaggistiche; così la Filanda di Pieve a Presciano è diventata un laboratorio permanente per un dialogo che si focalizza sì nella sintesi della micro residenza, ma che di fatto è attivo per tutto l’anno.
Dalla prima edizione di Madeinfilandia, nell’ottobre 2010, il progetto si è articolato in numerosi appuntamenti, in Toscana e nel resto d’Italia, sempre alla ricerca di una condivisione dei processi e dei temi della contemporaneità in una condizione di autonomia rispetto alle consuete dinamiche del sistema dell’arte. Coerentemente con questa aspirazione tutta l’attività è autofinanziata e sostenuta dalla generosità degli artisti e degli amici che vi partecipano.
Indifferente a qualsiasi strategia, Madeinfilandia invita artisti appartenenti a varie generazioni e contesti, scelti sulla base di qualità relazionali e dall’adesione a un’estetica del contemporaneo che sia libera, sperimentale e autonoma. L’esperienza di questi quattro anni di attività prova che i luoghi d’arte possono esistere indipendentemente dai luoghi deputati, dalle geografie forti e dalle dinamiche del potere curatoriale. Il progetto riscrive anche la visione corrente della residenza d’artista, sciogliendola dalle costrizioni di un approccio schematico e irrigidito da una vacua professionalizzazione. Agli artisti, infatti, non viene imposto un tema, e lavorano costruendo nuovi paradigmi legati alla generosità e alla costituzione di regole di gioco, per godere appieno della libertà disponibile. Le opere realizzate durante il soggiorno, disposte all’interno e all’esterno della ex fabbrica, sono piuttosto il risultato di una condivisione dello spazio che ha come obiettivo principale la riflessione sul concetto di lettura e pratica dell’arte. Alcuni lavori sono visibili solo nell’intervallo dei tre giorni di apertura al pubblico, al termine della residenza, altri sono permanenti, altri trovano il proprio compimento poetico e formale nel progressivo fondersi con il contesto che li ha accolti.
Così, la Filanda, da luogo geografico identificato sulle mappe catastali italiane, si costituisce “Stato di Filandia” e ospita questa speciale popolazione che elabora e collabora, dando adito ad una nuova identità generata, a sua volta, dalle identità che vi partecipano.
Una pubblicazione annuale, a cura della casa editrice Gli Ori, raccoglie immagini, testi e contributi di tutti gli ospiti.

L'edizione 2014 è a cura di Luca Pancrazzi, Claudio Maccari, Elena El Asmar, Francesco Carone, Eugenia Vanni, Serena Fineschi, Loredana Longo, con i contributi di Michela Eremita e Pietro Gaglianò e con il contributo tecnico di Francesco Pucci.
La documentazione video degli eventi è seguita da Egle Prati per Talking Art (www.talkingart.it).
La comunicazione e l'ufficio stampa sono a cura di Francesca Giulia Tavanti e Simona Sanvito.


Gli artisti fino ad oggi: Adalberto Abbate, Daniele Bacci, Bruno Baltzer, Francesca Banchelli, Luca Bertolo, Leonora Bisagno, Primoz Bizjak, Vincenzo Cabiati, Pierluigi Calignano, Chiara Camoni, Tiziano Campi, Pietro Capogrosso, Sauro Cardinali, Francesco Carone, David Casini, Antonio Catelani, Loris Cecchini, T-Yong Chung, Marco Cianciotta, Michelangelo Consani, Mario Consiglio, Vittorio Corsini, Cinzia Cozzi, Fabio Cresci, Gaetano Cunsolo, Michele Dantini, Degal, Marta Dell'Angelo, Martina Della Valle, Mario Dellavedova, Daniela De Lorenzo, Flavio De Marco, Rolando Deval, Paola di Bello, Nathalie Du Pasquier, Elena El Asmar, Paolo Fabiani, Carlo Fei, Orietta Fineo, Serena Fineschi, Irene Fuga, Federico Fusi, Daniele Galliano, Oliver Geils, Bernardo Giorgi, Michele Guido, Helena Hladilova, Yuki Ichinashi, Hanako Kumazawa, Francesco Lauretta, Christiane Löhr, Loredana Longo, Claudia Losi, Claudio Maccari, Andrea Marescalchi, Amedeo Martegani, Jacopo Mazzetti, Alessandro Mencarelli, Jacopo Miliani, Concetta Modica, Andrea Montagnani, Massimo Nannucci, Maurizio Nannucci, Nero, Oh Petroleum, Giovanni Ozzola, Pierpaolo Pagano, Cristiana Palandri, Luca Pancrazzi, Pantani-Surace, Paolo Parisi, Robert Pettena, Steve Piccolo, Luca Pozzi, Vera Pravda, Luigi Presicce, Fabrizio Prevedello, Francesco Pucci, Anja Puntari, Pierluigi Pusole, Marco Raparelli, Giacomo Ricci, Davide Rivalta, Pedro Riz’à Porta, Gak Sato, Serse, Gianluca Sgherri, Namsel Siedlecki, Studio ++, Sophie Usunier, Eugenia Vanni, Enrico Vezzi, Tayu Vlietstra, Regan Wheat, Virginia Zanetti, Stefania Zocco.