Macro​ ​Grade​ ​2017​ ​–​ ​Gundam​ ​Days

Roma - 07/12/2017 : 27/12/2017

Un progetto dedicato alla scoperta del mondo del Gunpla e del modellismo in genere. Un evento che l’Ass.ne Ludico-Culturale, LudoManiacs presenta dal 7 al 10 dicembre presso il Museo Macro di Roma e sarà aperto al pubblico in forma completamente gratuita (le opere rimarranno poi esposte fino al 27 di dicembre).

Informazioni

  • Luogo: MACRO - MUSEO D'ARTE CONTEMPORANEA DI ROMA
  • Indirizzo: Via Nizza, 138 - Roma - Lazio
  • Quando: dal 07/12/2017 - al 27/12/2017
  • Vernissage: 07/12/2017
  • Generi: performance – happening, incontro – conferenza, disegno e grafica, didattica
  • Orari: Giovedì 7 dicembre dalle 15.00 alle 19.30; Venerdì 8 dicembre dalle 10.30 alle 19.30; Sabato 9 dicembre dalle 10.30 alle 02.00 (per la notte dei musei); Domenica 10 dicembre dalle 10.30 alle 19.30. Le opere rimarranno esposte fino al 27 dicembre.
  • Biglietti: ingresso libero

Comunicato stampa

Un conflitto interplanetario coinvolge una pacifica colonia spaziale nella terribile guerra civile che imperversa nella Federazione Terrestre, costringendo un geniale ragazzo a prendere libro di istruzioni e comandi di un arma sperimentale, il Gundam! Questo è l’incipit dell’anime giapponese Mobile Suit Gundam, oggi presente anche sulla piattaforma di streaming Netflix, che inaugura la nascita di una sorta di fantascientifico realismo, il genere real robot, dove un equipaggio di profughi inizierà un’avventura in grado di cambiare le sorti della guerra.”

Un progetto dedicato alla scoperta del mondo del Gunpla e del modellismo in genere

Un evento che l’Ass.ne Ludico-Culturale, LudoManiacs presenta dal 7 al 10 dicembre presso il Museo Macro di Roma e sarà aperto al pubblico in forma completamente gratuita.

Una proposta culturale trasversale, che punta a far conoscere attraverso il lavoro di illustratori, figuristi, modellisti e artisti del tatuaggio, la creatività e la passione che contraddistingue questo fenomeno nipponico, così popolare, che a oggi vede coinvolti appassionati giocatori da tavolo, di wargames, roleplay, fans del fumetto e delle illustrazioni.

Il mondo del Gunpla, nasce e si sviluppa in Giappone. La tradizione modellistica, tra le più apprezzate nel Sol Levante, è riuscita a esportare nel mondo occidentale un fenomeno oramai non più concentrato solo intorno al modellismo, ma un trend che rappresenta una vera e propria moda.

Ideata da Yoshiyuki Tomino alla fine degli anni ‘70, con la collaborazione del padre del mecha design Kunio Ōkawara e del gruppo creativo della Sunrise sotto lo pseudonimo Hajime Yatate, Mobile​ ​Suit​ ​Gundam​ rappresentò il primo esempio di un nuovo genere: il​ ​real​ ​robot​. Incentrata su un deciso realismo tecnologico e una forte continuity.

In principio la serie, però, non ottenne successo. L'introduzione​ ​sul​ ​mercato​ ​dei​ ​modellini​ ​Bandai​ ribaltò le sorti dell’anime e la sua popolarità iniziò ad aumentare. Le figure vendettero molto bene, e il successo di Mobile Suit Gundam andò a consolidarsi nel tempo tanto da generare un vero e proprio fenomeno della fantascienza robotica, da cui nacquero numerosi sequel animati e spin-off, fino al naturale e conseguente merchandising, veicolato tramite model kits in plastica successivamente rinominati Gunpla​ - Gundam Plastic Models; il successo ha interessato altri campi, dai videogiochi all’animazione in 3D, fino a suppellettili per la casa e abbigliamento, o contaminazioni nel campo tecnologico nonché le recenti celebrazioni monumentali; così,​ ​il robot​ ​di​ ​casa​ ​Bandai​ ​ha​ ​generato​ ​collaborazioni​ ​con​ ​artisti​ ​internazionali​ ​e​ ​numerose mostre​ ​e​ ​musei​, soprattutto sul territorio dell’est asiatico, trasformando il mecha nipponico in uno dei personaggi della pop-culture odierna.





