L’ora che fugge

Varese - 08/05/2022 : 06/08/2022

L’ora che fugge è una mostra dedicata al tempo.

Informazioni

  • Luogo: RISS(E)
  • Indirizzo: Via San Pedrino 4 - Varese - Lombardia
  • Quando: dal 08/05/2022 - al 06/08/2022
  • Vernissage: 08/05/2022 ore 15
  • Curatori: Davide Dal Sasso
  • Generi: arte contemporanea, collettiva

Comunicato stampa

L’ora che fugge è una mostra dedicata al tempo. Le artiste e gli artisti invitati – Gianluca Brando, Linda Carrara, Nicolò Colciago, Stefano Comensoli, Paolo Inverni, Nuvola Ravera, Fabio Roncato – presentano sei progetti riflettendo sui temi dell’identità e della durata, sull’esperienza e l’inafferrabilità del tempo, sulle sue possibili interpretazioni, sulle memorie e le loro tracce. L’ora che fugge non è una mostra collettiva ma una esposizione in più movimenti. Ciascuno corrisponde a una mostra personale ideata per essere una parte dell’intero progetto espositivo

Ogni movimento presenta la prospettiva poetica di un artista articolando l’intera esposizione nel tempo, dalla prima all’ultima personale. Non solo oggetto di indagine ma imprescindibile fattore per le esperienze nello spazio di riss(e), il tempo è il fulcro di un progetto curatoriale in cui l’intera esposizione è pensata come una suite il cui senso è determinato da ciascuno dei movimenti che la compongono.

Gianluca Brando, senza nome
Apertura 8 maggio 2022 dalle 15 alle 20 (ingresso con mascherina e green pass)

Originatosi in alcuni dettagli di una immagine che appartiene alla sua biografia, il progetto di Gianluca Brando prende forma nello spazio di riss(e) proponendo una riflessione sul rapporto tra storia identità e presenza. Il presupposto della sua installazione è ritornare sugli stessi elementi attraverso un sistema di proiezioni per accedere a lunghe catene di esistenze.

Gianluca Brando (Maratea, 1990)
Ha studiato nelle Accademie di Belle Arti di Roma e Venezia (2008-2014). Ha sviluppato le sue ricerche attraverso alcune esperienze di viaggio e di residenza artistica, in Taiwan e in Cina tra 2014 e 2017, in Italia tra 2018 e 2019. Negli ultimi anni il suo lavoro è stato presentato in spazi indipendenti e istituzioni, tra i quali: Spazio Taverna, Roma; Fondazione Francesco Fabbri, Pieve di Soligo; Fondazione SoutHeritage, Matera; Fondazione Pini, Milano; Viafarini, Milano; Cripta747, Torino; Yonghe Arts Foundation, New Taipei City. Nel 2021 è stato tra i finalisti del Talent Prize. Vive e lavora a Milano.