LAT – Love approach together

Parma - 05/05/2012 : 12/05/2012

LAT - Love approach together è un format di evento spontaneo e solidale, organizzato dall’associazione culturale Made in Art per coinvolgere varie realtà private e associative locali e non. L’edizione 2.0 Art your food, ideato da Federica Bianconi e curato da Federica Bianconi e Marta Santacatterina, vuole focalizzare l’attenzione sul rapporto tra arte e cibo.

Informazioni

Comunicato stampa

LAT - Love approach together, edizione 2.0 Art your food A cura di Made in Art associazione culturale Parma da sabato 5 a sabato 12 maggio
LAT - Love approach together è un format di evento spontaneo e solidale, organizzato dall’associazione culturale Made in Art per coinvolgere varie realtà private e associative locali e non. L’edizione 2.0 Art your food, ideato da Federica Bianconi e curato da Federica Bianconi e Marta Santacatterina, vuole focalizzare l’attenzione sul rapporto tra arte e cibo


Realizzato con il patrocinio del Comune di Parma, della Camera di Commercio di Parma e dedicato a CibusInCittà, LAT si propone come una piattaforma in cui arte contemporanea e scambio culinario si offrono come strumento di intervento su un territorio di eccellenza alimentare finalizzato alla ricerca di coesione e vitalità, a una trasformazione sociale responsabile, per approdare quindi a una nuova modalità di relazioni cittadine.
La sfida di LAT è quella di dare vita a una sperimentazione aperta e dinamica in un’area di profonda trasformazione urbana e sociale di Parma – via Trento, via Pasubio e STU, via Cagliari – e in alcune aree critiche del centro, capace di combinare le ricerche creative ai bisogni e ai desideri degli abitanti di quartieri popolari e multietnici. LAT nasce senza gerarchie e risponde a una situazione conflittuale di trasformazione politica, culturale e sociale: senza scopo di lucro, intende costruire una rete di scambio di iniziative artistiche per sensibilizzare i cittadini sui vantaggi della convivenza e della collaborazione pacifica.
LAT vuole porsi come un tentativo di prolungare un sentimento di generosità, convivialità e condivisione, basato in particolare sui concetti di dono e di scambio, gesti mediante i quali si instaurano relazioni e si incrociano desideri, in una direzione controcorrente rispetto all’omologazione dei rapporti personali e dall’attenzione al profitto. LAT è anche un laboratorio di idee che promuove la partecipazione culturale collettiva utilizzando i motori più potenti: dalla conoscenza e condivisione – possibili attraverso il dialogo culturale – alla sostenibilità nella realizzazione dei progetti; dall’integrazione e collaborazione tra le persone coinvolte alla comprensione e valorizzazione delle diversità. Particolare attenzione è dedicata alla convivialità con laboratori didattici, progetti espositivi, focus sulle produzioni, conferenze. L’arte contemporanea, così come il cibo, attraverso i suoi linguaggi più innovativi e sperimentali, si fa veicolo per comunicare al pubblico la possibilità di partecipare e vivere creativamente sia nel proprio territorio sia in zone opposte.
Gli eventi si svolgeranno dal 5 al 12 maggio nel quartiere Paradigna e in altre zone della città – centro storico, Oltretorrente – e vedranno la partecipazione di artisti riconosciuti a livello internazionale, come Elisa Barbieri e Cecilia Comani, Michele Corso, Mariana Ferratto, Matteo Mezzadri, Valentina Miorandi, Giorgio Tentolini, oltre alle performance Precious waste di Arabeschi di Latte, Dejeneur di Rosetta Termentini e Alessia Lusardi e Identità affamate (Ristorante Parizzi). Non mancheranno, tra gli altri, eventi organizzati dall’Associazione culturale Lunatici, Parmaalimenta e Spazio Ottoquattro.

Tra le numerose iniziative collaterali: gli incontri Greendrinks presso Caffè Dalla Rosa Prati, il laboratorio di Mago Gigo per bambini all’Ikea, Imparare ad amarsi cucinando a cura di LILT (Spazio Pasubio), le proiezioni di Cuoco contadino (Cinema Edison-Solares Fondazione delle Arti) e di Perfect fire a cura di Paola Rosà e Dale Andreatta (Spazio Pasubio), lo spettacolo Sonata per gramla, farina e donne e l’aperitivo letterario La Bio-dispensa (MATERIAoff.), le relazioni Occhio al cibo a cura di Elena Fava e Silvana Chiesa (Camera di Commercio), la cena-degustazione Artatable (a cura di Silvia Calzolari e Virgilio Buratti Zanchi). Lo spazio 00:am allestirà invece Cocktail Party di Garagedesign e ospiterà la cena-performance per coppie del collettivo Tavola Calda; si terrà inoltre una sezione del workshop Domestic Affairs, ritratti personali attraverso storie di oggetti legati alla cucina.
Gli inviti di LAT – Love approach together, saranno degli ottimi biscotti da sgranocchiare durante la manifestazione. I Biscotti d’artista sono disegnati da 10 artiste donne provenienti da ambienti differenti e che hanno elaborato ciascuna un progetto grafico dedicato ad Art your food e saranno realizzati dalla pasticceria Delizie di Ori.

[Salvo eventuali cambiamenti del programma]
Parma, 20 aprile 2012