Cosa succede durante i Gundam Days:

L’idea è quella di realizzare delle giornate ludico – culturali, definite Gundam Days, all’interno della struttura del Museo Macro, dove sarà possibile sperimentare e analizzare come funzionano i meccanismi e i segreti alla base del modellismo e del Gunpla. Quattro giornate uniche, aperte a tutti – ai piccoli e grandi appassionati e non, con lo scopo di avvicinare una varietà di pubblico più ampia, portando curiosi e anche possibili fruitori. Un percorso fatto di esposizioni, Live Performance, Workshop e molto altro.



In programma:

Esposizione - ​ ​opere​ ​degli​ ​artisti e illustratori​ ​prettamente​ ​italiani​ ​che​ ​LudoManiacs​ ​ha​ ​invitato​ ​a creare​ ​e​ ​esporre​ ​esplicitamente​ ​per​ ​questo​ ​evento

​Live​ ​Performances - alcuni​ ​degli​ ​artisti​ ​presenti, oltre a mettere in mostra il proprio lavoro dedicato al tema dell’evento, produrranno in diretta un’opera con diverse tecniche, in modo classico, con tela e pennelli o in digitale. ​Domenica​ ​dalle​ ​10.30​ ​alle​ ​19.30.

Digital​ ​Desk - Un​ ​banco​ ​dove​ ​i​ ​nostri​ ​partners​ ​digitali​ ​esporranno​ ​il​ ​proprio​ ​lavoro,​ ​dalla​ ​creazione di​ ​3D​ ​(concepts,​ ​illustrazioni,​ ​ecc)​ ​fino​ ​a​ ​un​ ​vero​ ​e​ ​proprio​ ​prodotto​ ​finito,​ ​passando​ ​per​ ​ogni​ ​fase di​ ​lavorazione​ ​dell’animazione.​ ​Sabato​ ​e​ ​domenica​ ​10.30-19.30.

​Gundam​ ​Heads:​ ​un​ ​progetto​ ​che​ ​unifica​ ​alcune​ ​discipline​ ​di​ ​modellisti;​ ​​ ​illustratori,​ ​figurinisti​ ​e modellatori​ ​di​ ​kit​ ​sono​ ​infatti​ ​chiamati​ ​a​ ​interpretare​ ​l’icona​ ​più​ ​riconoscibile​ ​del​ ​mondo​ ​Gunpla, ovvero​ ​una​ ​testa​ ​di​ ​RX-78-2,​ ​modellata​ ​da Jeroen Jansen​ ​,​ ​per​ ​mezzo​ ​del​ ​proprio​ ​approccio artistico;​ ​le​ ​teste​ ​saranno​ ​poi​ ​esposte​ ​insieme​ ​alle​ ​illustrazioni.

​Workshops:​ ​all’interno​ ​del​ ​MacroCafè​ ​una​ ​porzione​ ​dello​ ​spazio​ ​verrà​ ​dedicata​ ​ai​ ​modelers​ ​che lavoreranno​ ​alle​ ​demo​ ​sui​ ​model​ ​kits,​ ​con​ ​vari​ ​approcci​ ​e​ ​differenti​ ​tecniche​ ​di​ ​montaggio, modifica,​ ​pittura​ ​e​ ​invecchiamento.​ ​Venerdì dalle​ ​ore​ ​15.00​ ​alle​ ​ore​ ​19.00,​ ​sabato​ ​e​ ​domenica​ ​dalle​ ​ore​ ​10.30 alle​ ​ore​ ​19.30.

Masterclasses:​ ​le​ ​sale​ ​della​ ​didattica​ ​ospiteranno​ ​le​ ​masterclasses​ ​con​ ​4​ ​grandi​ ​autori:​ ​per​ ​il reparto​ ​illustrazione​ ​Gabriele​ ​Dell’Otto​ ​e​ ​Matteo​ ​De​ ​Longis,​ ​per​ ​il​ ​reparto​ ​modelling​ ​Luca​ ​Zampriolo e​ ​Stefano​ ​Marchetti. Sabato​ ​e​ ​Domenica.



