Libero Tosi – Un aristocratico modo di vedere il mondo

Parma - 02/02/2013 : 23/02/2013

In occasione dei 25 anni dalla morte dell’artista, l’Accademia Nazionale di Belle Arti di Parma e l’Istituto d’Arte “Paolo Toschi”, hanno deciso di celebrare la ricorrenza organizzando un’esposizione – a cura di Mauro Carrera e Marzio Dall’Acqua – che testimonia dell’intero percorso di questa figura di spicco della scena artistica parmigiana e nazionale del XX secolo attraverso alcune tra le sue opere.

Informazioni

Comunicato stampa

In occasione della mostra verrà presentato il catalogo
a cura di Mauro Carrera e Francesco Tosi per SnowGlobe Editions

Dal 2 al 23 febbraio 2013 presso l’Aula Magna dell’Istituto d’Arte “Paolo Toschi” di Parma si tiene l’esposizione “Libero Tosi. Un aristocratico modo di vedere il mondo”

In occasione dei 25 anni dalla morte dell’artista, l’Accademia Nazionale di Belle Arti di Parma e l’Istituto d’Arte “Paolo Toschi”, hanno deciso di celebrare la ricorrenza organizzando un’esposizione – a cura di Mauro Carrera e Marzio Dall’Acqua – che testimonia dell’intero percorso di questa figura di spicco della scena artistica parmigiana e nazionale del XX secolo attraverso alcune tra le sue opere. Attivo come pittore e come fotografo per oltre mezzo secolo, Libero Tosi (1902-1988) realizzò nel suo studio disegni, dipinti, fotografie e sculture che rappresentano la documentazione ideale di circa mezzo secolo di vita culturale parmigiana, crocevia nazionale per percorsi letterari e artistici. Dipinse tutti i soggetti tipici della pittura novecentesca: nature morte, figure umane – di prevalenza nudi muliebri – ma preferì su tutti i soggetti il paesaggio. Per il dipinto come per la fotografia è la luce a segnare la via, tra l’ordinata dissolvenza di roride atmosfere. Tosi ha ritratto come una vera signora questa terra mediopadana, un po’ emiliana un po’ lombarda, personale souvenir appassionato, antico e attuale, immobile nel tempo, tra il sogno e il ricordo.

All’inaugurazione sabato 2 febbraio ore 11 interverranno:
Roberto Pettenati, dirigente didattico dell'Istituto d'Arte, Marzio Dall'Acqua, presidente dell'Accademia, lo storico dell’arte Mauro Carrera e il giornalista Romano Rosati
Saranno presenti la figlia dell'artista Carla Tosi Sangiorgi ed i nipoti