Lo spazio e il tempo del paesaggio

Reggio Emilia - 05/04/2014 : 05/04/2014

Questo evento si propone come contributo per una riflessione sulla pittura di paesaggio prendendo spunto e avvio dalla recente pubblicazione del libro d’artista Stella di Flavio de Marco (Danilo Montanari Editore).

Informazioni

Comunicato stampa

la Collezione Maramotti è lieta di annunciare Lo spazio e il tempo del paesaggio, una conversazione tra Bernd Wolfgang Lindemann, Maria Vittoria Marini Clarelli e Flavio de Marco che si terrà domani, sabato 5 aprile alle ore 16.00, presso la Collezione.
Questo evento si propone come contributo per una riflessione sulla pittura di paesaggio prendendo spunto e avvio dalla recente pubblicazione del libro d’artista Stella di Flavio de Marco (Danilo Montanari Editore).

I relatori affronteranno questo tema con chiavi prospettiche specifiche per restituire al pubblico una stimolante e articolata visione su questo genere pittorico


Bernd Wolfgang Lindemann, Direttore della Gemäldegalerie di Berlino, interverrà su Spazio e tempo dell’arte: il paesaggio come archetipo di visione che riapre lo sguardo; Maria Vittoria Marini Clarelli, Soprintendente alla Galleria Nazionale d'Arte Moderna di Roma parlerà di Spazio e tempo della storia: un'isola come software degli stili della Storia dell'Arte. L’artista interagirà coi relatori rapportando gli aspetti teorici e critici alla sua ricerca formale.
Il volume è stato realizzato in occasione delle mostre di de Marco al Künstlerhaus Bethanien a Berlino (agosto/settembre 2013) e alla Frankendael Foundation di Amsterdam (dicembre 2013/febbraio 2014) nelle quali erano visibili opere e disegni appartenenti al suo nuovo progetto omonimo; terza e ultima tappa del progetto sarà alla Galleria Nazionale d'Arte Moderna di Roma nel giugno 2014.
Il progetto consta di dipinti e disegni raffiguranti paesaggi in cui l’artista rappresenta un’isola artificiale, situata nel Mar Egeo, prendendo a modello dipinti di paesaggio realizzati nella storia dell'arte e illustrazioni di paesaggi realmente esistenti.

Il libro, interamente ideato dall’artista, si presenta come una sorta di guida di viaggio sull’isola artificiale. Il suo testo si accompagna a immagini/dettagli dei dipinti e da disegni. Gran parte del volume è dedicata alla caratterizzazione della struttura geografica e del paesaggio, ma diviene anche viaggio nella pittura occidentale nell’epoca dei voli low cost (e dalla nuova geografia del pianeta ridisegnata dal world wide web) e articolata riflessione sullo stato dell'arte.