IL PROGETTO:

Un progetto coordinato e organizzato in collaborazione con LudoManiacs, ​nata​ ​a​ ​Roma​ ​come​ ​associazione​ ​culturale​ ​ludica​ ​all’interno​ ​del​ ​Museo​ ​di​ ​Arte Contemporanea​ ​nel​ ​2012,​ ​e​ ​da​ ​allora​ ​gestisce​ ​eventi​ ​e​ ​organizza​ ​incontri​ ​all’interno​ ​degli​ ​spazi​ ​in gestione,​ ​come​ ​le​ ​MacroGamesNights,​ ​mensili,​ ​o​ ​eventi​ ​come​ ​gli​ ​Asmodays​ ​2016,​ ​Giochi​ ​Uniti​ ​al Macro​ ​del​ ​2017,​ ​l’organizzazione​ ​del​ ​Rome​ ​Cartoon​ ​Festival​ ​2017,​ ​e​ ​tornei,​ ​incontri​ ​e appuntamenti. L'associazione​ ​“Ludomaniacs”,​ ​promotrice​ ​dell'evento​ ​in​ ​oggetto,​ ​si​ ​avvarrà​ ​del​ ​supporto​ ​di​ ​altre associazioni​ ​amiche​ ​presenti​ ​sul​ ​territorio​ ​per​ ​il​ ​coordinamento​ ​della​ ​manifestazione​ ​e​ ​per raggiungere​ ​un​ ​bacino​ ​d'utenza​ ​più​ ​ampio,​ ​quali​ ​“Team​ ​New​ ​Type”,​ ​“Mechanical​ ​Rage”,​ ​“Gundam Dipendente”​ ​e​ ​“NKGC”.



L'EVENTO SI SVOLGERA' DAL 7 AL 10 DICEMBRE 2017 e sarà aperto al pubblico in forma completamente gratuita. (le opere rimarranno poi esposte fino al 27 di dicembre).



Autori​ ​presenti

Per​ ​l’area​ ​illustratori​​ : Gabriele​ ​Dell’Otto,​ ​Stefano​ ​Caselli,​ ​Sara​ ​Pichelli,​ ​David​ ​Messina,​ ​Matteo​ ​de Longis,​ ​Corrado​ ​Mastantuono,​ ​Carmine​ ​di​ ​Giandomenico,​ ​Marco​ ​Gervasio,​ ​Giada​ ​Perissinotto, Werther​ ​dell’Edera,​ ​Lorenzo​ ​Pastrovicchio,​ ​Roberto​ ​Recchioni,​ ​Antonio​ ​de​ ​Luca,​ ​Stefano​ ​Intini, Giuseppe​ ​Camuncoli,​ ​Andrea​ ​Parisi,​ ​Emiliano​ ​Tanzillo,​ ​Lucio​ ​Parrillo,​ ​Isabella​ ​Mazzanti,​ ​Valentina Brancati,​ ​Mauro​ ​Belfiore,​ ​Matteo​ ​Vattani,​ ​Gianluca​ ​Garofalo,​ ​Andrea​ ​De​ ​Dominicis,​ ​Valentina​ ​Fiore Perla,​ ​Giorgio​ ​Viola,​ ​Davide​ ​de​ ​Cubellis,​ ​Simone​ ​Gabrielli,​ ​Fabio​ ​Meschini,​ ​Alessandro​ ​Taini,​ ​Paolo Maddaleni,​ ​Arianna​ ​Rea,​ ​Antonello​ ​Dalena,​ ​Giorgio​ ​Alberto​ ​Rodriguez,​ ​Veronica​ ​Frizzo,​ ​Davide Fabrizzi,​ ​Riccardo​ ​Colosimo,​ ​Fabio​ ​Mantovani,​ ​Paolo​ ​Mottura,​ ​Noemi​ ​Gambini,​ ​Serena​ ​Originario, Antonio​ ​Fuso,​ ​Fabio​ ​Redaelli,​ ​Daniele​ ​De​ ​Sando,​ ​Mauro​ ​de​ ​Luca,​ ​Manolo​ ​Morrone,​ ​Alessio Tommasetti,​ ​Emilio​ ​Lecce.

Per​ ​l’area​ ​builders/workshops​​: Luca​ ​Zampriolo,​ ​Stefano​ ​Marchetti,​ ​Domenico​ ​Febbo,​ ​Diego Risiti,​ ​Fabio​ ​Angelini,​ ​Alfredo​ ​Mei,​ ​Filippo​ ​Zanicotti,​ ​Maurizio​ ​Maccari,​ ​Riccardo​ ​Forni,​ ​Omar Zampetti,​ ​Marco​ ​Coccioletta,​ ​Tommaso​ ​Medici,​ ​Alessandro​ ​Massari,​ ​Bruno​ ​Vaiano,​ ​ecc.

A Roma e a Milano due mostre su robot e icone...

Per la prima volta a Roma una mostra celebra i robot giapponesi più noti. In mostra le opere di settanta artisti che si sono misurati con la cultura dei Gundam, fenomeno internazionale da milioni di fans in tutto il mondo. Alla Fabbrica del Vapore di Milano di scena invece le icone pop di Desiderio